Ma quale censura, la foto di Francesca Barra nuda su Instagram è il manifesto d'amore più bello di sempre

E ancora una volta: free the nipple

image
Lapresse.it

«Infondo dovrebbe essere questa la natura dei social: la condivisione di momenti belli delle vita». Un paio di mesi Claudio Santamaria raccontava così il suo rapporto con Instagram e affini, tra alti e bassi, amore e odio. I momenti belli della vita, chiarissimo. E tra questi, oltre al concerto dei Depeche Mode e la sua chitarra, c'è Francesca Barra, sua moglie da novembre, sua musa, che ha supportato incondizionatamente nella battaglia politica che la vedeva coinvolta e finita non benissimo (si è candidata in Basilicata per il Pd, ndr). «Nella buona e nella cattiva sorte», per intenderci. Tutta la sua venerazione esplode come una lattina agitata per bene nell'ultimo scatto social condiviso da Claudio su Instagram in cui la giornalista-conduttrice-politica-mamma di tre in versione Venere di Urbino di Tiziano, con sguardo sognante alza le mani tra le lenzuola. Ma con una piccola grande differenza. Francesca Barra è nuda come l'Olympia di Manet, ma è censurata. Qualcosa come 150 anni dopo. Ah, l'arte ai tempi di Instagram.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Perché se Chiara Ferragni e Victoria Beckham sono riuscite nell'impresa di mostrare il lato a senza bollini sotto un top particolarmente trasparente, e non essere bacchettate da Zuckerberg e il suo staff moralizzatore, sono tanti gli account che si sono visti cancellare le foto per colpa di un capezzolo di troppo (spiegato il perché del proliferare social di lati b che nemmeno sulla spiaggia di Copacabana in alta stagione). Le regole di Instagram sono chiare (ma aggirabili): i graphic content che ritraggono l’areola della donna sono il male. Le liti al limite della decenza del Grande Fratello sì, ma i capezzoli proprio no. Quindi, nessun problema nel pubblicare fotografie di adoni a petto nudo, ma un seno femminile nature è inevitabilmente destinato a incontrare la censura (prima eliminazione del contenuto e a volte anche blocco del profilo). Quindi, se sei un uomo, sbizzarrisciti pure con foto di pettorali come se non ci fosse un domani, ma se sei una donna, beh, mi dispiace, procurati subito dei copricapezzoli o affidati alla realtà aumentata, perché il tuo destino è già scritto. Anche L'origine du monde di Courbet è stato bandito da Facebook, quindi facciamocene una ragione.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Ecco perché Santamaria ha preferito prevenire. Infondo la foto è talmente bella e benfatta che sarebbe stato un peccato vederla relegata nel mare magnum delle immagini censurate, tra una Kim Kardashian e Lindsay Lohan di turno. «Bellezza nel buio (peccato che una foto così debba essere censurata per un capezzolo quando si vede la peggiore volgarità ovunque)», scrive Claudio, che capezzolo a parte, mostra che con una reflex in mano sa il fatto suo e i chiaroscuri sono il suo forte. E poi, che la sua Francy, per lui, è la più bella del mondo, capito Mark?

Vabbè, ciao. @francescabarra1

A post shared by Claudio Santamaria (@claudio_santamaria) on

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viso e Corpo