Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

È una certezza: alle donne gli uomini già impegnati piacciono di più. E il perché lo spiegano gli scienziati

Uno studio internazionale spiega perché gli uomini già impegnati risultano più attraenti (e non solo)

Brooke Cagle / Unsplash

Te lo sarai chiesta un sacco di volte, con un po' di fastidio oppure ridendoci sopra: ma perché gli uomini, quando si fidanzano, risultano più attraenti per le altre donne? Se lo sono chiesti anche gli scienziati della University of St. Andrews del Regno Unito e dell'Arizona State University negli Stati Uniti, che hanno appena realizzato e pubblicato un interessante studio internazionale a questo proposito.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

La ricerca ha mostrato come le donne copino le preferenze fatte da altre donne per quanto riguarda i volti degli uomini: alle 49 partecipanti alla ricerca infatti sono state mostrate alcune immagini (di volti maschili, di mani maschili e disegni astratti), ed è stato chiesto loro di esprimere un giudizio su una scala che andava da "non attraente" a "molto attraente", in due momenti diversi.

Dopo una prima valutazione alle donne volontarie veniva rivelata la valutazione espressa dalle altre donne e, nel momento in cui venivano chiamate al secondo giudizio, molte hanno cambiato il loro voto, ritoccandolo verso l'alto o verso il basso in base alle preferenze altrui espresse durante il primo momento di valutazione.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Non si tratta quindi di una preferenza legata ad una maggiore affidabilità come si è sempre pensato, per una questione evolutiva e riproduttiva specialmente se gli oggetti del nostro desiderio sono stati già impegnati (magari per un lungo periodo di tempo) con un'altra persona, sono in ballo dinamiche di imitazione e di influenza che però non sono legate meramente alla scelta del partner: gli scienziati infatti hanno ottenuto gli stessi risultati anche con le altre due tipologie di immagini, ovvero le mani e le opere d'arte astratte.

Come ha spiegato l'esperta della School of Psychology and Neuroscience alla St. Andrews e autrice dello studio Kate Cross le donne (eterosessuali, ma anche lesbiche e bisessuali) hanno una tendenza ad essere influenzate dalle opinioni degli altri. A questo punto ci chiediamo se questo studio si può applicare per par condicio anche agli uomini, che spesso sembrano trovare più interessante una donna non appena questa ha un compagno. Appena lo scoprite, cari scienziati, ce lo fate sapere?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Emozioni