X Factor 10, i nostri pollici su e giù per la terza puntata di audizioni

​La terza (e purtroppo non ultima) puntata di audizioni, pur inciampando in alcuni cliché da talent triti e ritriti, ha anche regalato qualche esibizione da urlo e confermato i ruoli, diversi ma ben amalgamati, dei giudici

La notizia, non buona, è che questa terza puntata di audizioni di X Factor 10 non è stata l'ultima. E un sospiro sconsolato è d'obbligo, perché va bene una, vanno quasi bene due, ma tre puntate di provini avevano già pienamente soddisfatto la nostra curiosità riguardo, nell'ordine: tipologie di concorrenti 2016 (più o meno quelle di sempre, fatta eccezione per una categorie che a breve vi illustreremo), livello di simpatia dei giudici (tutto sommato i rimpianti sono pochi), capacità di Cattellan di essere sempre uguale a se stesso, cioè di ottimo umore e tutto sommato indifferente rispetto a ciò a che accade. Ecco, questo maldestro "riportino" che affliggerà anche la prossima e quarta puntata (dove, però, cominceranno anche i Boot Camp di due dei giudici) di esausti «Avanti il prossimo concorrente» proprio non ci è andata giù. E qui, ovviamente arriva il primo, netto, pollice verso. Vediamo quali sono gli altri, ma anche quali sono stati i momenti da convinto pollice su.

Advertisement - Continue Reading Below

1 Pollice su per: Pink Gijibae

Il nostro preferito di questa puntata. Portavoce di una, da noi apprezzata, frotta di appassionati di K-pop (genere che arriva dalla Corea del Sud, cantato da girl e boy band con fattezze da manga), il giovane Pink ha prima rappato in coreano, poi invitato da Arisa, tra ghigni di sufficienza, a cantare qualcosa «in italiano o in inglese così che tutti possiamo almeno un po' capire», ha tirato fuori una versione di Hai delle isole negli occhi di Tiziano Ferro semplicemente da paura. E a quel punto anche Manuel Agnelli s'è arreso all'evidenza, uscendosene con: «Io non sto per credere alle mie parole, ma tu sei un vero talento». Oh, yes.

2 Pollice su per: i rainbow hair

In questo caso la chioma rosa appartiene alla super brava Sarah, che con una semplicità e naturalezza disarmanti, porta sul palco un mash up tra l'aria Vissi d'arte e It's oh so quiet di Bjork. Ma insieme a lei sono stati tantissimi i concorrenti di questa puntata a sfoggiare i loro rainbow hair, che, certo è questione di gusti, a noi piacciono proprio tanto, perché saranno anche solo frivolezze (ma qualcuno diceva che erano anche solo canzonette) ma che buon umore mettono quelle teste da cartoni animati?

Advertisement - Continue Reading Below

3 Pollice giù per: le storie strappa lacrime

Per piacere, basta. Qui puntata dopo puntata si stanno toccando (per massimo un minuto e mezzo e non di più, sia ben chiaro) tutti i drammi umani possibili e immaginabili con l'unico obiettivo di far venire un dannato nodo in gola, per poi passare oltre, magari a un cialtrone che canta di escort e macchinoni, Insomma, quest'obbligo di infilare ogni volta malattie, fughe da sette religiose, traumi infantili e quant'altro ha un po' stufato. Non ce ne voglia la cara Mariam della foto, che ha raccontato la sua storia di giovane musulmana liberatasi dal divieto di cantare. Il tema è importante, il luogo in cui parlarne, si fa per dire, secondo noi non proprio consono.

4 Pollice giù per: Federico

E per tutti quelli che hanno solo pensato di intitolare una canzone "Mamma è tutto ok". Lui, però, ha passato lo stesso il turno. Doppio pollice giù.

Advertisement - Continue Reading Below

5 Pollice su per: The Coraline

Quello che abbiamo da dire su Rebecca Elettra e Salomè, tre sorelle romane che hanno altri tre fratelli maschi (ebbene sì, dagli stessi genitori) è che: hanno portato Shoots and ladders dei Korn (evviva!), l'hanno ri-arrangiata benissimo, hanno cantato e suonato altrettanto bene, senza strafare e senza fare le fenomene. Quello di cui tutti, invece, oggi parlano è il fatto che siano le nipoti della povera Emanuela Orlandi, scomparsa nel 1983 in quello che rimane uno dei fatti di cronaca nera più oscuri d'Italia. Loro, a proposito di storie strappa lacrime, non hanno manco accennato a quella drammatica storia di famiglia, ma hanno già sui social una marea di haters che in un modo o nell'altro le accusano di qualcosa. "Quante stupide galline che si azzuffano per niente", cantava Battiato.

6 Pollice a metà per: Alvaro Soler

La scorsa volta non lo abbiamo giudicato, ma anche stavolta fatichiamo ad esprimerci su Alvaro Soler (giudici, vi prego, l'accento è sulla prima "a"). Hanno provato a venderlo nella prima puntata come un po' marpione, nella seconda è rimasto in secondo piano, nella terza hanno provato a farci vedere il suo lato severo. Così severo da dire addirittura dei no. Capperi. Lo aspettiamo alla prova dei live per aggiustare il verso del pollice.

More from Gioia!:
TV
CONDIVIDI
Cosa guardare in tv la sera di San Valentino?
Se nei tuoi piani c'è una serata romantica in casa niente di meglio di un bel film da vedere abbracciati
isola dei famosi terza puntata
TV
CONDIVIDI
C'è un nuovo amore all'Isola dei famosi?
Stefano Bettarini va alla conquista di Dayane Mello: ma cosa altro è successo nella terza puntata? Le nostre pagelle
TV
CONDIVIDI
Chi sale e chi scende al Festival, ma soprattutto chi lo vince!
Trionfa Francesco Gabbani, seguito a ruota da Francesca Mannoia e, per terzo, Ermal Meta
TV
CONDIVIDI
Tutto ciò che c'è da sapere su Sanremo 2017
Countdown per la finalissima: qui trovate quello che vi serve per essere super esperti del Festival (anche se non lo avete visto!)
sanremo 2017 gossip
TV
CONDIVIDI
Cosa succede a Sanremo fra una canzone e l'altra
Momento gossip con le indiscrezioni sugli amori (anche presunti) dei cantanti in gara e dei partecipanti, ma non solo
serie-tv-legion
TV
CONDIVIDI
Serie tv: i titoli da non perdere a febbraio
Non prendete impegni: questo mese vi aspetta un'invasione di zombie, vampiri, mutanti e anche quarantenni in crisi
TV
CONDIVIDI
Pollici su e giù della quarta serata di Sanremo
Chi sale e chi scende al Festival, e chi ne è stato sbattuto fuori, a una manciata di ore dalla finale della 67esima edizione
TV
CONDIVIDI
Pollici su e giù della terza serata di Sanremo
Serata cover del Festival, tra paragoni impossibili, vedi alla voce Anna Oxa, e sfide andate a segno, come quella di Ermal Meta
robbie williams a sanremo 2017
TV
CONDIVIDI
Pollici su e giù alla seconda serata di Sanremo
Robbie Williams sempre il migliore, Michele Bravi emoziona e Bianca Atzei sbaglia la canzone: i nostri voti
TV
CONDIVIDI
Tutti i giovani da tenere d'occhio a Sanremo
Tra Big e Nuove Proposte, ex talent e cantautori, ecco le nuove (interessanti) facce della musica italiana.