Intervista a Maya Sansa in tv con Tutto può succedere

L'attrice è una delle protagoniste della sitcom in onda su Rai1. Qui ci racconta il suo personaggio, ma anche se stessa

Più Popolare

Dopo i successi al cinema, Maya Sansa, 40 anni,  sta lasciando il segno anche sul piccolo schermo: era Irene, la "paziente del lunedì" del dottor Mari, lo psicologo interpretato da Sergio Castellitto nella serie drammatica In treatment, ed è Sara in Tutto può succedere, remake italiano della dramedy (mix di dramma e commedia) Parenthood, con la regia di Lucio Pellegrini.  In quel di Fiumicino, Ettore e Emma Ferraro (interpretata da Licia Maglietta) seguono la vita complicata e turbolenta dei quattro figli, due femmine e due maschi,  con rispettive mogli e figli. La vita non è mai quello che si pensava che fosse, ma l'importante è riderci sopra. E ogni puntata (in onda la domenica in prima serata su Rai1) è quella buona per vedere se quelle storie sono capitate anche a noi.   

Maya Sansa e Licia Maglietta in una scena di Tutto può succedere
Advertisement - Continue Reading Below

Chi è Sara? 

La secondogenita della famiglia Ferraro, che torna a Roma con i figli adolescenti dopo essere stata lasciata dal marito. È scombussolata, era partita giovane da casa piena di idee e di amore e poi il suo matrimonio è andato a rotoli, il lavoro anche, e si ritrova ospite dei genitori. Sara è divertente perché crea parecchia confusione intorno a sé, ha tanta gioia di vivere, cerca di reinventarsi, si innamora, a volte fa la mamma perfetta, a volte la mamma amica. 

Più Popolare

Le assomiglia? 

Mi è molto familiare, perché mamma mi ha avuta a vent'anni e mi ha cresciuta da sola, quindi quella complicità e confusione dei ruoli le ho vissute appieno. E ho una sorella che ha vent'anni meno di me, con cui mi sono spesso anch'io comportata da mamma. 

Adesso mamma lo è davvero. 

Sì, di Talitha, 2 anni e quattro mesi. L'ho avuta tardi, non potrò essere una mamma-sorella, ma sarò comunque molto complice. Spero però di dare a mia figlia un po' più di sicurezza. 

Anche lei, come Sara, è andata a vivere lontano dalla famiglia da giovanissima. 

Ho lasciato la casa materna a 18 anni per studiare recitazione in Inghilterra, ma non avrei mai partita per seguire un ragazzo, come fa Sara. Ero innamorata, sì, ma del sogno di diventare attrice. 

Oggi vive a Parigi: com'è il clima dopo gli attentati? 

Finalmente si ricomincia a vivere come prima, anche se un fondo di tristezza e preoccupazione resta. Siamo tutti destabilizzati, ma c'è stata una presa di coscienza da parte delle persone più consapevoli e mature. Ci sono anche la rabbia e l'odio dell'estrema destra che ha rischiato di essere molto presente, poi per fortuna non ce l'ha fatta. 

Quando è in Francia si sente italiana? 

Molto, è in Italia che mi sento straniera. Del resto fa parte del mio dna: mamma è torinese, nonna istriana, la bisnonna era austroungarica di origini cecoslovacche, mio padre iraniano, e io sono cresciuta a Roma. Anche il mio compagno (Fabrice Scott, attore, autore e regista, ndr) è metà irlandese e metà francese, nato in Canada, e ha tre passaporti. Nostra figlia è destinata a diventare cittadina del mondo. 

Tornerà presto al cinema? 

Ho appena finito di girare La verità sta in cielo di Roberto Faenza, incentrato sul caso Emanuela Orlandi. Io sono la giornalista che cerca di rimettere insieme tutti i tasselli della vicenda. 

Come vede oggi il cinema italiano? 

In forma: siamo pieni di talenti e i nostri registi ottengono grandi riconoscimenti all'estero. Come al solito però, anche per i talenti migliori, mancano sempre i finanziamenti. 

More from Gioia!:
sanremo-conduttori-carlo-conti-maria-de-filippi
TV
CONDIVIDI
Sanremo 2018: va bene Baglioni, ma i migliori conduttori sono stati loro
Saremo anche degli inguaribili romantici, ma noi sogniamo ancora il ritorno di questi tre conduttori sul palco dell'Ariston
TV
CONDIVIDI
Cosa ho capito su Lady Gaga guardando Five foot two, il documentario su di lei
Perfezionista, ansiosa e italiana nel sangue: la cantante, svelandosi completamente, mostra un'inedita versione di sé stessa
the-handmaid-s-tale-scena
TV
CONDIVIDI
3 motivi per cui The handmaid's tale vi conquisterà
Vi angoscerà, come poche serie tv riescono a fare, ma ne rimarrete stregati, per (almeno) tre motivi
TV
CONDIVIDI
X Factor 11: i top e i flop dei bootcamp
Scendono in campo Fedez, capitano degli under uomini, e Manuel Agnelli, felicissimo di avere i gruppi, e tutto sommato non abbiamo granché...
serie-tv-novita-ottobre-2017-grey-anatomy
TV
CONDIVIDI
Serie tv: tutte le novità (sono tantissime!) di ottobre 2017
Suburra, la doppietta Marvel Inhumans e The gifted, i ritorni di Grey's anatomy e The walking dead: sono tantissimi i nuovi titoli al via a...
programmi-tv-ottobre-2017-stasera-casa-mika
TV
CONDIVIDI
Programmi TV: tutte le novità di ottobre
Da Stasera a casa di Mika a La vita è una figata, tutti i nuovi show al via a ottobre 2017
TV
CONDIVIDI
X Factor 11: i top e flop della terza puntata
Se un cartonato di Chiara Ferrami si prende più spazio di molti concorrenti, allora vuol dire che sul palco del talent di Sky Uno non s'è...
TV
CONDIVIDI
X Factor 11: i top e flop della seconda puntata
Capelli e cappelli disastrosi tra i concorrenti, qualche voce notevole, e la, vana, speranza che questa potesse essere l'ultima puntata di...
TV
CONDIVIDI
X Factor 11: i top e flop della prima puntata
La giuria si divide tra mistici, Levante e Agnelli, e pragmatici, Fedez e Maionchi, mentre tra i concorrenti qualcuno, timidamente, si fa...
giuseppe-zeno-paradiso-delle-signore
TV
CONDIVIDI
Giuseppe Zeno: «Non ditemi che sono l'attore del momento»
Glielo ripetono dai tempi de L'onore e il rispetto e lui, ogni volta, glissa preferendo parlare di gavetta, empatia e arte dell'ascolto:...