Ma vogliamo parlare delle foto di Melanie Griffith in costume a 60 anni?

In vacanza tra Corsica e Sardegna, Melanie mostra un fisico invidiabile

image
Getty Images

Melanie Griffith non è una da mezze misure, le sfumature non sono il suo forte. I matrimoni sono quattro, i divorzi anche, i figli tre da altrettanti colpi di fulmine, i film bollenti almeno un paio (Omicidio a luci rosse altro che 50 Shades), le soste in rehab tre accertate (1988, 2000 e 2009), le sedute dal chirurgo plastico qualcosina di più. Melanie Griffith è tutto questo, non sa cosa sia il grigio, anche quando c'è da fare la leonessa e difendere a spada tratta la figlia Dakota Johnson e le sue scelte professionali, o quando c'è da augurare Happy Father's Day ad Antonio Banderas di cui fino a poco prima non voleva sentire nemmeno parlare (e ha deciso di togliersi dal cuore e dalla pelle). Melanie Griffith a 60 anni può dire di averne viste tante. Il fisico però è quello di una volta. Magra come un giunco può rubare i vestiti da sera dall'armadio della figlia Dakota senza sfigurare, non ha nessun problema a mostrarsi in costume perché il toblerone tunnel c'è, il #thigh-gap (cioè il fatto che l'interno coscia non si tocchi, ma rimanga uno spazio tra una gamba e l'altra) pure, il vitino da vespa idem, per non parlare delle gambe lunghe e affusolate ereditate da mamma Tippi Harden (icona hitchcockiana per eccellenza) e generosamente concesse alle figlie (dai un'occhiata alle acrobazie di Dakota con Mr Grey se non ci credi).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Le foto di Melanie Griffith in costume durante la vacanza al largo di Corsica e Sardegna sono il suo oggi di cui va estremamente orgogliosa, anche se il suo Instagram rimane nostalgia canaglia. Perché Melanie è stata per anni una delle attrici più attraenti di Hollywood e riuscire ad accettare i segni del tempo non è facile per nessuno, e se sei stata nell'Olimpo delle più belle del mondo, ancora meno. E può succedere (ed è successo) di calcare troppo la mano e di ottenere l'effetto contrario. Il rimpianto per i (troppi) ritocchini, infatti, la Griffith non lo ha mai nascosto, anche se assicura di averlo capito in tempo e di far affidamento ormai solo a creme anti-age di ultima generazione (il suo brand skincare di riferimento come sbandierato più volte sui social è Augustinus Bader). «Non me ne sono resa conto finché le persone non mi dicevano “oh mio Dio, ma che cosa hai fatto?”», ha raccontato in un'intervista a Porter Magazine, dove ha spiegato di aver detto addio a bisturi e punturine. Perché a Melanie le mezze misure proprio non vanno giù.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e Corpo