Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Il test psicologico che ti spiega una volta per tutte come mai sei ancora single

Realizzata, brillante, piena di amici, eppure eterna single o poco appagata dalle relazioni, come mai? La risposta arriva dalla neuroscienza, perché la capacità di sedurre e di entrare in sintonia con gli altri si può allenare: scopri il tuo profilo

Dmitriy Ilkevich / Unsplash.com

C’è chi instaura legami duraturi con uomini interessanti e chi, invece, brancola alla ricerca dell’introvabile anima gemella. Colpa del destino avverso o delle delusioni passate? Né l’uno né l’altro. Secondo le ultime teorie della psicologia relazionale e contemplativa, il salto dall'essere single cronica (o dalle relazioni a singhiozzo) alla felicità sentimentale è indipendente dalle esperienze pregresse, e avviene quando
si sviluppano due risorse: i propri social skill, cioè le qualità che aiutano a entrare in buona relazione con gli altri, e la cosiddetta agilità emotiva.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

«Si tratta di acquisire una flessibilità che porta ad accettare, gestire e integrare le emozioni negative e i lati ombra fino a sentirsi completi nella propria imperfezione», spiega la psicologa Susan David della Harvard Medical School. Protagonista è il cuore che, secondo la neurocardiologia, agisce come un secondo cervello: ha 40.000 neuroni, produce neurotrasmettitori (come l’ossitocina, che favorisce le unioni stabili), invia messaggi ai centri cerebrali, influenzando le nostre scelte affettive, ed emette un campo elettromagnetico che, spiegano al California Institute of HeartMath, è 5.000 volte più potente di quello del cervello.

La seduzione, quindi, diventa un gioco di risonanze in cui il cuore attrae chi vibra sulla lunghezza d’onda delle nostre emozioni più nascoste. La buona notizia è che questa dinamica si può indirizzare a proprio vantaggio. Come? Rispondi alle domande del test a pagina seguente, trova il tuo profilo sommando le lettere delle risposte (a, b, c) e scopri come aumentare il potenziale di successo in amore.

rawpixel.com / Unsplash
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Fai il test

Rispondi alle domande seguenti per capire come ami.

1. Quando parli a una persona appena conosciuta, cerchi di:
a. Fare buona impressione
b. Metterla a suo agio
c. Metterti nei suoi panni

2. Un collega ti dice che l’hai offeso con il tuo modo di fare. Tu pensi:
a. Quante storie, non me ne sono accorta!
b. Caspita, devo stare più attenta.
c. Ti scusi, anche se sai di avere ragione.

3. Stai chiacchierando in compagnia:
a. Qualsiasi sia l’argomento, racconti qualcosa di te e del tuo modo di essere.
b. Ti lasci trasportare dall’emozione.
c. Scegli con cura le parole, per non causare disagio a nessuno.

4. Quando qualcuno ti parla:
a. Capisci già cosa ti vuole dire
b. Prima che finisca, sai cosa rispondere
c. Ascolti fino alla fine, senza distrarti.

5. Dai consigli:
a. A tutti. Anche se gli altri non lo chiedono, spieghi cosa dovrebbero fare.
b. A chi ti confida le sue difficoltà.
c. A chi ti chiede aiuto espressamente.

6. Quando tieni a una persona:
a. La aiuti a cambiare in meglio.
b. La accetti com’è, con pregi e difetti.
c. Le dici tutto quello che apprezzi di lei, senza mai darlo per scontato.

7. Senti il bisogno di difenderti:
a. Sempre.
b. Quando ricevi delle critiche o se qualcuno ti mette in difficoltà.
c. Raramente.

8. Un amico è in difficoltà:
a. Vorresti aiutarlo, ma sei molto impegnata.
b. Gli fai una telefonata.
c. Trovi tempo per sederti con lui – occhi negli occhi – ad ascoltarlo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

9. Il perdono è:
a. La virtù dei deboli.
b. La virtù dei forti.
c. Un atto che rende liberi.

10. Ti ha fraintesa:
a. Perché non ha capito.
b. Non ti ha ascoltato davvero.
c. Forse non ti sei espressa bene.

11. Il conflitto:
a. È una battaglia: c’è chi vince e chi perde.
b. Non lo sopporti, quindi lo eviti.
c. Fa parte della vita: bisogna affrontarlo gestendo bene le proprie emozioni.

Scopri il tuo profilo

PROFILO A: Donna al centro

Hai un cuore grande, ma mai quanto il tuo “io”. Sei una donna aperta, brillante, e nelle occasioni social adori intavolare lunghe conversazioni anche con persone sconosciute. Ma per quanti secondi riesci a seguire le parole dell’altro prima che la tua mente voli altrove? O senza parlare di te? Il tuo obiettivo: allenare la capacità di ascolto unita a quella di mettersi nei panni degli altri, uscendo dalla modalità egoriferita. Esercitati ad ascoltare fino in fondo. Invece di inquadrare una persona associandola a uno dei modelli umani che hai già incontrato, fatti raccontare la sua vita, e immagina di aver trascorso anche solo qualche mese nei suoi panni. La parola chiave è empatia. Tutti siamo predisposti per svilupparla: la parte del nostro cervello che presiede alle emozioni e ai sentimenti è il sistema limbico, che è un anello aperto, non chiuso. Quindi basta allenarsi per risvegliare la naturale capacità di interconnessione, entrando in sintonia.

PROFILO B : The mentalist

Sei molto razionale, hai un buon “senso degli altri” e sai tenere l’ego sotto controllo, creando un terreno fertile per relazioni felici. Ma non sempre dimostri ciò che provi, rischiando di apparire fredda e disinteressata. Abituati ad allenare la compassione, ovvero la capacità di “sentire” le emozioni degli altri in modo non passivo, ma assertivo. Unita alla gratitudine e alla gentilezza, è uno dei sentimenti che contribuisce a sviluppare, nel nostro cervello, la corteccia prefrontale sinistra, quella che presiede al pensiero positivo e alla capacità di aprirsi alla vita con entusiasmo. Studi sui neuroni a specchio confermano: ama la vita e sarai amato! Senza contare che il cuore ha un campo elettromagnetico 5.000 volte superiore a quello del cervello, così intenso da consentirci di entrare in risonanza con gli altri: quello che senti, quindi, diventa quello che trasmetti, attraendo persone sulla tua stessa lunghezza d’onda.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

PROFILO C: Energia romantica
La tua intelligenza emotiva ti rende una leader capace di scatenare passioni e trascinare coscienze. Ma da cosa ti difendi con tanta grinta? Perché anteponi il tuo spirito competitivo? Non avere paura di mostrarti ingenua o romantica. Là fuori non c’è solo un mondo di lupi. Per quanto tu possa sentirti delusa, la realtà non è tutta come sembra: la scienza ha dimostrato che, a differenza di quanto sostenevano le vecchie teorie evoluzionistiche, gli esseri umani sono più predisposti a unirsi e condividere, anziché a separarsi e competere. Non è vero che vincerà il più forte: vincerà il più amorevole. Dalle indagini delle neuroscienze emerge un nuovo modello d’uomo, fondamentalmente predisposto all’amore. Un uomo che sa mettersi nei panni dell’altro, sa ascoltare e incarnare comportamenti (e trovare soluzioni) che siano di beneficio a più persone possibili. Quindi il futuro è dalla tua parte. L’anima gemella, se non è già al tuo fianco, aspetta solo che tu ti lasci andare.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Emozioni