Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Come lavare i capelli con il cowash: la tecnica, gli ingredienti, i consigli dell'hair stylist

Il metodo made in USA amato dagli hair stylist di modelle e celebs  (che piace anche ai capelli), è perfetto d'estate quando i lavaggi della chioma sono più frequenti: scopri perché, come si fa e i cosmetici 'ready to use'

Il cowash, letteralmente conditioner only wash, è una consolidata pratica di detersione dei capelli molto amata negli States e adottata anche dalle celebs.

Un nome famoso? L'attrice Amanda Seyfried dichiarò al Belfest Telegraph che, per mantenere in forma la sua splendida chioma ondulata, lavava i capelli solo ogni tre giorni e usava il metodo del cowash.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

CHE COS'È IL COWASH?

Lo abbiamo chiesto a un esperto, Enrico Mariotti, hair stylist di star e modelle e hair stylist internazionale di Pantene, sempre in viaggio tra Milano e New York: «Il cowash è una tecnica molto diffusa negli USA, meno in Europa, che prevede l'uso del balsamo al posto dello shampoo. Personalmente consiglio di alternare la detersione con il cowash al metodo classico shampoo+balsamo perché, nonostante il balsamo abbia una minima parte di particelle detergenti, la sua funzione base è quella di idratare i capelli, non di detergerli».

PER QUALI TIPOLOGIE DI CAPELLI È ADATTO

Il cowash è adatto a tutti i tipi di capelli, perché è rispettoso della fibra capillare: il balsamo non contiene tensioattivi, quindi si può usare con frequenza senza creare danni. Ideale d'estate, quindi, quando i lavaggi sono più frequenti.

In particolare è adatto per:

- le chiome ricce e mosse perché riduce l'effetto crespo e lascia la chioma morbida e lucente.

- i capelli grassi perché limita l'effetto rebound dovuto allo shampoo (più si leva grasso, più le ghiandole lo producono).

- i capelli molto sfruttati che hanno bisogno di coccole nutrienti.

COME SI FA IL COWASH

La tecnica completa e più efficace prevede l'uso combinato di un buon balsamo senza siliconi (Dimethicone, Amodimethicone, Poliquaternium-80 solo per citarne alcuni) e zucchero, bianco o di canna, che pratica un delicato scrub detergente sulla cute.

- Si miscelano in parti uguali balsamo e zucchero, si distribuisce il composto su cute e capelli, dalle radici alle punte, e si massaggiano bene capelli e cuoio capelluto.

- Si lascia in posa tre minuti circa e si sciacqua con abbondante acqua tiepida.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

IL COWASH IN FLACONE

Sono pochi, ma esistono. Stiamo parlando dei cosmetici già pronti per il cowash: formule senza schiuma delicate e prive di solfati che detergono e nutrono in profondità i capelli.

Se avete in programma un viaggio in Inghilterra o negli Stati Uniti potete fare rifornimento, ecco qualche nome: L'Oréal Paris EverCrème Cleansing Conditioner, Ouidad Curl Immersion Co-Wash Cleansing Conditioner, Wen Cleansing Conditioner in Tea Tree, Biolage Cleansing Conditioner, Head & Shoulders Moisture Care Co-Wash, Biolage Cleansing Conditioner, Herbal Essences Naked Cleansing Conditioner, Pantene Pro-V Damage Repair Cleansing Conditioner.

Qui sotto, invece, vi segnaliamo i prodotti per cowash che è possibile acquistare in Italia, presso i saloni di parrucchiere più riforniti.

Da sinistra: Pureology Color Care Hydrate Cleansing Condition, Grow Gorgeous Cleansing Conditioner, R+Co Analog Cleansing Foam Conditioner.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Capelli