Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Dieta in gravidanza: i consigli e gli alimenti giusti per non ingrassare troppo mentre aspetti

In gravidanza bisogna prestare molta attenzione a quello che si mangia, scopri i cibi migliori che non devono mai mancare sulla tua tavola

Come non ingrassare in gravidanza
Getty Images

Mangiare sano in gravidanza è un vero e proprio imperativo categorico: già perché nonostante tutti ti dicano che devi mangiare per due in realtà il tuo fabbisogno calorico non raddoppia (devi assumere soltanto 200 calorie in più circa), e per non ingrassare in gravidanza, ma anche e soprattutto per la buona salute del tuo bambino o della tua bambina, devi prestare ancora più attenzione agli alimenti che introduci nel tuo organismo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Come aumenta il peso in gravidanza?

Secondo i ginecologi l'aumento di peso corretto deve essere compreso tra i 9 e i 14 chilogrammi, ma si tratta di indicazioni di massima perché ogni donna è a sè e soprattutto molto dipende dal peso iniziale (se in partenza si era sottopeso, normopeso o sovrappeso). In ogni caso, per qualsiasi dubbio, chiedi senza paura al medico che sta seguendo la tua gravidanza che saprà darti le indicazioni più giuste per te. Sicuramente però è bene non prendere troppo chili in gravidanza, perché si potrebbe andare incontro a problemi di salute come diabete gestazionale, aumento della pressione e della glicemia.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Dieta inizio gravidanza

L'inizio è la fase più critica per quanto riguarda la dieta in gravidanza, soprattutto per chi soffre di forti nausee nelle prime settimane dal test di gravidanza positivo: magari non hai voglia di mangiare, e quel poco che riesci a mandare giù non riesci a trattenerlo a lungo nello stomaco. Però non preoccuparti, si tratta di una fase passeggera: cerca di preferire cibi leggeri, ricchi di carboidrati, e, specialmente al mattino, alimenti secchi. Per la tua colazione in gravidanza scegli latte parzialmente scremato o anche un caffè d'orzo, fette biscottate, marmellata e yogurt magro. A pranzo e cena ricordati di mangiare pesce, almeno due volte alla settimana, carne bianca, frutta e verdura, cereali integrali, e di bere acqua in abbondanza. Evita i dolci, le bibite, gli insaccati, i piatti troppo grassi e i fritti e tieni presente che mediamente l'aumento di peso nel primo trimestre di gravidanza è scarso, si inizia ad aumentare a partire dalla 14ma settimana.

Alimentazione in gravidanza per non ingrassare

L'alimentazione corretta in gravidanza, per quanto riguarda il secondo trimestre, si basa sugli stessi principi del primo e, una volta oltrepassato l'antipatico scoglio delle nausee, puoi ritrovarti a desiderare cibi strani o abbinamenti strampalati. Tranquilla, è normale!

Dieta terzo trimestre di gravidanza

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Con l'utero, ormai diventato enorme, che schiaccia lo stomaco alla fine della gravidanza mangiare non è proprio il massimo anche se parallelamente il tuo fabbisogno calorico aumenta: spazio a carboidrati e fibre, e (come anche in tutto il resto della gravidanza) cerca di mangiare poco ma spesso intervallando i pasti principali con alcuni spuntini.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Cibi sì e cibi no in gravidanza

Si può bere il the verde in gravidanza? Si possono mangiare insalata, finocchio, melone in gravidanza? E che dire della fontina e della mozzarella in gravidanza? E del gelato? E della pizza?

Per quanto riguarda la dieta in gravidanza c'è anche il capitolo sui cibi che si possono mangiare e quelli invece che sono da evitare anche se, per quanto riguarda gli alimenti sconsigliati, come sempre il condizionale è d'obbligo (in molti casi infatti si tratta solo di rischio potenziale, e dipende da tutta una serie di fattori, soprattutto a livello di produzione). In ogni caso per qualsiasi domanda è sempre bene chiedere consiglio al proprio ginecologo, e applicare le normali regole di buonsenso senza impazzire!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Diete