Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Come dimagrire (e rimanere in forma) con la corda: tutti gli esercizi

La corda è un attrezzo che non deve mai mancare nella tua sessione di allenamento

Esercizi con la corda
Getty Images

Bastano soltanto 15 minuti per tonificarti e al tempo stesso bruciare un sacco di calorie: ecco perché la corda è uno dei migliori attrezzi che puoi usare per allenarti, a casa, in palestra e anche in vacanza.

Al di là dell'aiuto che può darti se vuoi dimagrire (in soli 15 minuti puoi bruciare fino a 200 calorie, le stesse che consumeresti in 30 minuti di corsa) grazie alle serie di saltelli la corda ti fa rassodare gambe, cosce e glutei. Inoltre puoi snellire i polpacci, esercitare i muscoli addominali, che è un'ottima notizia se non ami fare i crunch classici, oltre a migliorare l'equilibrio, la circolazione del sangue e la postura.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Come iniziare

La corda ha numerosi vantaggi: è un attrezzo economico, è leggera, occupa poco spazio e puoi portarla dove vuoi. Quando la acquisti, per essere sicura che sia della lunghezza giusta, mettila a terra con sopra un piede e tira le estremità. Se la corda arriva all'altezza delle spalle allora è perfetta.

L'unico accorgimento da adottare se vuoi allenarti con la corda è non strafare, anche perché una sessione è già di per sé molto faticosa, ed è sempre meglio rivolgersi al medico prima di iniziare qualsiasi attività fisica per valutare la presenza di eventuali problematiche. Ad esempio se soffri di problemi alle articolazioni, alle caviglie, al cuore o se sei in forte sovrappeso (+ di 15 kg) questo tipo di esercizio è fortemente sconsigliato.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Come allenarti

Saltare la corda è come andare in bicicletta: una volta imparato non si dimentica più! Ricordati di effettuare l'esercizio mantenendo lo sguardo dritto davanti a te, la schiena e il bacino fermi, le braccia lontane dal corpo e la pancia contratta, e prima di passare alla corda vera e propria fai una sorta di prova di salto, in modo da mettere a punto la tecnica corretta.

Attenta a non saltare troppo in alto per non farti male, e al termine della sessione non dimenticarti mai di fare stretching. Importante inoltre è cominciare per gradi partendo da 5 minuti, calcolando 2 minuti di salto e 1 o 2 minuto di recupero, e così via. Il recupero serve per limitare le sollecitazioni, e man mano che passano le settimane puoi aumentare la durata dell'allenamento, fino ad arrivare a 15-20 minuti. In generale per ottenere dei risultati soddisfacenti l'ideale è saltare 2/3 volte alla settimana.

Una volta che ci hai preso la mano puoi aggiungere qualche variazione: ad esempio puoi saltare incrociando le mani o aumentando la velocità oppure muovendo i piedi avanti e indietro (quindi senza tenerli uniti ma ad una distanza di 30-50 cm). Puoi anche strutturare la sessione alternando 2-3 minuti di salto ad altri esercizi come crunch, plank o squat.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fitness