Dieta: la zona mediterranea

Il nuovo regime alimentare del dr. Barry Sears, riunisce i pregi della dieta Mediterranea e della Zona. Per perdere peso e vivere più a lungo

La Zona Mediterranea non è una variante della dieta Mediterranea, spesso erroneamente associata al consumo di pasta e pane o cereali raffinati, ma insegna a riappropriarsi della 'potenza' del cibo del Mediterraneo, ricco di sostanze preziose come i polifenoli (frutti rossi, mirtilli, vino rosso, pomodoro, semi) e gli omega-3 (pesce, tofu, mandorle, noci, olio di semi di lino e di nocciole).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

La Zona Mediterranea è quindi un'evoluzione della Zona, della quale mantiene i punti cardini,  con in più polifenoli (meglio quelli ricchi di antociani) e omega-3.

Le regole della dieta zona

La Dieta Zona è una strategia alimentare ipocalorica e antiinfiammatoria – inventata vent'anni fa dal dottor Barry Sears, biochimico, ricercatore del MIT e presidente dell'Inflammation Research Foundation, – che permette di rimanere in forma praticando una corretta attività fisica e mangiando di tutto, nella giusta quantità, senza escludere nulla in particolare, grazie al bilanciamento di carboidrati, proteine e grassi.

Un aspetto fondamentale della strategia alimentare Zona è l'attenzione all'indice e al carico glicemico.I carboidrati alzano la glicemia, ovvero il livello di glucosio (uno zucchero) nel sangue: un evento del tutto normale, ma se la qualità e la quantità dei cibi non sono ideali, l'aumento può essere eccessivo e portare all'accumulo di grasso.

Ma non finisce qui. A un forte aumento della glicemia segue, nel giro di qualche decina di minuti, un suo brusco calo che si manifesta con un'intensa sensazione di fame: un risultato tipico dell'assunzione di alimenti definibili "ad alto indice glicemico".Se, al contrario, la quantità e la qualità dei carboidrati sono ideali, l'innalzamento della glicemia è lieve e costante ed è accompagnato da un senso di sazietà per alcune ore, conseguenza caratteristica degli alimenti "a basso indice glicemico".

Il controllo dei livelli della glicemia è dunque la chiave del mantenimento di uno stato di salute ottimale e, se associato a un apporto proteico significativo, costituisce il segreto della sostenibilità di un regime alimentare a lungo termine, grazie alla capacità di favorire il raggiungimento del senso di sazietà.L'indice glicemico degli alimenti si può individuare anche consultando il portale Glycemicindex della University of Sydney.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Le 5 regole della Dieta Zona Mediterranea

  1.  In ogni pasto e spuntino si devono assumere, carboidrati, proteine e grassi nel rapporto calorico 40 30 30.
  2. Ogni giorno si devono suddividere gli alimenti in 3 pasti principali e in 2 o 3 spuntini.
  3. Non devono trascorrere più di 5 ore tra un pasto e l'altro.
  4. Quotidianamente bisogna assumere omega-3 e polifenoli, preziosi alleati del benessere.
  5.  40 30 30 sono anche i minuti di attività fisica da mettere in conto alla settimana.

    La Zona Mediterranea si può seguire grazie a due speciali menu, uno facile e l'altro gourmand:– il Menu "la settimana facile" è un approccio easy studiato da Daniela Morandi, nutrizionista e naturopata. Per facilitare il percorso dietetico, si possono sostituire alcuni pasti con i prodotti EnerZona, come Snack, Nutrition bar, Biscotti oltre agli integratori EnerZona Omega-3 Rx e EnerZona Maqui Rx Polifenoli.– il Menu gourmand: piatti sfiziosi con le ricette dello chef Claudio Colombo Severini.

    Le linee guida di questa nuova dieta sono raccolte nel volume 'La Zona mediterranea', di Barry Sears con Daniela Morandi, ed. Sperling & Kupfer (18 euro).

    Fedez: celebs "zona" addicted

    Indovinate un po' chi segue con costanza e tenacia la Zona? Fedez, il cantautore rap e re del social score!«Mi sto preparando al tour mentalmente ma anche fisicamente», ha detto Fedez. «Sto anche provando a smettere di fumare, oltre a seguire una dieta bilanciata».

    Le 5 regole Zona by Fedez:

    1.  Per dimagrire la Zona funziona alla grande! E poi in forma ci resti. Sul palco a petto nudo con la panzetta? Mai!
    2. Con la Zona ti senti pieno di energia. Hai idea di quanta te ne succhia un tour?
    3. Dieta = fame è una roba antica: con la Zona mangi bene e tanto. A ogni pasto ti senti sazio.
    4. Non sono vegetariano ma ci sto pensando. La Zona dà grande importanza anche alle proteine vegetali.
    5. Quando lavori e sei in giro, ci scappa che sgarri. Puoi evitarlo facile con gli snack EnerZona: ti salvano e sono buonissimi!
      Pubblicità - Continua a leggere di seguito
      Altri da Diete