Come proteggere i capelli al sole? 8 dubbi e 8 soluzioni dei super esperti

Le domande sulla cura della chioma al mare e le risposte degli hair stylist: come scegliere la protezione più efficace contro salsedine e raggi solari, cosa utilizzare dopo lo shampoo, come fare lo styling, per non rinunciare allo stile nemmeno in spiaggia

image
Getty Images

Quello tra capelli ed estate è un rapporto complicato, ma come ogni storia d'amore che dura tutta la vita, ha bisogno di attenzione e gesti giusti. Dovremmo averlo imparato: se prendiamo l’estate alla leggera, in autunno ci lamentiamo di avere i capelli rovinati, con le punte spezzate, le lunghezze inaridite, il colore sbiadito... Meglio pensarci prima, correndo ai ripari in tempo reale. A riprova, ci sono le domande che gli hairstylist si sentono più spesso rivolgere dalle clienti alla vigilia delle ferie. Qui trovi le risposte e le soluzioni ad hoc, suggerite da tre specialisti della chioma. Così la testa è salva!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1. Che cosa bisogna fare prima di partire per il mare?
Courtesy photo

Olio capelli Argan, Erboristeria Magentina (€ 14,90).

Se tagliare non è sempre indispensabile, puntare a un trattamento preventivo si rivela strategico. Nei saloni Coppola viene suggerito un protocollo ad hoc. «Prevede un ciclo di tre sedute a cadenza settimanale», spiega Lucia Bossi, responsabile tecnica. «Nel corso di ciascuna sessione vengono applicati oli essenziali, fiale mineralizzanti e argille in grado di ripristinare l’idratazione di cuoio capelluto e lunghezze». Firmato Jean Louis David, invece, il percorso Go Repair. Lo descrive l’hairstylist Francesco D’Agostino: «Dedicato a chi ha fusti sensibilizzati da colorazioni o trattamenti chimici, si avvale di un prezioso estratto di caviale formulato per riparare in profondità la cheratina, rinforzando e rivitalizzando dal profondo».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy photo

Leave-in Treatment senza risciacquo, Rahua (€ 45).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
2. Come si sceglie il prodotto per la protezione solare?
Courtesy photo

Go Repair Maschera, Jean louis David (da € 26).

«La discriminante è il tipo di capello», dice Antonio Fantini, titolare del salone Steve Total Beauty di Milano Marittima.«Oli, sieri ed emulsioni in cui siano presenti percentuali anche basse di sostanze siliconiche hanno consistenza più corposa e sono adatti a chi ha fusti sottili, ricci e trattati chimicamente. Le consistenze leggere, invece, come idro-gel o idro-emulsioni, offrono una protezione più blanda e sono quindi consigliati alle chiome costituzionalmente più robuste e a chi ha capelli naturalmente lisci». Lucia Bossi invita a valutare anche la lunghezza della capigliatura: «Un flacone spray aiuta se le ciocche scendono oltre le spalle, mentre può essere superfluo nel caso di pixie cut e affini». Infine, occorre tenere conto delle attività dopo-spiaggia: una chioma lucidata da un olio protettivo è perfetta per un aperitivo in riva al mare, ma fuori luogo in caso di dîner habillé.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
3. Come si usa lo schermo protettivo per i capelli?
Courtesy photo

Luxury Star lucidante con argan, So One (€ 14).

