Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

10 cereali integrali da preferire ai carboidrati raffinati nella dieta e nella vita

Meno calorie e un indice glicemico più basso rispetto ai cereali raffinati

Jennifer Pallian / Unsplash.com

Tra i cereali integrali da consumare a colazione troviamo senz'altro il riso integrale, grande must dei cereali, che deve gran parte del suo successo alla quasi totale assenza di sale, al netto di un'abbondante quantità di sali minerali e fibre. Il riso integrale è molto indicato a colazione, dal momento che riesce a risvegliare in maniera armonica il vostro metabolismo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Ottima alternativa al riso integrale è il muesli, considerabile un mix di fibre e proteine a base di frutta secca e fiocchi d'avena, tipico della Svizzera. Anche in questo caso, il muesli è perfetto per la colazione, dal momento che ha il grande vantaggio di attivare il risveglio intestinale, ma è molto indicato anche per reintegrare i sali minerali dopo l'attività fisica.

Tra i vari cereali integrali spicca senz'altro la quinoa, una varietà di grano che nasce in America latina e che vanta circa il doppio delle proteine contenute nel normale riso integrale. Per tale ragione, la quinoa rappresenta un pasto completo sia se vogliate consumarla a colazione, sia a pranzo che a cena regalando al vostro organismo un buon mix di proteine, fibre, carboidrati e calorie.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Ottimo anche il bulgur, grano tipico del Medio Oriente, che sta spopolando anche in Europa grazie al suo sapore vagamente alla nocciola: oltre a un sapore davvero niente male, il bulgur è ricco di fibre e sali minerali, soprattutto di manganese. Questo alimento è un sostituto naturale del riso o del cous cous, e per tale ragione è consumabile in ogni momento della giornata.

E ancora, la granola, una gustosissima miscela di frutta secca, frutta disidratata e cereali, perfetta sia per la prima colazione che come dessert, dal momento che raggiunge il suo apice se consumata insieme allo yogurt o al latte. La grande ricchezza di questo cereale è che contiene il 56% di fosforo: chapeau!

Continuiamo il nostro elenco di cereali integrali andando a cercare di capire i valori nutrizionali dei migliori alleati di una dieta equilibrata: l'orzo perlato, ad esempio, oltre a essere utilizzato per le zuppe,è perfetto anche a colazione, dal momento che è ricchissimo di fibre, al netto di appena 193 calorie ogni 150 grammi. Da sottolineare la presenza di manganese, niacina e vitamina B3.

Avete mai sentito parlare del teff? Tipico dell'Etiopia questo cereale è sempre più apprezzato in tutto il mondo grazie alla sua grande peculiarità di essere senza glutine, perfetto dunque per chi soffre di celiachia.

E ancora: il kamut, anch’esso di origine africana, sembra affondare le proprie radici sin nei tempi dell'antico Egitto e dei faraoni: alti livelli di acidi grassi, indispensabile per la corretta funzionalità del cuore, può vantare la bellezza di 40% di proteine. Più consigliato a pranzo che a colazione, è ottimo con l'insalata.

Come dimenticare il farro? Un alimento completo, degustabile a pranzo, cena, colazione e merenda: rispetto al riso può vantare il doppio delle proteine e il doppio delle fibre. Tanto calcio e tanto ferro, inoltre, rendono questo alimento impareggiabile e perfetto per ogni tipo di zuppa e insalata.

Immancabile, infine, l'avena: capace di colorare ogni piatto e di risultare buona insieme a ogni alimento, è indicata a colazione, pranzo e cena e ha il grande vantaggio di ridurre le malattie cardiache, di combattere l'ipertensione e persino il diabete.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Diete