Cibi pericolosi, la lista nera di Coldiretti

Coldiretti ha stilato la black list dei 15 cibi più pericolosi che vengono importati nel nostro Paese, capaci di mettere a rischio la salute a causa delle sostanze dannose che contengono: scopri quali sono

cibi pericolosi elenco
Getty Images

Dal Forum Internazionale dell'Agricoltura e dell'Alimentazione di Cernobbio Coldiretti lancia l'allarme: in Italia sono aumentate le importazioni di cibi pericolosi - ovvero contenenti residui chimici, micotossine, metalli pesanti, contaminanti microbiologici, diossine o additivi e coloranti - provenienti da Paese europei e non. Anche perché molti di questi prodotti vengono utilizzati come ingredienti nelle preparazioni alimentari poi spacciate per Made in Italy senza che questo venga riportato in etichetta.

Per quanto riguarda il vero Made in Italy invece l'agricoltura italiana è la più green d'Europa con 285 prodotti a denominazione di origine (Dop/Igp), il divieto all'utilizzo degli Ogm e il maggior numero di aziende biologiche. Inoltre il nostro Paese è al vertice della sicurezza alimentare mondiale con il minor numero di prodotti agroalimentari con residui chimici irregolari, una quota inferiore di quasi 4 volte rispetto alla media europea e di oltre 14 volte quella dei prodotti extracomunitari.

Quindi quando andiamo a fare la spesa, onde evitare brutte sorprese, diamo sempre un'occhiata alla provenienza dei prodotti che mettiamo nel nostro carrello, dando la precedenza ai prodotti certificati e a chilometro zero, e tenendo presente la black list dei 15 cibi più pericolosi in assoluto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Cibi pericolosi: frutta secca proveniente dalla Turchia
Getty Images

Al primo posto della classifica troviamo le nocciole dalla Turchia, il prodotto più pericoloso di tutti con la presenza di aflatossine oltre i limiti. Le importazioni sono aumentate del 47%.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
2 Cibi pericolosi: frutta secca proveniente dalla Cina
Getty Images

Al secondo posto della black list ci sono le arachidi dalla Cina contaminate da aflatossine, e le importazioni di questo prodotto nel 2015 sono aumentate addirittura del 141%.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
3 Cibi pericolosi: erbe officinali e spezie dall'India
Getty Images

Tra le spezie finite nel mirino di Coldiretti c'è il peperoncino indiano, in seguito a ripetuti allarmi su contaminazioni microbiologiche e pesticidi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
4 Cibi pericolosi: pesce proveniente dalla Spagna
Getty Images

Al quarto posto si posizionano il tonno e il pesce spada provenienti dalla Spagna, pesce trovato con all'interno elevati livelli di metalli pesanti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
5 Cibi pericolosi: frutta e verdura dalla Turchia
Getty Images

Attenzione anche ai fichi secchi e ai peperoni provenienti dalla Turchia, a causa anche in questo caso di aflatossine e pesticidi oltre i limiti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
6 Cibi pericolosi: frutta secca proveniente dall'India
Getty Images

I semi di sesamo, così preziosi per il loro contenuto di calcio, provenienti dall'India sono stati invece trovati contaminati dalla salmonella.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
7 Cibi pericolosi: frutta secca proveniente dall'Iran
Getty Images

Aflatossine oltre i limiti anche per la frutta secca proveniente dall'Iran, soprattutto pistacchi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
8 Cibi pericolosi: frutta e verdura dall'Egitto
Getty Images

Alti i livelli di pesticidi ritrovati nella frutta e nella verdura proveniente dall'Egitto, soprattutto fragole e olive.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
9 Cibi pericolosi: frutta secca proveniente dagli Stati Uniti
Getty Images

Il pericolo da Oltreoceano arriva dai pistacchi, ritrovati con un alto contenuto di aflatossine.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
10 Cibi pericolosi: pesce proveniente dal Vietnam
Getty Images

È il pangasio il pesce proveniente dal Vietnam che entra in classifica al decimo posto a causa degli alti livelli di metalli pesanti ritrovati al suo interno.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
11 Cibi pericolosi: erbe e spezie dalla Cina
Getty Images

Non solo pesticidi oltre i limiti ma anche microbiologici per le erbe e le spezie provenienti dalla Cina, in particolare nella paprika.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
12 Cibi pericolosi: latte proveniente dalla Francia
Getty Images

A causa di contaminazioni microbiologiche anche il latte proveniente dalla Francia, e utilizzato per la fabbricazione di formaggi, finisce all'interno della black list di Coldiretti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
13 Cibi pericolosi: novel food proveniente dagli Stati Uniti
Getty Images

Sempre dagli Stati Uniti, un altro pericolo è rappresentato dai cosiddetti novel food, prodotti di importazione che contengono sostanze non autorizzate.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
14 Cibi pericolosi: pollame proveniente dalla Polonia
Getty Images

Nelle carni bianche provenienti dalla Polonia sono state ritrovate contaminazioni microbiologiche, per cui il pollame è finito al 14mo posto della classifica dei cibi più pericolosi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
15 Cibi pericolosi: frutta e verdura proveniente dalla Cina
Getty Images

Chiude la classifica la frutta e la verdura proveniente dalla Cina, soprattutto broccoli e funghi, a causa dei livelli di pesticidi oltre i limiti consentiti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Diete