Perché farsi degli amici in ufficio è fondamentale

Statene certe, stringere amicizie sul posto di lavoro potrebbe avere un impatto sul vostro livello di felicità molto più profondo di quanto non crediate: quindi dateci dentro e iniziate a socializzare anche con i colleghi d'ufficio

image
Getty Images

Invitiamo le gentili lettrici ad evitare, almeno per qualche minuto, a non soffermarsi a pensare proprio a quei colleghi impossibili che vanificherebbero lo scopo di questo articolo. Che è, invece, convincervi dell'importanza di far diventare anche amici quelli che finora sono rimasti semplici colleghi. Certo, se fate parte di quelle dedite allo smart working la faccenda, con i suoi pro e contro, non vi riguarda, ma se ogni santo giorno vi alzate e vestite per andare in ufficio, tanto vale che quello diventi un luogo più piacevole possibile. E che cosa conoscete di più piacevole al mondo di una buona e robusta amicizia?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Getty Images

Perché se c'è una verità incontestabile quella è che l'amicizia, sentimento al quale è dedicata anche una giornata mondiale, ci rende felici. Quindi, non è, forse, possibile dare una chance anche ai nostri colleghi di diventare qualcosa di più, magari persone con cui uscire a cena, andare a un concerto o, esageriamo, confidarsi? Esiste, addirittura, una ricerca pubblicata su The Atlantic che ci dice come stringere un rapporto di affetto sul posto di lavoro migliori la nostra efficienza e pure la nostra felicità molto più di quanto farebbe un aumento.

Getty Images

Ma, venendo al sodo, come fare per passare da colleghi ad amici? Beh, una strategia valida, se fate parte delle indefesse facce di bronzo, potrebbe essere quella di farsi invitare a cena, et voilà: non c'è situazione migliore per far sbocciare un'amicizia di un momento conviviale come quello di una cena. Un momento intimo e festoso, infatti, permette di discorrere dei propri gusti e scoprire dettagli finora sconosciuti del proprio commensale, come, per esempio, un particolare regime alimentare. Se, invece, siete più tipe da passo dopo passo, lasciate perdere la cena e partite dalla condivisone della pausa caffè, ma attenzione: evitate di parlare del più e del meno e tentate di andare più sul personale. Insomma, fate vedere che c'è uno spiraglio, un margine di manovra per entrare più in intimità e vedete che succede. Potreste davvero rimanere stupiti del risultato finale. In bocca al lupo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Emozioni