Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

«Il mio fidanzato si comporta come se fosse single e mi propone la coppia aperta»

«Ci amiamo da 5 anni e conviviamo, ma il suo amico del cuore gli ha detto che si è imborghesito e lo trascina nelle sue serate di conquista»: abita da te ma vuol fare il single e invita anche te a farlo? Bene, fuori: come fai a essere libera con lui fra i piedi?

Getty Images

La scrittrice Barbara Alberti risponde alle lettrici e ai lettori di Gioia! che vogliono sottoporle i loro problemi di cuore: scrivetele all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it. Ecco il suo consiglio a una donna il cui fidanzato si comporta, benché vivano insieme, come se fosse ancora single e le propone di fare lo stesso.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

La lettera

«Lo chiamerò Luca. Ci amiamo da 5 anni. Lui single ideologico, teorizzava che le relazioni stabili sono una prigione, ecc, ecc. L'ha fatta così lunga che quando alla fine mi ha chiesto di sposarlo io gli ho detto no, meglio la convivenza, così ti senti libero e anch'io. Ho una casa grande, è venuto a stare da me.
 Al dunque s'è dimostrato fedelissimo, innamorato, geloso, monogamo e così appiccicoso che chi si sentiva qualche volta in prigione ero io. Poi torna dagli Usa il suo amico del cuore, di quando erano due scapestrati, e comincia a sfotterlo: Come ti sei imborghesito! Non ti riconosco più, sei diventato un Fantozzi, 
dov'è il Luca dei bei tempi? Mi fai pena... Lui, per non deludere l'amico s'è lasciato trascinare nelle sue serate di bevute e di conquiste. Di colpo si comporta da single, dorme spesso fuori e mi invita a prendermi anch'io le mie libertà. Che faccio, li strozzo?» (Malena)

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Risponde Barbara Alberti

Semmai lo strozzi, l'amico è un cretino di passaggio, è Luca il campione di faccia tosta mondiale. Ma non occorre il delitto. Caccialo di casa. Abita da te ma vuol fare il single e invita anche te a farlo? Bene, fuori: come fai a essere libera con lui fra i piedi? Segua pure il patetico révenant che cerca attraverso di lui la gioventù perduta, il libertino che come i moralisti ha il vizio più fastidioso, quello di convertire. Odio i fondamentalisti della bisboccia. I festaioli per forza sono tristissimi, e sciocchi: pensano che se non fai come loro sei uno sfigato. Il fatto è che lui invidia Luca, e vuole rovinargli la storia con te. Ci sta riuscendo. E forse lo devi ringraziare, perché senza di lui non avresti saputo quanto sciocco e debole fosse il tuo Luca, pronto a sacrificarti per fare bella figura con l'amico, che ai suoi occhi conta più di te. Fagli trovare le valigie pronte e mettilo alla porta, dicendo «Sai, hai ragione, meglio soli. Sono sola» (e poi ci sono anche dei vantaggi provati scientificamente nell'essere single).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Emozioni