Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Viso senza macchia

L'effetto pelle di leopardo ci piace solo nella moda. Su viso, mani e décolleté le macchie invecchiano più delle rughe. Per combatterle, nuovi principi attivi, peeling e laser

Le macchie non sono tutte uguali. «Le prime discromie, i melasmi, possono manifestarsi già tra i 30 e i 40 anni per overdose di sole, ormoni ballerini, farmaci fotosensibilizzanti, profumi o depilazioni. Mentre cheratosi e lentigo senili sono un'eredità degli anni: i meccanismi di turnover cellulare si inceppano e le cellule morte si accumulano, creando chiazze ruvide o macchioline lisce e diffuse», dice il professor Antonino Di Pietro, presidente Isplad e direttore dell'Istituto Dermoclinico Vita Cutis.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Prevenire con la dieta

«Vanno usati filtri solari anche in città e fino alla 50+ in montagna», dice Di Pietro. «Utile una alimentazione ricca di betacarotene, licopene, luteina, flavonoidi, omega3, vitamine C ed E (ndr. In zucca, carote, pomodoro, radicchi, cavolo rosso, spinaci, broccoli, frutti di bosco, uva, kiwi) perché proteggono dai danni da raggi UV e potenziano idratazione e ossigenazione. Per 2-3 mesi si possono assumere integratori con pignogenolo, licopene, resveratrolo e acido lipoico».

Schiarire con i cosmetici

Le macchie si possono scolorire con cosmetici ad hoc. «I più nuovi sono ricchi di attivi rispettosi ma efficaci come acido cogico, arbutina, vitamina C, estratto di liquirizia, dall'azione schiarente. Spesso associati ad acido salicilico, esfoliante, per aumentare il turn over ed eliminare più rapidamente le cellule pigmentate», dice Di Pietro.

Eliminare con peeling, laser e luce pulsata

Per i melasmi. «È consigliato un peeling soft come il Ferulac, con acido ferulico, floretina, retinolo e ceramidi, che regola la melanina, schairisce e illumina», suggerisce Dvora Ancona, medico estetico Centro Medico Juva. Servono fino a 4 sedute. Costi: 180 euro l'una.

Per le macchie senili. «Il laser frazionato colpisce la melanina senza danneggiare il tessuto e stimola la formazione di nuovo collagene», dice Ancona. Servono fino a 4 sedute con cadenza mensile. Costi: 300 euro l'una. «La luce pulsata è utile su zone vaste e più superficiali: migliora pori e trama cutanea, stimola collagene e rinnovamento cellulare con effetto tensore immediato», dice Ancona. Servono da una a 4 sedute (una ogni 2-3 settimane). Costi: 375 euro.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e Corpo