"Cara Barbara, mia sorella è invidiosa di me e parla male di mio marito. Perché vuole rovinarmi la vita?"

Lei vuole dividervi, distruggere la vostra intesa? Attenzione perché è capace di invidiarti anche le disgrazie. Sbattila fuori subito

image
Carli Jeen / Unsplash

Lettori e lettrici di Gioia! mi scrivono per un consiglio sentimentale. Ecco la lettera di una donna che ha una sorella invidiosa e sotto la mia risposta.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

"Mia sorella è sempre stata lasciata, finché ha sposato uno qualunque e hanno divorziato presto, con un figlio usato per farsi i dispetti fra loro. È stata molto invidiosa quando ho sposato il mio amore, e abbiamo avuto anni di felicità assoluta. Poi lui ha incontrato un'altra e se n'è andato, quando me l'ha detto abbiamo fatto a chi piangeva di più, era disperato di darmi quel dolore. In seguito è stato leale, economicamente più che generoso, vicino in ogni situazione difficile. Poi ha lasciato l'altra, perché era gelosa della mia presenza, e sapeva che lui non mi aveva mai dimenticata. Siamo tornati insieme in piena felicità. Poi lui si ammala di Sla. Ora è in poltrona a rotelle, e io gli sono vicina in ogni istante. Stavolta il nostro amore è ancora più forte. Mia sorella mi tormenta, mi dice che lui sapeva della malattia anche prima, e che è tornato solo perché gli facessi da serva. Ma quale serva? Io lo amo in salute e in malattia, come disse l'officiante il giorno delle nozze. Purtroppo non si può divorziare da una sorella…". (Anita)

Sì che si può, invece! Anzi si deve, per sentenza del tribunale più autorevole, quello del buon senso, in nome del diritto alla felicità. La tua infinitamente fastidiosa sorella ha la disgrazia più dannosa a sé e agli altri, l'invidia. L'invidia è l'opposto dell'amore, ma come l'amore non dà requie, e riconosce la sua nemica, la speranza. E vuole abbatterla a tutti i costi. L'invidia è eroica nella sua missione, rovinare la vita agli altri. Questa invidiosa a tutto tondo è un'ottimista paradossale: è capace di invidiarti anche le disgrazie. Non le basta il dolore che hai provato nella separazione dal tuo unico amore, non le basta che lui abbia una malattia drammatica, che la gioia di esser tornati insieme sia insidiata dal male. Vuole dividervi, distruggere la vostra intesa, vi vuole morti perché siete migliori di lei. Divorzia, e subito. Sbattila fuori quando viene in visita, proibiscile di telefonarti, ordinale di sparire. La tua storia è già abbastanza difficile anche senza questa condanna. Bisogna stare solo con chi amiamo, e ci ama. Tutto il resto è inferno.

Scrivete a Barbara Alberti all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Emozioni