Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Curcuma, le proprietà e i benefici ma anche i contro

Le proprietà antinfiammatorie della curcuma secca o fresca sono note, ma conosci le controindicazioni?

Getty Images

È uno dei superfood che stanno spopolando in diete e regimi alimentari: è la curcuma, spezia antichissima dall'alto potere antinfiammatorio. Dal colore ocra e dal sapore pungente, la curcuma si presenta generalmente sotto forma di polvere ed è uno di quegli ingredienti che non dovrebbero mai mancare nella dispensa di ogni cucina per i suoi molteplici utilizzi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Curcuma, proprietà e benefici

Diffusa soprattutto in India (che è il primo produttore mondiale di curcuma), questa spezia ha mille vite. Usata per lo più in cucina, la curcuma è alla base del masala (meglio conosciuto come curry), la miscela di spezie più famosa, a cui dà il caratteristico colore giallo-oro. Tra le sue proprietà più conosciute ci sono quella antiossidante, di contrasto ai radicali liberi, quella antimicrobica e quella antinfiammatoria.

Proprietà curative della curcuma

Utilizzata soprattutto nella cultura indiana e, in generale, nella tradizione culinaria dell'est asiatico, la curcuma ha proprietà terapeutiche riconosciute. Merito soprattutto della curcumina, il principio attivo responsabile del colore giallo intenso e dalle proprietà antiossidanti e antinfiammatorie: questa spezia aiuta a tenere sotto controllo il diabete, il colesterolo ed è un toccasana per soggetti obesi. Oltre a tenere sotto controllo il peso, gli studi più recenti parlano anche di un'azione di rallentamento nei confronti dei tumori.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Proprietà antinfiammatorie della curcuma

Nella medicina ayurvedica è usata da sempre come antisettico per curare tagli, scottature e contusioni e come antinfiammatorio per curare infiammazioni a vari livelli. È un ingrediente in grado di agire su malanni come il raffreddore. Per combattere e far passare più in fretta la congestione delle vie nasali, è sufficiente utilizzare un pizzico di curcuma nei piatti: in aggiunta a carne e pesce, come condimento di pasta e riso, nella cottura di verdure e nelle bevande calde. Per contrastare il suo sapore acre, ad esempio, si può aggiungere la curcuma nel latte caldo con l'aggiunta di un cucchiaino di miele oppure in tisane e tè.

La curcuma è efficace anche per combattere le infiammazioni intestinali: è un toccasana per i diverticoli infiammati, per la sindrome del colon irritabile e in caso di gastroenterite, sia causata da batteri che da virus. Al posto del classico riso in bianco, nei casi di problemi a stomaco e intestino si possono cucinare carni bianche, riso in bianco e pasta in bianco ripassate in padella con un filo di olio extra vergine d'oliva e una spolverata di curcuma.

Getty Images

Curcuma, proprietà e controindicazioni

Non esistono controindicazioni per quanto riguarda l'assunzione di curcuma, a parte il suo sapore, che a molti può risultare sgradevole. Per ovviare a questo gusto penetrante, si può aggiungere a latte, frullati, insalate, yogurt, dolci e ai condimenti per primi e secondi. Non a caso, la curcuma viene utilizzata come colorante industriale in molti prodotti da forno quali merendine, torte, biscotti, cereali e salse.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Diete