"Ho accettato il sesso a tre per tenermi stretto mio marito. E il mio matrimonio ora va a gonfie vele"

E ti racconto perché NO, non siamo una coppia aperta

image
Beth Solano / Unsplash.com

Ho accettato di avere una relazione a tre per tenere stretto mio marito. Capiamoci. Io mio marito l'ho voluto ardentemente. L'ho visto e me ne sono innamorata. Fin dall'inizio ho capito che la strada sarebbe stata in salita (lui era già impegnato in un'altra relazione quando ci siamo conosciuti) ma dalla cima il panorama sarebbe stato bellissimo. Ne ero certa. E così ho aspettato, a lungo, facendo l'amica, la psicoanalista, la compagna di giochi e avventure. Fino a quando ha preso coraggio e ha lasciato la sua compagna, con la quale stava da 10 anni, e le sue 10, 100, 1000 amanti di una notte per scegliere me, amare me. In quanto amica, psicoanalista e compagna di giochi e avventure io sapevo tutto di lui e lui sapeva tutto di me. Sapeva che lo amavo e che lo volevo con tutta me stessa ma che se avesse varcato la porta di casa e avesse deciso di fare sul serio con me non ci sarebbe stato spazio per nessun'altra.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Elizabeth Tsung / Unsplash.com

Ma come? Non ha appena detto ho accettato di avere una relazione a tre per tenermi stretto mio marito, penserete voi. Ma che c'entra, rispondo io. Il giorno che mio marito ha deciso di varcare la porta della casa, che oggi è la nostra casa, per dirmi «scelgo te, voglio te» ha scelto al tempo stesso che non mi avrebbe mai tradita, non avrebbe più seguito il suo istinto da predatore, non avrebbe più cercato quel brivido da ragazzino senza legami correndo dietro alla barista del locale sotto casa. Scegliendo me ha scelto di lasciar andare una parte di sé. Quel giorno è nata la nostra famiglia, ben prima del nostro matrimonio, perché dando alla nostra coppia la possibilità di esistere, al nostro uno di diventare due, come lui ha scelto di amare me io ho scelto di amare lui e per far funzionare questa relazione ed essere felici avremmo dovuto fare un patto. Da quel momento senza una regola, senza una cadenza fissa, senza limiti e limitazioni gli ho proposto di cercare persone, donne, con le quali fare sesso, insieme. Cosa vuol dire? Semplicemente che quando ci va, quando troviamo chi ci piace, quando vogliamo possiamo fare sesso a tre. Cerchiamo una donna con la quale passare insieme la notte, una notte e basta. Le occasioni sono molte di più di quelle che si pensino e il mondo è pieno di persone interessanti che hanno voglia di condividere anche solo un momento con altre persone interessati. Io e mio marito non abbiamo bisogno di messaggi in codice o altro, so cosa gli piace e la cosa bella è che piace anche a me.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Watar / Unsplash.com

A chi mi chiede se la nostra è una coppia aperta dico di no e lo dico seriamente e serenamente. Nella nostra coppia ci siamo io e lui e basta, è la nostra vita sessuale, se mai, che è popolata, aperta, libera e senza preconcetti. Aprire la nostra camera da letto a una persona che scelgo io, sceglie lui, scegliamo insieme non ha niente a che vedere con il fare entrare una terza persona nella nostra relazione, è solo sesso e probabilmente il miglior sesso che io abbia mai fatto. Non c'è sentimento. Non c'è tradimento. C'è condivisione. C'è piacere. Non c'è niente di torbido nella nostra relazione, non c'è niente di sporco in quello che facciamo.

Come avevo previsto dalla cima il panorama è bellissimo e non sentirci scontati fa della nostra relazione la più sana che potessi sperare. Mio marito mi ama, mi rispetta, si prende cura di me e dei nostri figli esattamente come io lo amo, lo rispetto e mi prendo cura di lui e la nostra vita insieme non potrebbe essere meglio di così.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Bellezza