Afef a 50 anni identica alla Afef di 20: è straordinaria con le rughe e tutto il resto

"Se ti va bene, invecchi. Io cerco di andare avanti dignitosamente, senza stravolgermi i connotati. Non ho voglia di diventare ridicola, non è da me. Ho la fortuna di avere accanto un marito che apprezza le donne che invecchiano serene, con le rughe e tutto il resto"

image
Gettyimages.com

Afef ha compiuto il miracolo. Ha 54 anni (il mistero dell'età? Una leggenda) ma il suo corpo ne dimostra trenta di meno. La moglie di Marco Tronchetti Provera è una vita che dribbla paragoni spiacevoli con le ex del marito e con le eredi della famiglia, giovanissime, promettenti, un filo snob. Eppure. Eppure non c'è storia. Afef non soffre del complesso della moglie di ("considero mortificante sentir parlare di donne che ambiscono a farsi mantenere", ha dichiarato in un'intervista a Panorama). Afef fascino esotico e una cultura ampissima, come apre bocca c'è qualcuno che le chiede di candidarsi. Sarà perché il padre (ambasciatore tunisino che la viziava smisuratamente essendo l'unica femmina di sei figli: "non toccavo cibo se le mie zie non inscenavano uno spettacolo di canti e filastrocche", confessò a Panorama), l'ha cresciuta a biberon e diplomazia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Sarà che è sveglia, sarà che è spiritosa e mai fuori tema, fatto sta che ogni volta che Afef Jnifer dice la sua, c'è qualcuno che si chiede perché non diventi la portavoce di qualcosa o di qualcuno. Afef la diplomatica mancata ex ragazza ribelle che a 19 anni a Beirut fu arrestata per una rissa con un poliziotto durante una manifestazione contro il caro-pane. Due anni dopo sposò un giovane pilota perché i suoi genitori non le lasciavano fare le vacanze insieme a lui. Un matrimonio liberatorio che finì molto presto, a metà degli anni Ottanta, quando si trasferì a Parigi: una giovane musulmana nella Parigi della moda che usciva con Miguel Bosé e Grace Jones. Una vitaccia, insomma. Nel 1990 l'arrivo in Italia, per amore. Si sposò con Marco Squatriti, il padre di suo figlio Samy, nel 1997 l'incontro con Marco Tronchetti Provera quando lei lavorava a Nonsolomoda, "lo dovevo intervistare ma lui mi disse che aveva poco tempo. Io, andandomene, gli risposi che allora poteva farsi intervistare da qualcun'altro", poi si trovarono sulla stessa macchina per andare a una festa.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Afef moglie di ma donna indipendente abituata a fare i conti con i suoi diritti, abituata al lifestyle sfrenato ma anche al lavoro duro (cosa che sembra quasi da fastidio), a chattare con Giorgio Armani e a discutere con D'Alema, tecnodipendente (non chiedetele ironicamente se sa cosa sia Youtube, diventa una iena, ndr), che alla pasta preferisce il cous cous, che legge i quotidiani all'araba da destra a sinistra. Una splendida 54enne che si lascia fotografare in bikini sul Wally di Tronchetti Provera al largo di Capri e che oggi si piace più di ieri ("Se ti va bene, invecchi. Io cerco di andare avanti dignitosamente, senza stravolgermi i connotati. Non ho voglia di diventare ridicola, non è da me. Ho la fortuna di avere accanto un marito che apprezza le donne che invecchiano serene, con le rughe e tutto il resto").

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Bellezza