Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Ecco perché ci fa bene dire grazie

Esprimere gratitudine crea legami, scaccia i pensieri negativi e fa persino dormire meglio: ecco 6 buoni motivi per dire grazie più spesso e senza riserve

gratitudine
Getty Images

Fa bene esprimere gratitudine. Dire grazie. Alle persone che amiamo, a chi si spende per noi facendo bene il suo lavoro, a chi ci regala emozioni. Diversi studi di psicologia ci dicono che provare gratitudine, ma soprattutto saperla comunicare, è uno dei segreti della felicità. Un grazie espresso con gesti o parole migliora la qualità della vita, ci fa sentire più vitali, felici, generosi, consapevoli e aperti alla vita. Ecco sei validi motivi per esprimere più spesso, e senza riserve, la nostra gratitudine. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

1. Aiuta a cogliere gli aspetti positivi della vita

Getty Images

Provare gratitudine e saperla esprime con i gesti o le parole significa saper cogliere il bello della vita, gli aspetti positivi che pur ci possono essere anche nei momenti di sconforto. E' anche un modo per dare valore ai tanti doni che riceviamo ogni giorno (dalla natura come dalle persone) e per aumentare la consapevolezza di sé e di quello che accade attorno a noi. 

2. Crea legami tra le persone

Esprimere gratitudine può aiutare a instaurare nuovi rapporti o a rafforzare quelli esistenti. Dopo una sincera dimostrazione di gratitudine, il legame tra due persone inevitabilmente cambia, diventa più intimo, più profondo. Che sia un insegnante che ci ha trasmesso un sapere, uno scrittore che ci ha dato emozioni o il vicino di casa che ci ha innaffiato le piante, non fa differenza. L'importante è enfatizzare questo momento, nei modi e nei tempi che ciascuno ritiene più congrui. Certo è che dire "grazie" via sms non è come andare a trovare qualcuno e ringraziarlo di persona, guardandolo negli occhi, stringendogli la mano, abbracciandolo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Getty Images

3. Sviluppa empatia

Quando esprimiamo gratitudine, dimostriamo di saper aprire il nostro cuore, di aver condiviso un'emozione e quindi esercitiamo empatia con la persona che ci sta di fronte. Questo vibrare all'unisono crea benessere sociale attorno a noi ed è una mossa che previene il conflitto. 

4. Genera ottimismo

La gratitudine è grande alleata dell'ottimismo. E siccome le emozioni positive sono incompatibili con quelle negative, la possibilità di provare ed esprimere gratitudine ci porta immediatamente nella sfera della speranza, della sorpresa, della gioia, del sorriso, dell'ascolto, della reciprocità. 

Getty Images

5. E' un antidoto al lamento

La riconoscenza verso le persone o nei confronti della vita è un ottimo antidoto al lamento, al pensiero ruminante, ossessivo, tipico delle persone ingrate, che non genera nulla di positivo. Soprattutto nei momenti di difficoltà e sofferenza, avere qualcuno da ringraziare può aiutare a vedere meno nero. 

6. Migliora la qualità del sonno

Cogliete il suggerimento dello psicologo americano Robert Emmons, massimo esperto in gratitudine: pensate ogni giorno alle cose per cui potete sentirvi grati e magari scrivetele sul diario o prendete l'abitudine di pensarci la sera, prima di prendere sonno. Vi farà dormire meglio. 

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Emozioni