Gli errori più comuni e imperdonabili che fai quando ti spazzoli i capelli (da non fare mai più)

Come fare e quali spazzole scegliere per non rischiare di rovinare i capelli con questo gesto quotidiano

capelli come spazzolarli
modern.affliction / Unsplash.com

Spazzolare i capelli è un gesto che va fatto un paio di volte al giorno: mattina e sera per mantenerli lucidi e morbidi. Spazzolare i capelli, infatti, oltre a sciogliere i nodi, ridistribuisce il sebo lungo la chioma migliorando la salute del cuoio capelluto e la lucidità delle lunghezze.

Questa operazione va fatta in modo lento e delicato, evitando gesti frettolosi e forti che possono spezzare i capelli. Spazzolarli è una gesto di cura per la chioma: i capelli ringrazieranno!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

La scelta della spazzola varia secondo il proprio tipo di capelli, soprattutto per quanto riguarda forma e materiali. Tuttavia le migliori spazzole per non rovinare i capelli sono quelle naturali. Meglio una spazzola in legno (questo vale anche per il pettine), ma potete valutare anche l’uso delle setole dure, in genere di cinghiale, per lisciare i capelli tendenti al crespo o una spazzola con setole miste in nylon per spazzolare e realizzare una coda di cavallo o un raccolto.

Se hai i capelli lisci e lunghi scegli una spazzola grande con le setole lunghe, mentre per i capelli corti va bene una spazzola più piccola e piatta. Per quelli ricci, invece, meglio con le setole lunghe e distanziate.

Non usare la spazzola sui capelli bagnati perché sono più fragili e rischiano di spezzarsi. Meglio, in questo caso, usare un pettine naturale a denti larghi dopo averli tamponati ed eliminato l’eccesso d’acqua.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Capelli