Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

È la routine di bellezza delle cellule che stabilisce come e quanto la tua pelle è e resterà giovane. Parliamone

I nuovi superattivi cosmetici, combinati con uno stile di vita giusto che comprenda fitness aerobico e una dieta antiossidante, potenziano l'energia cellulare più profonda, rallentando il meccanismo dell'ageing: no, non è un sogno

Beauty routine anti age
Brooke Cagle / Unsplash.com

Se il segreto della giovinezza si cela negli strati più profondi della pelle, i biologi hanno individuato dove: nei mitocondri, le centrali d'energia delle cellule, studiati per la loro capacità di proteggere il dna. Non stupisce, quindi, l'arrivo di nuovi cosmetici in grado di dialogare con essi, i cui effetti antiaging possono essere ulteriormente potenziati se abbinati a precise regole di lifestyle. Così, per tonificare la pelle, ma anche il corredo genetico, si può pianificare un programma in & out che promette di frenare il tempo. Almeno a livello cellulare.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Make Skin Beauty Repair Emulsion, Mark Klinger (€ 40)

L'amore tra il mitocondrio e la bellezza è iniziato milioni di anni fa, quando quello che era un semplice batterio si è alleato con le cellule, iniziando a rifornirle d'ossigeno. "Dai mitocondri dipende, infatti, l'ossigenazione di tutto l'organismo", spiega il professor Vincenzo Soresi, autore del libro Mitocondrio mon amour (Utet). "E oggi sappiamo che queste piccole ma potentissime turbine energetiche non sono destinate, come si credeva fino a ieri, a esaurirsi col tempo, ma possono essere rigenerate". 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Bio-Performance Lift Dynamic Cream, Shiseido (€ 130)

Una recente ricerca americana ha messo sotto osservazione un gruppo di sessantenni, che si sono allenati camminando per 40 minuti sul tapis roulant tre volte alla settimana per sei mesi. Alla fine del test, la loro attività mitocondriale è tornata simile a quella di un gruppo di atleti diciottenni. Come mai? "Perché l'attività fisica costante (per esempio 30 minuti di aerobica sei volte alla settimana) determina un allungamento dei telomeri, che sono i "cappucci protettivi" del dna, rendendolo più longevo". In questo modo si riduce uno dei principali fattori dell'invecchiamento: l'infiammazione. "Quando il mitocondrio muore, infatti, il suo dna finisce nel sangue, causando uno stato infiammatorio che tende poi a cronicizzarsi. Se pensiamo che ogni cellula contiene 3-4.000 mitocondri, è comprensibile quanto mantenerli vitali sia un processo utile ad abbassare il rischio di flogosi e, quindi, a diminuire la velocità del processo di invecchiamento".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Slow Age Notte crema maschera, Vichy (€ 37,50)

A proposito di gym: oltre all'aerobica, anche la ginnastica facciale può essere di grande aiuto. Uno studio pubblicato nel 2015 su Aging Cells ha dimostrato che la contrazione muscolare causa il rilascio di interleuchina-1, sostanza che trasmette alla pelle l'ordine di aumentare la formazione di nuovi mitocondri. E stimola i fibroblasti a produrre più collagene, elastina, acido ialuronico e fattori di crescita. Per un profilo più compatto in quattro settimane, basta allenare il viso mattino e sera per almeno dieci minuti (i tutorial con gli esercizi migliori sono quelli di Catherine Pez su YouTube). 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Revitalizing Supreme +, Estée Lauder (€ 99)

L'altro caposaldo per la giovinezza cellulare è la dieta a base di cibi che proteggono i mitocondri dai radicali liberi (trovate il menu tipo in fondo al nostro articolo). In condizioni normali, questi dovrebbero essere neutralizzati da enzimi e antiossidanti presenti nella cellula. Purtroppo i pesticidi con cui veniamo in contatto tramite i cibi abbattono la capacità dei meccanismi di difesa, mettendo i mitocondri in uno stato di stress ossidativo e rendendo il dna più fragile. Ecco perché si crea il terreno fertile per l'avanzare, assieme all'infiammazione, dell'invecchiamento. Come evitarlo? È sufficiente aumentare il consumo di frutta e verdura, in particolare quella biologica e a km zero, più ricca di antiossidanti rispetto all'alternativa non bio e/o da luoghi lontani. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Revitalizing Hydrating Serum, La Mer (€ 180)

Tra le varietà invernali di frutta e verdura in grado di "salvare" i mitocondri troviamo agrumi, kiwi e melograno, oltre a tutte le verdure a foglia verde scuro e la zucca. Per condire, olio d'oliva. E per insaporire i piatti una manciata di olive, ricchissime di idrossitirosolo, antiossidante (polifenolo) che aumenta la produzione di energia a livello cellulare e stimola la creazione di nuovi mitocondri. Consentito un bicchiere al giorno di vino rosso, ricchissimo in polifenoli, elemento principe della dieta della longevità.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Capture Youth Plump Filler, Dior (€ 93,53)

Anche sul fronte cosmetico trionfano i polifenoli estratti dai vinaccioli e da olive e melograno. In testa all'elenco troviamo il resveratrolo, ricavato dal tralcio di vite, e la viniferina, tratta dalla linfa. In alcuni prodotti, questi attivi vengono abbinati ad altri antiossidanti (per esempio vitamina E e vitamina C), veicolati in oli vegetali altamente restituivi e protettivi (olio di vinaccioli, di sesamo, jojoba o camelia) oppure combinati con estratti e oli essenziali ad azione antinfiammatoria e antiossidante (come l'estratto di rosmarino, di carota, sandalo e petitgrain). 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Blue Therapy Eye-Opening Serum, Biotherm (€ 49)

Altre fonti preziose sono il papavero giallo (ricco di glaucina che stimola i mitocondri cellulari), la passiflora, l'alcanna spuria, la calendula, la galanga e le bacche di goji. L'uso dei prodotti dà i risultati più evidenti se viene abbinato, appunto, al movimento dolce (camminata, corsa leggera, ginnastica facciale) e alla dieta che protegge i mitocondri, ottimizzando la loro funzionalità.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Powerful Strenght Line Reducing Concentrate, Kiehl's (€ 59)

Il menu della dieta booster

Al risveglio - Estratto di melograno o spremuta d'arancia; muesli con cereali integrali e frutti di bosco (senza zucchero), yogurt probiotico con un cucchiaino di uvetta biologica (senza anidride solforosa).

Snack - Una manciata di frutti rossi disidratati, una tazza di tè verde senza zucchero.

Pranzo - Un piatto di verdure di stagione; cereali integrali in chicco (orzo, miglio, riso, avena, farro, kamut); legumi o pesce.

Snack - Una manciata di frutti rossi disidratati, una tazza di tè verde.

Cena - Crema di broccoli oppure di porri o zucca; pesce al forno con verdure di stagione (se non l'avete mangiato a mezzogiorno) oppure piatto unico con cereali integrali (2/3) e legumi (1/3) scelti tra fagioli, lenticchie, ceci e piselli, più contorno di verdure di stagione.

Prima di dormire - Tisana di vinaccioli e frutti rossi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e Corpo