Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Quali sono le piante da camera e perché ti aiuteranno a dormire meglio

12 esemplari che faranno benissimo al vostro riposo e al vostro arredamento

Logan Nolin/Unsplash.com

Sonnellino di bellezza? Sempre e comunque. Notti di sonno assoluto, profondo, mai disturbato? Sì, ma non sempre, ahinoi. Il piacere di una bella dormita è ineguagliabile ma non imprescindibile, specialmente se siete vittime di una vita frenetica e avete ritmi da stacanoviste. Qui c’è la soluzione once-for-all per migliorare il tuo momento di riposo e perché no, anche l’arredamento. A soccorrere i sonnambuli/insonni perenni, ci sono le piante. Le piante in camera da letto? Divine. Sfatiamo il mito della pianta maligna accanto al letto e prepariamoci a ricrederci e finalmente a dormire meglio. Molte piante infatti sono fantastiche per incoraggiare il relax, grazie al lavoro di miglioramento dell’aria che fanno autonomamente tutto il giorno. Tossine bye bye, ossigeno vieni a me, addio diossido di carbonio e fumi. E se lo afferma Erin Marino, dell’iconico negozio di piante online The Sills, a Domino.com, allora non resta che fidarsi. Non siete convinte ancora? Provatene 12 per credere:

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
FILODENDRO
Getty Images

"Queste fantastiche piante piene di foglie sono particolarmente buone per assorbire la formaldeide" spiega Marino. Il filodendro infatti, con questo aspetto lucido sulle foglie e la sua misura a prova di appartamento (quella che non supera i 20 cm circa) diventerà un accessorio imperdibile per la camera da letto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
ALBERO DELLA GOMMA
Nagy Arnold/Unsplash.com

L'albero della gomma, con foglie in abbondanza sulle tinte del bordeaux, è la pianta da casa bella e con poca necessità di manutenzione. Ottimo anti-tossine, come specifica Marino- purificando l'aria e rendendola ideale per un buon riposo notturno. Tutto ciò che devi fare è annaffiarlo e fare in modo che resti esposto alla luce del sole. Avrai un fantastico compagno di dormire che ti aiuterà a riposare facilmente.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
LINGUA DI SUOCERA
Getty Images

Sebbene pochi di noi vorrebbero avere la propria suocera (o la sua lingua lunga) in qualsiasi luogo della camera da letto, questa pianta dal nome spiritoso è un'ottima aggiunta. Oltre a essere un'ottimo filtro naturale per l'aria, questa pianta rilascia ossigeno durante la notte e, contemporaneamente, assorbe diossido di carbonio. Fantastico, no?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
LAVANDA

Conosciuta per le sue proprietà calmanti ed emollienti, la lavanda è un ingrediente fondamentale per preparare oli essenziali, candele profumate e prodotti per la cura del corpo. Sceglila come accompagnatrice dei tuoi sogni, tenendo una pianta accanto. Fai solo attenzione a farle arrivare tutta la luce necessaria (questa pianta è affamata di sole!). Tra le numerose varietà di lavanda presenti, la lavanda francese è quella più rinomata per essere quella adatta agli ambienti chiusi. Tenetene una in camera e iniziate ad immaginare di essere immerse in un campo di lavanda in Provenza...aiuterà sicuramente a prendere sonno.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
GELSOMINO
Getty Images

La fragranza emessa dal gelsomino è esotica e inebriante ma anche accogliente allo stesso tempo. L'aroma può risultare molto forte per alcuni, in quel caso ti consigliamo di metterlo lontano dal letto quanto basta. I fiori sbocciano durante il corso di settimane, emanando un profumo che si è scoperto essere in grado di alleviare i livelli d'ansia. Quale migliore pianta da tenere vicino?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
CACTUS DI NATALE
Getty Images

Parte della famiglia cactus grazie alla sua abilità di raccogliere una scorta d'acqua, il modello di Natale è molto più colorato ed estroso del classico modello da deserto, coperto di spine che siamo abituati a immaginare. Questa specie di cactus infatti, che fiorisce adorabili boccioli in dicembre, è un ottimo purificatore d'aria. Attenzione però a bilanciare bene le dosi d'acqua.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
ALOE VERA

L'Aloe Vera è fantastica, facile da mantenere e serve a numerosi scopi. Oltre a purificare l'aria e rilasciare ossigeno, il suo gel naturale ti aiuterà se ti dimentichi di idratarti o se ti sei scottata. Basta staccare un pezzo di "braccio" dalla pianta e spalmare il gel per ammorbidire la parte del tuo corpo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
GARDENIA
Getty Images

Con una fragranza potente ma non troppo, la gardenia è una pianta che richiede cure abbastanza attente. Attenzione novelli giardinieri! La gardenia tende ad essere una pianta esigente, ha bisogno di una dose molto equilibrata di luce e di umidità, va tenuta pertanto lontana da fonti dirette di aria troppo fredda o calda= lontano da caloriferi e da spifferi. Quale sarà la ricompensa per tutta questa fatica? Semplice: un composto trovato nella gardenia è usato in medicine come aiuto per il sonno e recentemente, per ridurre l'ansia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
FALANGIO
Getty Images

Sebbene non sia la pianta più attraente da tenere in casa, il falangio rimedia a questa mancanza con le sue abilità di purificante naturale degli ambienti. Questa pianta è infatti classificata come migliore nella rimozione di formaldeide dall'aria secondo uno studio della NASA, ed è ottima nell'assorbire gli odori.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
EDERA
Eddie Garcia/Unsplash.com

L'edera è una delle piante top per ripulire l'aria dagli elementi chimici, ed è, anche grazie al suo aspetto poetico, la tua compagna perfetta per la camera da letto. Unico avvertimento: tenerla lontana da cani, gatti e bambini.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
DRACAENA MARGINATA
Getty Images

Nonostante le sue origini africane, la dracaena marginata è facilissima da trovare in qualsiasi vivaio. Il suo aspetto ardito grazie ai bordi rossastri e la sua utilità nel rimuovere molecole nocive dall'aria (come i composti organici volatili). La dracaena può crescere dai 30 cm in su, quindi è bene tenerla in uno spazio aperto dove possa crescere senza intoppi, e liberare l'aria dai fattori inquinanti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
SPATAFILLO
Getty Images

Vuoi una pianta che necessiti di poca manutenzione e di poche dosi di acqua e luce? Lo spatafillo può essere quella che fa al caso tuo. Abile nel rimuovere tossine come benzene e formaldeide dall'ambiente, lo spatafillo è stato oggetto di studio e ammirazione anche della NASA. Questa pianta poi, rilascia una piccola dose di particelle mentre rimuove i microbi aerei , così che il tuo sonno non venga disturbato da certi allergeni. Tienila lontano da bambini e animali domestici, tieni nota di quando perde i fiori, quindi annaffiala e vedrai, avrai una compagna allegra in camera da letto per anni.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
LE PIANTE DA NON TENERE IN CASA
Getty Images

L'oleandro (in foto) è una pianta ricca di fiori che cresce benissimo negli ambienti chiusi, tuttavia è al top della lista delle piante velenose. Ogni parte dell'oleandro può essere fatale se ingerita. Se vivete senza animali o bambini piccoli questa pianta può essere tenuta a scopo decorativo, ma sconsigliatissima in camera da letto. Un'altra pianta da tenere lontano dalla camera è il caladio, che oltre a essere velenoso, può causare una reazione allergica sulle pelli più sensibili. Infine, la dieffenbachia, pianta dal nome poco attraente che tra i sintomi che può causare vi è l'arrossamento della bocca e della gola e il danneggiamento della cornea.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Bellezza