Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Come funziona il fascia blaster per combattere la cellulite

Tutti ne parlano ma in pochi sanno cosa sia: ecco qual è l'ultima moda per togliere la buccia d'arancia che spopola su Instagram grazie alla guru del beauty Ashley Black

Getty Images

In tutto il mondo non si parla d'altro. Il fascia blaster è la nuova tecnica che potrebbe esaudire il desiderio di ogni donna: eliminare la cellulite in poche mosse. A idearlo Ashley Black, guru del beauty, che ha avuto questa brillante intuizione che sta spopolando su Instagram, tanto che il suo profilo vanta oltre 48mila follower e ha scritto anche un libro The cellulite mith. La sua teoria è che la buccia d'arancia non sia questione di essere grassi. Fin qui nulla di nuovo, penserai, ma questa guru va oltre e specifica come per ridurre la ritenzione idrica: bisogna lavorare sul tessuto connettivo esterno al muscolo ma sotto la pelle superficiale, nella fascia meno elastica dove si concentrano cuscinetti adiposi e inestetismi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Che cos'è il fascia blaster?

Il fascia blaster è uno strumento che mette in pratica la tecnica per eliminare la cellulite che prende il nome di fascia blasting. Questo tool non è altro che un'asta nella quale sono posizionati alla stessa lunghezza dei dispositivi (simili a dei fiocchi di neve), che svolgono l'azione connettiva contro la cellulite. Il fascia blaster assicura la diminuzione della ritenzione idrica, la stimolazione della circolazione sanguigna e la definizione dei muscoli, se abbinati a creme specifiche e a un'alimentazione sana.

Come funziona il fascia blasting?

Prima cosa da sapere: è una terapia che si pratica da sole, quindi un auto massaggio con il tool (come la coppetta anti cellulite), ma d'urto tanto da lasciare lividi sulla pelle. Su una scala di dolore da 1 a 10 si posiziona a un livello pari a 7, spiega Ashley Black, come dimostrano le foto condivise su Instagram.

La durata del fascia blasting varia a seconda dello stadio della cellulite. Tra un massaggio e un altro devono trascorrere tre giorni e ogni trattamento va da un minimo di tre minuti fino a un massimo di 5. Al termine, è necessario fare stretching. E come si vede su Instagram senbrerebbe funzionare, tanto da diventare una vera e propria mania con l'hashtag #fasciablaster.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e Corpo