Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Come trovare un nuovo amore: 5 consigli pratici della Mindfulness

Per trovare l'amore che ti manca devi prima amare te stessa: la volontà di amare non basta, nell'approccio mindful l'Amore è un traboccare di energie che si attivano quando si raggiunge la piena accettazione di ciò che siamo

come-trovare-nuovo-amore-consigli
Getty Images

Care amiche,

nel week end ho chiacchierato con alcune amiche che si lamentavano della loro vita sentimentale. Single di ritorno, dopo lunghi anni di matrimonio, un finale variamente travagliato e un periodo di sana solitudine vorrebbero ricominciare una nuova vita di coppia, ma la domanda è "con chi?".  Sul fronte degli incontri sembra che da tempo non si profili nulla all'orizzonte. A parte qualche infelice cantonata che le ha lasciate disilluse e scontente. Mi è tornata quindi alla memoria una frase del mio Maestro: «Puoi desiderare di avere un amore e amare, ma se questa è l'unica motivazione finirà per farti soffrire».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il punto è che la volontà di amare non basta se non si coltiva la capacità di farlo cominciando da se stessi. Nell'approccio mindful, infatti, l'Amore è un traboccare di energie che si attivano quando si raggiunge la piena accettazione di ciò che siamo, esercitando la volontà e la facoltà di ascoltarsi. Quando si apre il cuore con grande tenerezza proprio alle parti di noi che non abbiamo voluto vedere, accettare, riconoscere, smettendo di giudicarle e giudicarsi. Quando si abbracciano le proprie zone d'ombra, quelle che non ci piacciono, quelle di cui ci vergogniamo o che vorremmo tenere nascoste al mondo intero.

MATERIALIZZARE L'INCONTRO

«Per praticare il vero Amore non occorre un'altra persona: praticalo prima verso te stesso!», dice Thich Nhat Hanh. Perché, in effetti, il successo di una relazione dipende dalla capacità di riconoscere i sentimenti dolorosi che abbiamo dentro di noi - soprattutto quelli che abbiamo sempre rimosso o rifiutato - e osservarli senza combatterli, abbracciandoli fino ad averne sollievo.

Solo quando sei in grado di fare questo per te, amare un'altra persona, esserne ricambiati e costruire relazioni appaganti diventa naturale e possibile. Anche su questo fronte, quindi, è questione di addestramento della mente e del cuore: se, utilizzando le pratiche di consapevolezza, giorno dopo giorno si matura la capacità di vivere in uno stato di serenità costante nel rapporto più intimo con se stessi, allora si può riprodurre e condividere questo stato con un'altra persona.

Sono quindi le stesse energie dell'Amore che materializzano l'incontro. Che fungono da catalizzatore nella manifestazione di una realtà che è sempre proiettiva: noi non attraiamo quello che desideriamo, ma ciò che siamo! Se siamo Amore, diventeremo calamite per persone che sapranno amarci. Perché la vita è un gioco di specchi: se non sai guardarti, nessuno ti vedrà.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

COME RICONOSCERE IL VERO AMORE

E se sei stata delusa troppe volte, come puoi fidarti ancora? In realtà, il primo fattore in cui sviluppare fiducia è la nostra capacità di discernere tra un sentimento funzionale al benessere e uno anche solo potenzialmente disfunzionale. Secondo Thich Nhat Hanh, che ha aiutato molte coppie a trovare una piena serenità, ci sono alcuni elementi chiave, alcuni requisiti che consentono di capire se siamo sulla strada giusta.

1. L'apertura e la libertà

Il vero amore non rinchiude ma libera e apre il cuore verso la totalità della vita e degli esseri viventi. Se ti senti condizionata, ristretta, limitata, lascia perdere.

2. La generosità

Il vero amore è inclusivo perché non esclude nessuno e porta beneficio a tutti. Se, amando, provi senso di possesso e attaccamento, questo non è amore ma una candidatura alla sofferenza.

3. L'ascolto

Spesso iniziamo una storia proiettando sull'altro le nostre aspettative, le nostre convinzioni, i nostri bisogni, le nostre esperienze pregresse. Ci innamoriamo di una proiezione e non della persona che abbiamo di fronte. Per evitare di cadere in questa trappola così comune, la soluzione è sviluppare la capacità di ascolto: impara ad ascoltare e potrai capire chi hai di fronte.

4. La comprensione 

Se vuoi costruire una base stabile e prevenire rotture spesso impreviste, chiediti regolarmente 'Lo capisco a sufficienza'? Anche dopo mesi, anni, decenni di vita assieme, questa è la frase magica che ti può aprire un mondo.

5. La felicità 

Il vero Amore ci rende felici. Se non ci rende felici, è un'altra cosa.

Vi lascio questi piccoli spunti di riflessione e vi prometto che torneremo ancora sull'argomento.

Buona settimana,

Con Amore

Grazia

Scopri le altre lezioni di Mindfulness

Grazia Pallagrosi
Grazia Pallagrosi, giornalista e insegnante di Mindfulness, vive tra l'Italia e la Thailandia, dove conduce ritiri di meditazione e riequilibrio psicofisico.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Mindfulness