Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Come praticare la meditazione in acqua

La meditazione in acqua è un'esperienza molto piacevole, rilassante e riequilibrante a livello energetico: ecco come provarla al mare mentre sei in vacanza con i nostri consigli pratici

meditazione in acqua
Getty Images

Care amiche, vi immagino (quasi) tutte in relax questa settimana! Io sono Bali e sto per iniziare un ritiro di Mindfulness con un piccolo gruppo di italiane che staranno con noi fino al 28 di agosto per praticare le meditazioni di consapevolezza, rigenerare il corpo e la mente, godere di un nutriente riallineamento energetico con natura.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Amo condurre queste "vacanze speciali" in cui il tempo del riposo diventa tempo di rinascita e la gioia più grande per me è vedere la serenità che si dispiega, giorno dopo giorno, dalla mente/cuore dei miei allievi come una farfalla che esce dal bozzolo e si libra in tutta la sua bellezza. È un'esperienza ogni volta diversa, un grande dono che ho la fortuna di ricevere e, allo stesso tempo, dare. Per questo, da oggi alla prima settimana di settembre non mi troverete al nostro consueto appuntamento su Gioia.it: mi prendo 15 giorni di break per dedicarmi completamente al ritiro. Chi è curioso di sapere cosa faremo trova un esempio di giornata-tipo nel mio sito Ritiro In Paradiso, dove c'è già il programma della vacanza che condurrò il prossimo febbraio a Phuket, in Thailandia. Tra le attività, oltre alle diverse meditazioni di consapevolezza, ci sono alcune pratiche che beneficiano del clima sempre dolce a favore di un profondo riallineamento con gli elementi di natura. La meditazione in acqua, per esempio, è un'esperienza molto piacevole, nutriente e riequilibrante a livello energetico. Potete provarla anche voi, in questi giorni di in cui siete al mare, immergendovi lontane dalla folla, dove l'acqua è tranquilla e si sentono solo i rumori della natura. Ecco come fare.

  • Iniziate con qualche minuto di meditazione camminata sulla battigia: concentrate l'attenzione sulle diverse sensazioni che percepite sotto i piedi in base alla consistenza della sabbia (morbida o dura, granulosa o sottile, secca o umida, fresca o calda…).
  • Entrate in mare lentamente, concentrandovi sulle sensazioni tattili date dal contatto dell'acqua con la pelle dei piedi, delle caviglie, dei polpacci, delle ginocchia e così via fino al petto e alla gola.
  • Distendetevi come quando fate il morto, con le gambe e le braccia divaricate.
  • Chiudete gli occhi e registrate le nuove sensazioni in questa posizione: la leggerezza del corpo sostenuto dal mare, il calore del sole sul viso, la carezza del vento sulla pelle, la freschezza data dall'acqua sulla nuca…
  • Socchiudete gli occhi e iniziate ora a respirare in modo consapevole: ispirando, fate entrare dalle narici il colore azzurro del cielo; espirando, fate scorrere l'aria azzurra dentro tutto il corpo e immaginate che esca dalle dita dei piedi. Continuate così per alcuni minuti.
  • Inspirando, assorbite l'azzurro del cielo dalle narici ed espirando immaginate che l'aria azzurra  esca nell'acqua dalle dita della mani. Continuate così per alcuni minuti.
  • Ora chiudete di nuovo gli occhi. Inspirate l'azzurro e la freschezza del mare dalle dita delle mani, fateli scorrere per tutto il corpo ed espirateli dalle dita dei piedi. Continuate così per alcuni minuti.
  • Quando sentite che l'interno del vostro corpo è completamente trasparente, leggero, fresco e azzurro ritornate dolcemente a riva, nuotando o camminando lentamente.
    Pubblicità - Continua a leggere di seguito

    Se siete in dolce compagnia, potete praticare questa meditazione tenendo per mano il partner (o una cara amica): appoggiate la vostra sinistra sulla sua mano destra (o viceversa), stendetevi in acqua, iniziate a respirare e a visualizzare.

    Se siete mamme, dopo qualche esercitazione per impratichirvi potrete usare questa tecnica come gioco per donare serenità, pace e gioia ai vostri bambini. Sarebbe bello se poi ci raccontaste come è andata, perché le esperienze con i piccoli sono sempre straordinarie e vi stupirete della loro - spesso incredibile - capacità di concentrazione. A questo proposito vi racconterò, un giorno, le mie esperienze con i bimbi da 3 a 12 anni ai quali insegno meditazione in una scuola dell'hinterland milanese. Ma quella è un'altra storia :-)

    Per il momento vi auguro giorni dipinti di blu, e serene immersioni nel vostro cielo interiore,

    con Amore

    Grazia

    Grazia Pallagrosi, giornalista e insegnante di Mindfulness, vive tra l'Italia e la Thailandia, dove conduce ritiri di meditazione e riequilibrio psicofisico.

    Pubblicità - Continua a leggere di seguito
    Altri da Mindfulness