Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Come essere più bella grazie alla Mindfulness

Il tuo grado di bellezza dipende da quanto sei in armonia con se stessa e con il mondo: scopri come essere più bella respirando consapevolmente ed eseguendo il massaggio anti aging dei monaci Shaolin ogni mattina

piu-bella-meditazione-respirazione-massaggio-antiage-mindfulness
Getty Images

Care amiche,

fra due settimane a Milano si terrà il congresso di medicina estetica ICAMP, palcoscenico di un importante incontro tra scienza e beauty. Ci sarà una speciale sessione di medicina estetica integrata, in cui parlerò ai medici di meditazione e Mindfulness come strumenti meravigliosi per raggiungere quello stato di benessere ed equilibrio che è alla base della bellezza. In anteprima, vorrei condividere con voi una riflessione sull'importanza di 'sentirsi belle' nel proprio progetto di evoluzione personale. Quanto incide un'esteriorità armonica su un'interiorità serena? E quanto influisce una psiche 'rilassata' su un aspetto più o meno attraente?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

IL TAO DELLA BELLEZZA

Nella tradizione orientale, poiché l'esterno rispecchia l'interno e la materia è una 'condensazione' dell'energia, il grado di bellezza di una persona dipende dalla sua capacità di guardarsi dentro e mantenersi in armonia con il mondo interiore così come con quello circostante.

L'essere belli, quindi, è il risultato di un processo di consapevolizzazione e armonizzazione!

Anche nella nostra tradizione esistono concetti simili: non dimentichiamo che, per secoli, in Occidente la bellezza è stata sinonimo di "grazia", una qualità che riuniva gentilezza, garbo, nobiltà d'animo e sentimenti elevati. Tutte le culture hanno rimandato al 'bello' sia come a un bisogno naturale che come all'espressione di una pienezza funzionale, dell'armonia degli organi con l'animus. E solo negli ultimi decenni l'estetica è stata sradicata dalle sue radici profonde, con risultati sconcertanti: gli studi medico-estetici sono frequentatissimi da ragazze giovani e belle che vogliono cambiarsi i connotati e l'insoddisfazione corporea – non solo femminile - è cresciuta in modo esponenziale a partire dagli anni '70.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Getty Images

Il punto è che il livello di gradimento con cui viviamo la nostra fisicità – e la sua valenza estetica – non dipende dalla perfezione dei tratti e delle misure ma dal grado di benessere che abbiamo maturato in noi stessi. Come arrivarci? Prima di tutto preparando il giusto terreno. Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, infatti, per far fiorire la bellezza è necessario coltivare:

  1. La serenità che deriva dalla capacità di conoscersi e di accettarsi (eliminazione degli "spigoli").
  2. Il rispetto del proprio corpo evitando fumo, cibi spazzatura, alimentazione scorretta, eccesso di farmaci e insufficiente sonno.
  3. Il rispetto dei ritmi. Tutta la nostra vita va a ritmo ed è scandita dall'alternanza di inspirazione ed espirazione, movimento e staticità, giorno e notte, luce ed ombra. È importante rispettare il ritmo circadiano sonno veglia, l'accordo con le stagioni (anche dal punto di vista alimentare) e il bisogno di alternare l'attività al riposo.
    Pubblicità - Continua a leggere di seguito
    Pubblicità - Continua a leggere di seguito

    SUL VISO, I PUNTI DELL'ENERGIA

    Preparato il terreno di base, anche la beauty routine può beneficiare di un approccio energetico su cui la tradizione orientale ha moltissimo da insegnarci. Immaginate di essere in Cina, nella provincia di Henan, al centro delle montagne sacre ove Confucio e Lao-Tsu svilupparono la filosofia umana e l'etica. Un leggero fruscio stropiccia l'aria silente. Un lampo arancione annuncia i colori di un'alba ancora lontana a venire: sono le 5 del mattino e nel monastero di Shaolin i monaci praticano le attività d'inizio giornata.

    La prima, è la cura del viso. Secondo la filosofia cinese Chan, infatti, un volto levigato, una pelle tonica e uno sguardo luminoso sono espressioni di buona circolazione del Qi, quel soffio vitale che, come il vento sostiene l'aquilone, supporta il corpo e tutte le sue funzioni. L'energia del Qi scorre all'interno dell'organismo, nei meridiani energetici, e da lì si espande fino a suo involucro, l'epidermide, dove stampa la mappa degli ostacoli, dei vortici, delle difficili risalite che ha incontrato lungo il suo cammino. La medicina tradizionale cinese ha catalogato 103 meridiani energetici costellati di 'xue', cioè di punti su cui agire per sbloccare e facilitare la circolazione del Qi: il viso ne conta ben 26!

    Getty Images

    Pubblicità - Continua a leggere di seguito

    Sul volto, quindi abbiamo una rete di 'sensori' che, sollecitati tramite digitopressione, mandano messaggi riequilibranti e riparatori al sangue, alla linfa, agli organi interni e ai tessuti esterni. Dalla pelle l'input vivificante attraversa il corpo, lo cura e ritorna poi alla cute… forse per questo i monaci hanno il volto liscio anche a ottant'anni!

    RESPIRO ANTI AGING

    Il vettore del Qi nel suo continuo viaggio dentro e fuori il corpo è l'aria, respirando consapevolmente – con calma e attenzione - possiamo rendere più efficace tutta la beauty routine. Ed eseguire il massaggio anti aging dei monaci Shaolin ogni mattina.

    Prima di iniziare, si sfregano le mani 10 volte, per caricare il cosiddetto 'pozzo energetico' che si trova al centro dei palmi. Poi, usando i polpastrelli di indice e medio, si massaggia con moto circolare pressorio il punto alla radice del naso, tra le sopracciglia, per 30 secondi; poi si fanno scorrere indice, medio e anulare ai lati del naso e quando arrivano alle fine si ripete il massaggio pressorio con moto circolare sui due punti ai lati e sotto le narici.

    Infine, si massaggia tutta la linea dello zigomo facendo scorrere indice, medio e anulare con una leggera pressione sotto l'osso e ci si ferma sul punto davanti alle orecchie eseguendo ancora un massaggio pressorio circolare.

    Getty Images

    Vi consiglio di provare perché la differenza in termini di turgore si nota già dopo la prima 'sessione'! Ma è la costanza che, come sempre, premia nel tempo dando risultati anti aging tanto evidenti quanto naturali. E non dimenticate che la cura di bellezza è tanto più efficace quanto più esprime un atto d'amore verso se stessi e la preziosità che tutti abbiamo dentro. Per questo - e in questo modo - vi auguro di curarvi molto: sarete bellissime! A ogni età, in barba agli anni.

    Felice settimana,

    Grazia

    Scopri le altre lezioni di Mindfulness

    Grazia Pallagrosi
    Grazia Pallagrosi, giornalista e insegnante di Mindfulness, vive tra l'Italia e la Thailandia, dove conduce ritiri di meditazione e riequilibrio psicofisico.s

    Pubblicità - Continua a leggere di seguito