Ecco spiegato perché l'estate è la stagione dell'anno in cui le coppie vanno in crisi

Non solo vacanze, viaggi e relax: i mesi estivi sono anche quelli a più alto tasso di rotture e separazioni, e fra le cause ci sono la gelosia e i tradimenti al primo posto, ma anche un altro motivo che forse non ti aspetti

Estate stagione separazioni rotture
Getty Images

Sapeva quel che diceva, Lana Del rey, quando ci cantava della Summertime sadness, la tristezzza dell'estate. Come la chiamereste voi la stagione in cui quasi 1 coppia su 4 decide di mollare il colpo (anche se probabilmente già da tempo si erano presentati i più classici segnali di crisi)? E se anche a voi è toccato supplicare all'ultimo qualche buonanima di amica perché vi raccattasse come un gatto randagio e fradicio e vi portasse in vacanza con lei a Formentera, visto che proprio a pochi giorni dalla partenza vi eravate lasciate con il vostro lui di turno, ebbene allora sapete esattamente di che cosa stiamo parlando. Ma perché proprio d'estate si mandano a rotoli mesi se non anni di relazione amorosa?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Getty Images

Secondo la maggior parte dei terapisti di coppia oltre il 20% delle coppie scoppia proprio durante le vacanze e il motivo è proprio l'eccesso di aspettative di cui questo momento viene caricato. Questo carico di ansie spesso finisce per trasformarsi in occasioni di litigi, bronci e musi lunghi. Avete presente, no, quel vortice di lagne, lamenti e proteste che nascondono tutto un mondo sommerso che significa tutt'altro? Per non parlare, poi, della gelosia, autentica bestia nera dei mesi, diciamo così, più spogliati. Pare che le liti causate dalla gelosia subiscano un'impennata quando anche il termometro, in parallelo, sale. Inoltre, la bella stagione invita a uscire più frequentemente, e la tentazione è più forte. L'essere umano è sempre più soggetto e assoggettato a quest'idea che dietro l'angolo ci sia sempre qualcosa di meglio: in sostanza, diventa più difficile fermarsi se già si è in crisi, ed è più facile che le maggiori occasioni determinino una scelta più radicale.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Infine, vale la pena citare fra i motivi di rottura più gettonati anche la scarsa intesa sessuale o un drastico calo del desiderio che forse era rimasto più celato tra i mille impegni a cui fra fronte nei mesi invernali, mentre non può che risultare lampante in una stagione in cui si è più portati a voler godere dei piaceri della vita sociale e relazionale. Però è senza dubbio il tradimento, o meglio l'avventura estiva (e se siete così masochiste dal volerlo stanare a tutti i costi, imparate come si scopre se lui vi tradisce) al primo posto delle cause di separazione. Proprio perché c'è più tempo, non solo chi tradisce ha più occasione di tradire, ma anche chi subisce il tradimento ha più tempo per fare attenzione a certe cose.

Ma se sciorinati i vari «perché» avete soprattutto voglia di qualche consiglio per evitare che una relazione naufraghi in spiaggia, eccovi accontentate.

  1. Lasciate cellulari e computer portatili o tablet in hotel, in modo da vivere più intensamente i momenti romantici di una vacanza e lasciare spazio agli sguardi e alla riscoperta dell'intesa di coppia.
  2. Pianificate nel modo più semplice possibile i viaggi, per evitare che le corse a perdifiato per prendere treni o aerei non si trasformino in nuove occasioni di stress e mugugno.
  3. Cercate di essere più flessibili, lasciando che il vostro partner faccia quello che più desidera, perché non è necessario dover condividere ogni momento della vacanza.
    Pubblicità - Continua a leggere di seguito
    Altri da Emozioni