Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Tagli capelli medi 2015: è tempo di shag!

Si adegua all'ovale, riempie dove necessario, mette in risalto le sfumature del colore. È rock ma sbarazzino! Per questo piaceva tanto negli Anni 60 e continua a far proseliti

Il trend del momento è lo "shag cut", ovvero quel taglio destrutturato con tante ciocche di lunghezza diversa e su più livelli, creato nel 1965 dallo stilista Paul McGregor, quasi in contemporanea con il 'bob cut' ideato da Vidal Sassoon. Lo shag, come il bob d'altronde, è passato quasi indenne attraverso gli anni.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Chi indossava lo shag tra i Sessanta e i Novanta

Jane Fonda, la famosa "Barbarella" che tra i Sessanta e i Settanta fu anche un'attivista per i diritti umani, ha indossato per anni lo shag, taglio che poi ha mantenuto quasi sempre con piccole varianti.Altra star fan dello shag fu Patty Smith, cantautrice e icona rock.Negli Anni Novanta lo shag ha conquistato Jennifer Aniston, con mechés accentuate e un taglio a metà tra lo shag e il bob, e Meg Ryan, che con il suo shag cortissimo e destrutturato, ha dato il via a una tendenza 'wild' anche negli anni seguenti.

Chi lo indossa nel Duemila

Edie Campbell, testimonial di Black Opium di Yves Saint Laurent, Alexa Chung, Taylor Swift e la modella danese Freja Beha Erichsen sono alcune celebrities che hanno scelto questo taglio ribelle. 

Cos'è lo shag cut

Lo shag è un taglio che si allunga fin poco sotto le spalle, sfilato, destrutturato con lunghezze molto diverse, ciuffi spettinati e mossi ai lati del viso, tagliati a forbice e a rasoio: Edie Campbell, icona di femminilità ribelle ma chic, è la migliore testimonial.Si adegua all'ovale del viso, riempie dove necessario, mette in risalto le sfumature del colore.  È d'obbligo la frangia, lunga fino alle sopracciglia o ancora più lunga e separata in mezzo.Visto alle sfilate della primavera/estate 2015 da Tom Ford, John Galliano, Alexandre Vauthier.

Come si porta e si pettina

L'effetto finale dev'essere di "disordine naturale". Ma per ottenerlo servono un taglio ben costruito, brushing, styler e prodotti per lo styling (cere, paste, finish spray e così via). Si asciugano i capelli a testa in giù per creare volume e si applica una mousse modellante pettinando e muovendo le ciocche con le dita, poi si possono modellare le ciocche con una pasta mat o shine. Per restituirgli forma durante il giorno si vaporizzano con uno spray texturizzante. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Cos'è lo swag cut

Nella sua versione più attuale lo Shug si chiama Swag, nome coniato dalla stylist delle celebrities Sunnie Brook, e contrazione di 'swing shag', più lungo e meno selvaggio. Lo swag è indossato da Alexa Chung e Freja Beha Erichsen.

E il taglio fluxus chic…

S'ispira allo shag di Edie Campbell, top model del momento, il taglio Fluxus Chic di Salvo Filetti, hair designer di Compagnia della Bellezza: un taglio corto PixieBob Garçonne davanti e 'zazzera' allungata dietro.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Capelli