«È bene effettuare una prima distribuzione a testa asciutta, insistendo particolarmente su lunghezze e punte», spiega Fantini. «Al mare o in piscina, il prodotto va poi riapplicato dopo ogni immersione, meglio ancora dopo aver eliminato salsedine e cloro con acqua dolce». La quantità ideale? «Generosa, a meno che i fusti siano particolarmente fini. Per non appesantirli, in questo caso è meglio optare per cosmetici dotati di filtri solari, ma caratterizzati da una texture asciutta, simile a lacca».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
4. In spiaggia è meglio tenere i capelli legati o sciolti?
Courtesy photo

Protezione Invisibile Capelli, Vitamya (€ 7,29)

«Per quanto sia liberatorio, portarli sciolti significa esporne una maggiore superficie ai raggi Uv e al vento, che ne accrescono la secchezza e possono facilitare la rottura», spiega Antonio Fantini, che invita a legarli sempre quando si va al mare o in piscina. L’opzione migliore? Gli chignon morbidi, ideali per non costringere le lunghezze.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
5. Posso fare lo shampoo tutti i giorni o rischio di rovinarli?
Courtesy photo

Lisciante, Ultimate Care Conditioner Morphosis, Framesi (€ 24).

«Sì, purché sia diluito con acqua e distribuito direttamente sulla cute e non sulle lunghezze. Nessuna controindicazione al balsamo, avendo l’accortezza di lasciarlo in posa non più di due minuti», dice Fantini. Chi desidera una maggiore efficacia districante o ammorbidente ha due possibilità: prolungare la posa del conditioner, portandola a cinque minuti; oppure ricorrere a una maschera rigenerante. Ai cosmetici leave-in va comunque il titolo di prodotto star di stagione: non solo districano e idratano, ma lucidano le ciocche, con funzione termoprotettiva. Lucia Bossi li ritiene adatti in caso di fusti aridi, grossi e ricci, ricordandosi di scegliere una consistenza light, come fluidi e latte dalle proprietà setificanti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy photo

Solè Tropical After Sun Shampoo Capelli Naturali & Corpo, Creattiva (da € 17).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
6. È una buona idea abbandonare phon e piastra con il caldo?
Courtesy photo

Rigenerante, Maschera Intensa Nutriente Softly, Biomed Hairtherapy (500 ml, € 35,50).

Bisogna trovare alternative soft alla classica piega. Il look wet, caratterizzato da capelli pettinati all’indietro e fermati, da un lato, con una molletta gioiello, è perfetto anche in spiaggia. Per una serata speciale si può optare per uno styling semplice e veloce: basta arrotolare alcune ciocche in torchon da tenere in posa mezz’ora, creando così un elegante movimento a onde, da fissare poi con un velo di lacca. D’Agostino incita a usare la fantasia e gli accessori giusti: «Mollette, pettinini e persino bacchette in legno, stile jap, sono giustissimi per impreziosire anche le pettinature più semplici, come le ponytail».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy photo

Via i nodi: Spazzola Acca Kappa (€ 27,50).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
7. Come mai, alla fine delle vacanza, i fusti risultano stopposi?
Courtesy photo

Olio Solare Corpo e Capelli Spf 15, Yves Rocher (€ 12,95).

Ne sono responsabili i fattori climatici. La luce, l’umidità e i raggi Uv, coadiuvati dalla salsedine del mare e dal cloro disciolto in piscina, hanno il potere di disidratare i capelli, rendendoli porosi e fragili. E ancora: il vento tende a strapazzare le lunghezze e a favorirne le rotture, mentre gli infrarossi danneggiano la cheratina. Infine, il mix di tutti questi elementi “infiamma” il cuoio capelluto, frenandone la capacità di assorbire i principi attivi degli eventuali trattamenti riparatori applicati dopo la detersione.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
8. Quali attenzioni sono indispensabili al rientro?
Courtesy photo

Nutriente, Nourishing Hair Mask, Milk Shake (€ 15,50).

«Dipende dalle condizioni della chioma», spiega D’Agostino. «In genere, il primo intervento riguarda il colore. Tuttavia, se le ciocche risultano molto rovinate, sarà necessario ripristinare la qualità della fibra con trattamenti ad hoc. Mentre per punte scisse e capelli sottili o svuotati dagli agenti naturali, meglio pensare subito a un bel taglio “salutare”».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy photo

Repair Magnificent Mask, Jean Paul Mynè (in salone, € 26).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Capelli