Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Capelli grigi, la tinta migliore per coprire le radici

Il granny hair style, lo stile dei capelli della nonna, è stata la tendenza degli ultimi mesi: è sofisticato e adatto a tutte , soprattutto se ti accorgi di avere qualche capello bianco

Getty Images

È stato il trend protagonista di tutto il 2015, il granny hair style ovvero i capelli grigi della nonna: iniziato su Instagram, è stato poi adottato da numerose celebrities, come Kelly Osbourne, Katie Price, Zosia Mamet, Rihanna, Lady Gaga, Hilary Duff, Kylie Jenner e molte altre. Nonostante lo scetticismo al primo impatto, perché avere i capelli grigi ha sempre rappresentato la preoccupazione di tutte, quando è iniziata la tendenza tutte sono corse dal parrucchiere. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

E non per nulla: a parte le ovvie spinte dettate dalla moda questa tinta è infatti utile per chi ha vede comparire i primi capelli grigi. E mentre il classico granny hair spopola, si sviluppano anche diverse personalizzazioni del look. Un esempio? L'aggiunta dello shatush bianco o con velature rosa, lilla o azzurre, che donano luce al volto con stile. Alcune, come per esempio, Rita Ora e Kim Kardashian hanno invece optato per un taglio corto platino, per avere praticità senza rinunciare allo stile. 

Quindi perché non provare questa nuova moda? Avere i capelli grigi è un obbiettivo difficile da raggiungere specialmente per le chiome più scure, ma come ci hanno sempre insegnato nulla è impossibile. Andare dal parrucchiere è più costoso, ma è più sicuro. Se però non hai la possibilità di andare in salone, puoi avere lo stesso risultato da casa. Come? Bastano pochi passaggi, ma tanta pazienza, tempo e accortezza. Ecco il procedimento in pochi passaggi.

  1. Se tingi i tuoi capelli, ora è arrivato il momento di farli crescere il più possibile con il tuo colore naturale (solitamente si consiglia almeno 6 mesi prima).  
  2. Almeno 1-2 settimane prima, si consiglia un trattamento che aiuti a minimizzare i danni della decolorazione.  
  3. Per due giorni prima della decolorazione non devi lavarti i capelli così che gli oli naturali aiuteranno a proteggere i capelli dalla decolorazione.  
  4. Preparati psicologicamente a dover tagliare le punte dei tuoi capelli perché inevitabilmente si rovineranno.   
  5. Preparati psicologicamente anche al cambio del look: sembra una sciocchezza, ma può capitare di pentirsene e allora il guaio ormai sarà fatto!  
  6. Finalmente adesso puoi schiarire i capelli finché non otterrai un biondo molto chiaro. Si possono comprare tinte decoloranti, ma prima di acquistarli assicurati che siano prodotti affidabili. 
  7. Dopo aver decolorato è il momento di passare un toner, ovvero un tonalizzante di colore lilla che eliminerà il giallo dai tuoi capelli raggiungendo il grigio da te desiderato.  
  8. Successivamente devi applicare la tinta che ti farà avere i capelli grigi. 
    Pubblicità - Continua a leggere di seguito

    Ma fai attenzione: più il biondo sarà scuro, più sarà scuro il grigio aggiungendo il toner. Quindi assicurati che la decolorazione non schiarisca troppo i tuoi capelli se vuoi ottenere un grigio più scuro. Per mantenere il colore grigio avrai bisogno di curare i tuoi capelli, quotidianamente con shampoo e balsamo senza solfati, poi ogni 2-3 settimane dovrai usare un colorante grigio e ogni 6-8 settimane ritoccare la ricrescita.

    Pubblicità - Continua a leggere di seguito
    Altri da Capelli