Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

I 5 cibi da non mangiare per dimagrire

Ci sono cibi che ingrassano perché molto calorici e poco salutari: eccone cinque che bisogna evitare di mangiare se vuoi dimagrire

Siamo tutte sempre a dieta, ma non abbiamo capito perché non riusciamo a perdere peso. Semplice: perché non abbiamo capito che ci sono 5 cibi da evitare per dimagrire. Ecco quali sono. Partiamo dai fritti: assolutamente da evitare! State alla larga dalle patatine e anche da tutte quelle ottime salse che solitamente utilizzate per condirle. Se poi sono anche salate, il vostro corpo non potrà davvero sopportarlo. Se state pensando che è davvero difficile resistere, avete ragione: ma la vostra salute è più importante di uno sfizio goloso. L'apporto calorico dato dalle patatine, confrontato con le capacità sazianti, è davvero assai maggiore rispetto a qualsiasi altro cibo. E se proprio non riuscite a vivere senza fritture, qualche volta potete concedervi un piccolo strappo alla regola: ma non esagerate. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Anche il pane bianco, che non manca veramente mai sulle nostre tavole, è deleterio per la nostra dieta. A questo, è molto meglio preferire del pane integrale. Un'alimentazione come la nostra, infatti, troppo ricca di alimenti raffinati, è stata associata a maggiori rischi di obesità e di diabete, ma anche a problemi digestivi e malattie cardiovascolari. Al contrario, il pane integrale, così come la pasta o la farina integrale, è un prodotto meno lavorato e perciò maggiormente ricco di fibre, che presenta un livello glicemico più basso, aumenta notevolmente il senso di sazietà e accelera di gran lunga il transito intestinale. 

Altro cibo da evitare il più possibile è il cocco: questo frutto afrodisiaco e così buono e fresco da mangiare quando si è distesi al sole in estate, è considerato un vero e proprio killer per il nostro corpo. In soli 100 grammi di polpa sono contenuti, infatti, ben 350 chilocalorie! Quindi, signore, non cedete alla tentazione di acquistare cocco dai tanti e simpatici venditori ambulanti che girano in spiaggia. Se proprio non riuscite a resistere al suo dolcissimo sapore, acquistate il latte di cocco: è altrettanto saporito, dissetante e rinfrescante, ma contiene molte meno calorie del frutto.  

In Italia gli insaccati rappresentano un pilastro della nostra tradizione culinaria. Prosciutti, salumi e affettati vari ci appartengono e ci rappresentano nel mondo. La verità è che anche questi andrebbero mangiati con moderazione e senza esagerare con le dosi giornaliere consigliate dai nutrizionisti. Sono ricchi di grassi saturi e soprattutto di sale, che non è proprio il massimo per la nostra dieta. Non è necessario, però, rinunciare del tutto a un bel tagliere di salumi e formaggi: semplicemente, bisogna stare attenti a non esagerare e ad alternare a essi molte fibre e vitamine, con frutta e verdura. Inoltre, è bene scegliere i salumi più magri, come bresaola, speck e prosciutto, evitando così un eccessivo apporto di calorie.  

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Infine, i dolci. Irrinunciabili durante le feste, desiderati in periodi di stress o di umore basso, sono squisiti ma non consigliati se si vuole dimagrire e stare bene. Inutile dire che il motivo sta tutto nell'alta presenza di zuccheri, che non solo potrebbe portare nel lungo periodo problemi di diabete, ma soprattutto perché fa aumentare in maniera considerevole la lancetta della nostra bilancia. È difficile resistere, soprattutto se si è molto golosi, ma è necessario. Concedetevi solo una fetta di dolce a settimana. Gli altri giorni, solo cibi ipoglicemici!   

In alto, una scena del film Marie Antoinette di Sofia Coppola: da (non) rivedere se sei a dieta!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Diete