Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

La dieta lampo Tmm del dottor Joseph Mercola è sulla bocca di tutti per vari record: parliamone asap

Per ritrovare la linea dopo brindisi, party e cene basta seguire per una settimana la dieta Tmm: ideata da un medico americano, mette il turbo al metabolismo, fa bruciare grassi a tempo record, disintossica e aiuta a ricaricarsi di energie positive

Jeff Sheldon / Unsplash

A differenza di tante diete famose, che puntano sull'elevato apporto proteico, la dieta Tmm, ovvero Terapia metabolica mitocondriale, si basa sull'assunzione di molti grassi buoni. E consiglia di ridurre sia i carboidrati semplici (gli zuccheri) sia le proteine. Lo scopo è sfruttare il forte impatto che l'alimentazione ha sui mitocondri, ossia le fabbriche di carburante che, all'interno di ogni nostra cellula, trasformano il nutrimento in energia. Il programma dietetico Tmm ha infatti l'obiettivo di riattivare il metabolismo, eliminando le cause di sovrappeso e di malattie degenerative (inclusi invecchiamento precoce e tumori). «In pratica, questo regime alimentare induce il corpo a utilizzare i grassi come carburante principale al posto del glucosio, così da ottimizzare il funzionamento dei mitocondri e proteggerne il dna», spiega il dottor Joseph Mercola, medico di Chicago, scrittore nell'elenco New York Times best seller ed esperto in medicina naturale e nutrizione.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Come funziona la dieta Tmm

Un punto di forza della Tmm è riportare nel range corretto sia la produzione di insulina sia i valori di leptina, l'ormone che regola il senso di fame e le riserve di energia. Questa dieta, infatti, riduce l'appetito e aumenta il senso di vitalità, stimola la creazione di nuovi mitocondri nelle cellule e riduce la produzione di radicali liberi. Per arrivare a tanto, esclude tassativamente tutti gli alimenti che possono essere facilmente e velocemente scomposti in zuccheri. E proprio per questo riduce l'infiammazione latente, che poi è la principale causa di malattie e invecchiamento, associata all'eccessivo e costante consumo di glucidi. In ogni pasto si aumenta la quota di grassi benefici e si ridistribuisce la quota di carboidrati, in modo da tenere sempre basso il livello di zuccheri nel sangue. Uno dei vantaggi è che con la Tmm si attiva la cosiddetta "autofagia", un processo con cui l'organismo distrugge i detriti che ha accumulato, si libera degli elementi "tossici" e ricicla i componenti delle cellule danneggiate.

Jennifer Burk/Unsplash

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Uno dei caposaldi è la qualità dei cibi, che dev'essere eccellente anche per soddisfare il gusto e saziare psicologicamente, così è più facile perdere peso sentendosi comunque appagati, liberi da quel senso di sacrificio e restrizione che di solito accompagna le diete. Ma è fondamentale il timing: il "quando mangiare" diventa importante come il "cosa mangiare", perché è stato dimostrato che qualche ora di digiuno (preferibilmente di notte) aiuta a migliorare il funzionamento dei mitocondri. Secondo il dottor Mercola, la dieta Tmm dovrebbe diventare un modo costante di alimentarsi, ma proprio perché agisce in modo intensivo sul metabolismo, sul lungo periodo va seguita sotto controllo medico. In queste pagine riportiamo la versione rapida e "fai da te", che si può seguire senza rischi e dà già risultati in una settimana.

Il menu giornaliero tipo della dieta Tmm: programma rapido

Colazione: tè o caffè con l'aggiunta di 1-2 cucchiaini di olio di cocco. Dopo 15 minuti, frullato di latte di cocco, mezzo avocado, 1 cucchiaio di olio di cocco e 30 g di semi tritati.

Pranzo: insalata con scaglie di grana (2 cucchiaiate) oppure 2-3 tazze di verdure cotte spolverizzate di pecorino o parmigiano o ricotta stagionata; mezzo avocado; una porzione di cibo proteico (pesce, pollo, ricotta o uova)

Cena: salmone o altro pesce; verdure condite con olio extravergine d'oliva. Se la fame è tanta, ridurla iniziando la cena con un brodo vegetale preparato con cipolla, carote e altre verdure ma non radici (da filtrare prima del consumo).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Spuntini: noci, mandorle, semi o avocado.

Le regole d'oro della dieta Tmm

Ecco i 5 principi più importanti per seguire la dieta Tmm con successo.

1. Mangiate solo quando avete fame. Se al risveglio non sentite lo stomaco che reclama, non mangiate. Portate in ufficio il vostro frullato e consumatelo quando il corpo lo richiede.

2. Leggete l'etichetta di ogni prodotto per verificare quanti carboidrati contiene. Occhio che non abbia grassi idrogenati (trans) o parzialmente idrogenati.

3. Scegliete grassi bio e di alta qualità. Evitate i prodotti con oli vegetali di lavorazione industriale: sono troppo ricchi di omega 6 che, già sovrabbondanti nella nostra dieta, favoriscono l'infiammazione all'origine di sovrappeso e malattie degenerative.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

4. Fate i conti: mantenete l'apporto di carboidrati netti (cioè la quantità di carboidrati indicata in etichetta meno quella di fibre) sotto i 40 g al giorno.

5. Cenate almeno tre ore prima di dormire. Evitate gli alcolici, ma bevete acqua insaporita da fette di limone e aceto di mele o tè e caffè con un pizzico di cannella oppure un ciuffo di panna bio o un cucchiaino di olio di cocco.

La spesa della dieta dopo le feste

Ecco l'elenco dei cibi da mettere subito nel carrello per rimediare agli eccessi a tavola.

1. Verdure di stagione come broccoli, cavolini di Bruxelles, tutti i tipi di cavolo e cavolfiore, funghi, insalate in foglia, spinaci, asparagi, zucchine.

2. Frutta da coltivazioni bio: frutti di bosco, pompelmo, avocado (meglio se prodotti in Italia: sono ottimi quelli siciliani!).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

3. Dolcificante a base di stevia da usare al posto dello zucchero.

4. Fave di cacao da sgranocchiare crudi o da aggiungere a tè e tisane.

5. Mandorle, noci, nocciole, ma anche semi di cumino e sesamo nero, di lino o chia, di zucca e di girasole.

6. Burro e burro chiarificato biologici.

7. Latte e olio di cocco: un cucchiaino fa sparire subito il senso di fame.

8. Olio extravergine d'oliva e olive.

9. Pesce non allevato: sardine, aringhe, sgombro, platessa, salmone, trota.

10. Frutti di mare e molluschi.

11. Ricotta, yogurt e kefir.

12. Uova bio da galline allevate all'aperto: secondo indagini Usa, rispetto a quelle non bio mediamente contengono il doppio di omega 3, due terzi in più di vitamina A, il triplo di vitamina E e sette volte più betacarotene.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il libro della dieta Tmm del dottor Joseph Mercola

Trasforma il grasso in energia. Una dieta rivoluzionaria per combattere il cancro, potenziare il cervello e vivere oltre 100 anni (My Life Edizioni, pag 288, € 14,90) è il saggio nel quale il dottor Joseph Mercola, medico di Chicago esperto in medicina naturale e nutrizione, spiega le regole per perdere peso e restare in forma, ritardando l'invecchiamento. Con una dieta che agisce intensamente sul metabolismo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Diete