Che cos'è il ritmo circadiano e perché seguirlo può renderti ancor più bella

Il ciclo delle fasi della giornate è essenziale per il benessere dell'organismo, poiché l'alternarsi del giorno e della notte scandisce il funzionamento del nostro corpo: un miracolo naturale che puoi potenziare, con i consigli degli esperti

image
Tanalee Youngblood / Unsplash

La notte ti fa bella. Ma anche il giorno. È il loro alternarsi, infatti, a scandire il funzionamento del corpo. Lo studio dei meccanismi del ritmo circadiano è stato premiata nel 2017 col il Nobel per la medicina e il concept è salito in primo piano nelle ricerche sull'invecchiamento. In sintesi, è come se all'interno ci fosse un orologio che adatta la fisiologia corporea alle fasi della giornata, regolando sonno, nutrizione, rilascio degli ormoni, pressione sanguigna e temperatura. Essenziale, dunque, "andare a ritmo". Seguendo, oltre i cicli biologici, anche i consigli degli esperti che aiutano a potenziare la magica autorigenerazione notturna di corpo, pelle e capelli.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Szűcs László/Unsplash

Chioma & melatonina

Quando gli scienziati Jeffrey C. Hall, Michael Rosbash e Michael W. Young hanno isolato il gene "period", ne hanno intuito la responsabilità nel controllo del ritmo biologico quotidiano e nella codifica di una proteina (la Per) che si accumula nelle cellule durante la notte, per poi essere dispersa durante il giorno. «Oggi è chiaro che sono proprio le oscillazioni dei livelli di Per a influenzare i ritmi vitali della pelle e che le cellule staminali epidermiche hanno un tasso di proliferazione più elevato di sera, autoriparandosi al massimo dopo le 22», spiega il dottor Fabio Rinaldi, dermatologo e presidente dell'International Hair Research Foundation. «Non solo: anche il ciclo di vita dei capelli è scandito dal ritmo circadiano, tanto che i follicoli possiedono recettori di melatonina». Una molecola che, oltre ad aumentare la crescita delle chiome, regolarizza il sonno e inibisce le radiazioni ultraviolette, ma soprattutto fa vivere le cellule, sincronizzando i meccanismi biologici. Per questo sul fronte estetico, si utilizza il corrispettivo vegetale, la fitomelatonina, estratta da salvia officinalis e avena sativa, utile contro lo stress ossidativo.

Elixir Jeunesse Sleeping Care, Yves Rocher (€ 19,95).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Cibo al ritmo giusto

Anche la composizione batterica dell'intestino varia a seconda dell'ora del giorno e, dunque, reagisce diversamente ai cibi ingeriti. «Di qui la necessità, ai fini di un corretto funzionamento delle cellule della pelle e dei capelli, di mangiare gli alimenti giusti all'ora giusta», spiega il professor Reudiger Hardeland dell'Università di Gottingen (Germania), massimo esperto di cronobiologia e microbiota intestinale. Nasce così la crononutrizione, scienza che scandisce i tempi di assunzione degli alimenti. In pratica: consumare i carboidrati nelle prime ore della giornata; dalle 17 in avanti, largo agli alimenti proteici: pesce, uova, formaggi magri, carne. Tè e caffè, frutta e centrifugati di frutta non oltre le 16

PowerCell Night Rescue, Helena Rubinstein (€ 165).

Gym meglio di sera

Anche mantenersi in forma diventa più facile rispettando i ritmi biologici. Uno studio condotto dell'Università di Birmingham e pubblicato su Current Biology ha rivelato che le prestazioni atletiche possono variare del 26 per cento nell'arco della giornata e che il momento di miglior resa è nel tardo pomeriggio. «La capacità sale infatti nelle ore in cui la temperatura corporea è più alta e la velocità di conduzione nervosa aumenta di 2,4 m/sec per ogni grado in più di calore corporeo», ha spiegato il dottor Massimo Spattini (specialista in Medicina dello sport e Certified in anti-aging & regenerative medicine) alla Conferenza di Agemony, tenutasi recentemente al Coni di Roma (agemony.com). La mobilità articolare e la forza muscolare raggiungono il livello più alto tra le 16 e le 18, fascia oraria in cui salgono anche le capacità metaboliche (in termini di consumo di ossigeno, ventilazione polmonare) e la resistenza al lavoro muscolare intenso. Risultati? A parità di workout, si ottengono migliori risultati con meno fatica.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Extra-Firming Nuit, Clarins (€ 89).

Cosmesi a tempo

In campo cosmetologico sono stati individuati dei "geni orologio", alcuni più attivi durante il giorno, altri durante la notte, che fondano un nuovo concetto di bellezza basato sul tempo. I ricercatori Shiseido, per esempio, ne hanno individuato uno fondamentale per la protezione della pelle, il daytime defense gene, che agisce durante il giorno: è all'origine del fattore naturale di idratazione (Nmf) e produce proteine essenziali alla barriera cutanea. Così, anche la classica differenziazione tra creme (o sieri) da giorno e da notte si rielabora in assonanza circadiana. E la stessa beauty routine diventa più efficace se scandita al ritmo giusto. L'azione rigeneratrice delle creme e dei sieri rivitalizzanti viene ottimizzata dall'applicazione notturna, mentre è a partire dalle 6 del mattino che scatta l'ora giusta per gli idratanti, dato che l'organismo incrementa la secrezione dell'ormone che trattiene acqua nelle cellule. Le prime ore del mattino sono anche quelle in cui bruciamo meglio i grassi, quindi via libera all'uso di snellenti e prodotti per il reshaping.

Liftactiv Nuit Supreme, Vichy (€ 33).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e Corpo