Per avere un fisico scolpito c'è la gym INVISIBILE in spiaggia, che ti aiuta a rimodellare il corpo

Vacanze, sole e mare: tutto meraviglioso, ma al momento di togliersi i vestiti c'è chi potrebbe pentirsi di aver saltato un po' troppo spesso la palestra! Nulla è perduto: rimedia con questa ginnastica no stress

Fisico scolpito in spiaggia con la gym invisibile
Getty Images

Finalmente in spiaggia! Peccato che il desiderio di allungarvi pigramente sul lettino si scontri con il bisogno di essere fit e quel leggero senso di colpa per gli ultimi mesi di sedentarietà. Però avete ancora una chance: la gym invisibile! Da praticare a corpo libero passeggiando sulla battigia e persino leggendo il vostro amato libro sotto l'ombrellone, questa versione no stress dell'attività fisica attiva muscoli dimenticati senza votarvi alle sessioni di gruppo (e confronto) con le fanatiche del fisico scolpito. Perché tonificarsi è possibile anche aborrendo fatica e sacrificio. La prova? Proprio dal mondo che percepite come più alieno, quello dei duri che partecipano ai bootcamp, arrivano i trucchi più efficaci per allenarsi oziando in riva al mare. Oppure nuotando con attrezzi che trasformano il bagno in un beauty trattamento. Mettetevi comode, si comincia!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Getty Images

Forza naturale

«Lo iodio nebulizzato dalle onde, il sole, i minerali disciolti nell'acqua marina già da soli favoriscono la forma fisica», dice il wellness coach Mauro Cirillo (maurocirillo.it). «Grazie al loro effetto stimolante, per limare i cuscinetti sulle zone critiche possono bastare piccoli movimenti invisibili, che tonificano i muscoli in modo mirato e aiutano a guadagnare eleganza nel portamento e una postura migliore. Il trucco? Eseguirli durante o dopo una passeggiata sul bagnasciuga, per riattivare il metabolismo energetico. E sostituire la fatica fisica con la focalizzazione mentale, per sviluppare una nuova consapevolezza muscolare che, una volta terminate le vacanze, vi porterete a casa e vi permetterà di essere più presenti al corpo anche in ufficio, in salotto o alla scrivania».

Getty Images

Gag sul lettino

Potete tonificare glutei e addominali anche mentre leggete un buon libro o prendete il sole sdraiate: basta flettere le ginocchia e contrarre i muscoli per eseguire una leggera retroversione del bacino, alzandolo di 5 cm da terra o dal lettino. Riabbassatelo poi lentamente, srotolando una vertebra lombare alla volta e ripetete finché potete godendo del piacevole massaggio che questo movimento regala alla schiena e del suo costo zero in termini di fatica. Potete ottimizzare la tonificazione mantenendo la posizione sollevata per 20 secondi e poi esasperando la lentezza con cui riabbassate il bacino. Quando riallungate le gambe, per allenare i quadricipiti, vi basterà piegare i piedi a martello, contrarre le cosce e tenere la massima contrazione per altri 20 secondi. Per far lavorare anche l'esterno cosce e limare le culotte del cheval provate ad alzare e divaricare una gamba, poi tenere con nonchalance la posizione, finché potete. Ovviamente, più ripetete, migliori saranno i risultati.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Respirare con il diaframma contratto fa bruciare calorie: abituatevi a inspirare ed espirare concentrandovi sull'addome

Gioca con la sabbia

Passeggiando sulla spiaggia, potete sfruttare la resistenza della sabbia per rinforzare la muscolatura. Appoggiate le mani sui fianchi e contraete gli addominali eseguendo una lieve retroversione del bacino, poi trascinate il piede destro davanti al sinistro, spostando la sabbia. Fate lo stesso con l'altra gamba e per un po' divertitevi ad avanzare in questo modo. Altri movimenti smart? Se siete ferme, portate una gamba avanti e disegnate sulla sabbia un semicerchio. Tornate alla posizione iniziale e alternate. Quando siete sdraiate sulla sabbia, invece, potete tonificare così il décolleté: allungate le braccia (aderenti) ai lati del corpo, piegate i gomiti e sollevate gli avambracci perpendicolarmente a terra, poi fateli ricadere lentamente di lato, formando un angolo di 90 gradi con il busto: sentirete subito che il petto si apre! Potete utilizzare la borsa da mare per tonificare le braccia: camminando verso la spiaggia, invece di tenerla a tracolla afferrate i manici (o i bordi) con la mano destra e avanzate tenendo il braccio staccato dal corpo, con il gomito leggermente flesso all'esterno. Dopo 10 passi cambiate braccio. Infine, appena vi sedete sul lettino a prendere il sole, poggiate le mani sulle ginocchia e spingete in basso con tutti i muscoli delle braccia e del torace mentre opponete resistenza contraria con le gambe. Contate fino a sei, respirando normalmente.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Più snella con il nuoto

«È uno sport utilissimo per asciugare e rimodellare il corpo a patto di saper eseguire lo stile libero e nuotare ininterrottamente per almeno 20 minuti». Non avete abbastanza fiato? Potete usare le micro pinne: più corte di quelle da snorkeling, permettono di nuotare per molto più tempo e con maggiore velocità, bruciando quantità extra di calorie con minore sforzo. Inoltre, rimodellano la gambe e tonificano i muscoli della parte inferiore del corpo, specialmente quadricipiti, glutei e addominali, coinvolti nella stabilizzazione del movimento durante la nuotata.

Getty Images

Le pinnette sono efficaci anche contro la cellulite, perché convogliano l'acqua sulla gambe in una sorta di massaggio che stimola la circolazione e il drenaggio. Abbinando micro pinne e tavoletta potete rimodellare tutto il corpo in un paio di settimane eseguendo ogni giorno questi movimenti. Nuotate a stile libero respirando ogni due o quattro bracciate (a seconda del grado di preparazione). Indossate maschera e boccaglio e nuotate in assetto, cioè tenendo le braccia distese lungo il corpo e avanzando solo con la forza delle gambe. Appoggiate le mani sulla tavoletta, stendete le braccia avanti e, sfruttando la propulsione delle mini pinne, nuotate con il solo movimento delle gambe, senza coinvolgere la parte superiore del corpo. Alzate la tavoletta in verticale e avanzate tenendola davanti a voi, con le braccia tese, immersa per metà in acqua. Vi accorgerete che fa resistenza e, opponendosi alla spinta delle gambe, potenzierà il lavoro dei glutei e del bicipite femorale. Rimodellando la silhouette.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Speciale estate