Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Perché è importante l'ultimo post dell'Estetista Cinica su Instagram? Intanto ci invita a guardare le cose (cellulite compresa) da un'altra prospettiva

La guru dei prodotti anti cellulite sbaraglia le carte in tavola e si mostra in costume da bagno con tutti i suoi difetti e un messaggio per tutti i suoi 100 mila e passa follower: rilassatevi!

estetista cinica instagram
Hannah Morgan / Unsplash.com

Chi scrive, e so che in tante scuoterete la testa in segno di totale disapprovazione, crede che, pur nelle evidenti e talvolta gravi problematiche, oggi si viva in un mondo sempre più bello. Più bello perché inevitabilmente, e alla faccia di chi questa cosa tenta di negarla, arginarla, frenarla, sempre più variegato, mischiato, diverso. Ecco, se penso, banalmente, alla mia adolescenza, che per questioni anagrafiche è stata scevra di social network, ricordo con disagio lo straniamento che provavo ogni volta che sfogliavo le riviste di moda, mentre osservavo le sfilate e quegli alieni che erano le top model come unico (o quantomeno dotato di maggior potenza e influenza) modello di bellezza femminile. Oggi non è più così, e lo è anche grazie agli spesso additati di essere portatori dei mali del mondo, social. Oggi, che anche la moda è diventata molto più aperta e accogliente rispetto a canoni differenti di bellezza, ci sono Ashley Graham e Vanessa Incontrada a coccolarci, qualora ne sentissimo il bisogno, nell'abbraccio dei loro profili all'insegna del "se non siamo gnocche noi, allora chi?". E proprio in questi giorni c'è stata anche Estetica Cinica a dire ai suoi 100 mila e passa follower, anzi a mostrare loro, la sua visione delle cose.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Eccomi qui. Sono io. Sono Cristina, ho 44 anni, ho le gambe corte, i fianchi cicciosi e il sedere tonico. Ho appena bevuto una birretta sul lago e ho pensato che la prova costume me la giocavo oggi. Ci ho messo 3 ore a decidere di pubblicare questa foto, non l’ho postprodotta (ho solo acceso i colori) e me la sono riguardata 1000 volte e poi ho pensato. STICAZZI. La prova costume? Già il fatto che “costume” e “prova” convivano in una frase in cui non c’è “camerino” mi fa ridere. Le prove della vita sono altre e purtroppo, a meno che non siate Gastone, il cugino fortunato di Paperino, qualche prova la dovrete superare anche voi. E temo che sarà un po’ più complicata che mostrare le chiappe in spiaggia. Quindi, ecco, io vendo prodotti anticellulite e forse non ve lo dovrei dire, ma: RILASSATEVI. Bevetevi una birretta insieme a me e godetevi il fatto di essere in costume, col sole sulla pelle, il vento che vi fa i grattini e l’acqua che vi accarezza. A nessuno importa granchè del vostro sedere. A voi importa del mio sedere? Mi giudicate in base al mio sedere? O ai miei fianchi? Le persone che vi giudicano per come portate un bikini hanno un problema. Loro hanno un problema. Non voi. E se voi siete più severe con voi stesse di quanto lo sarebbe una giuria di miss Italia, bè, forse dovete rivedere le vostre priorità. E bervi una birra per raffreddarvi i pensieri. Ma questo l’ho già detto. #estetistacinica #cinicomood #cinicostyle

A post shared by estetistacinica (@estetistacinica) on

E sapete una cosa? Per quanto non segua pedissequamente la ragazza, che ormai si è ragazze per sempre, in questione, quello che ha scritto in commento alla sua foto, del tutto imperfetta, mi è sembrata una vera boccata d'aria fresca. In particolare la frase «Le persone che vi giudicano per come portate un bikini hanno un problema. Loro hanno un problema. Non voi.» mi è sembrata racchiudere alla perfezione secoli di imbarazzo, vergogna, quando non proprio sofferenza tutta femminile. Già, perché se è vero che Fat is a Feminist Issue è ancora un libro attuale è anche vero che stiamo migliorando, a livello di sorellanza, e lo stiamo facendo anche attraverso post come quello. O questo.

Not her natural habitat but she's trying her darnedest!!!

A post shared by Lena Dunham (@lenadunham) on

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Insomma, io penso che abbiamo davanti agli occhi una grandissima opportunità, ovvero quella di non doverci misurare con alieni fatti della stessa sostanza di cui sono fatti gli zigomi di Linda Evangelista, ma che ci possiamo virtualmente circondare di nostri simili, con cui riuscire a ridere dei nostri difetti, e buttarla in caciara. Perché lo sappiamo fare benissimo, anzi: lo sappiamo fare molto meglio dei maschi, volete scommettere?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e Corpo