X Factor 11: le pagelle della terza puntata LIVE

L'unica avanguardia del programma, ovvero Sem&Stenn, se ne torna a casa perdendo la sfida contro i compagni Ros: solo la squadra di Mara Maionchi, a questo punto della gara è al completo, mentre i suoi avversari sono tutti con due soli concorrenti

Le pagelle di X Factor 11 di questa settimana sono più tristi di un ristorante con l'insegna luminosa Buon Natale lasciata a campeggiare in pieno agosto. Che già c'è George Clooney che dice di voler smettere di recitare, già pare sia stato annunciato un show televisivo con protagonisti Rovazzi e Gianni Morandi, già nella scorsa puntata lo stesso X Factor ci ha ricordato che l'Antartide si sta sciogliendo e il mondo è vicino al collasso, che un'altra pessima notizia proprio non ce la meritavamo. E invece eccola, bastardella, perché Sem&Stenn, portatori sani di quel divertimento (ripetete con me: divertimento) che dovrebbe essere la linfa di uno show televisivo che si propone come intrattenimento, e non psicoterapia di gruppo, sono usciti e niente sarà più lo stesso per noi. Occorre, poi, dire che queste pagelle non sono solo le più affrante, ma anche le più ostiche, dato che Sky ci ha gentilmente ospitati nella X Factor Arena, che vista dal vivo è davvero una bomba, ma senza avvisare che, dato il clima subtropicale, sarebbe stato davvero saggio vestirsi come l'ospite internazionale dello StraFactor, la divina Corine autrice di Perché perché.


E invece no, che temendo l'aria condizionata a palla eravamo vestiti come in una bella giornata di sole a Bormio, che mancavano giusto i moon boot, cosa che ha inficiato e non poco la nostra capacità di giudizio e che credo abbia portato anche a una breve perdita di coscienza. Tuttavia c'è parso di udire che zia Mara sia tornata allegramente ai suoi "che ca**o dici" sciorinati a mitraglia, che il fioretto di "non dire parolacce cha a casa ci sono dei bambini" aveva già stufato lei e pure il pubblico, che a ogni "ca**o" applaudiva pieno di gaudio. Non è stato semplice uscire illesi dall'attacco su più fronti di smartphone, aizzati in modalità così aggressiva che per non finire in qualche Instagram story era tutto un abbassati-schiva-salta che manco quando si giocava a palla bollata nella palestra puzzona delle medie. Ma, come si dice sempre in questi casi the show must go on, e così, nostre sofferenze psichico-emotive a parte, ecco le pagelle del terzo live di X Factor 11.

Advertisement - Continue Reading Below

1 Camille: voto 7

Quando ho sentito che Levante le aveva assegnato Royals di Lorde, che sì, come ha detto la giudice in versione anni Trenta, sfotteva lo stile di vita dei ricconi, salvo poi far entrare in quella strettissima cerchia di "very important people" la stessa Lorde, ho sbuffato e ho cercato conforto nelle conversazioni whatsapp dello spettatore al mio fianco. Poi, invece, Camille si è esibita e di colpo è diventata badass come non mai. Commenti marpioni e fuori luogo di Agnelli, che quest'anno ha l'ormone impazzito, a parte, lei è stata una Queen e i giudizi freddini dei giudici davvero senza senso. 

Advertisement - Continue Reading Below

2 Ros: voto 5 1/2

Il buco nero super massiccio dei Muse non li ha inghiottiti del tutto ma quasi. Zia Mara ci fa notare anche un tapping non molto riuscito, ma al di là dei tecnicismi, questi ragazzi, che suonano e cantano bene, non invogliano a scoprire null'altro di più di quanto già visto. Detto in altre parole: potevano uscire e non saremmo rimasti con la curiosità di sapere che cosa avrebbero portato nella prossima puntata. 

Advertisement - Continue Reading Below

3 Lorenzo: voto 5

Per un attimo di puro terrore avevo capito che avrebbe cantato di nuovo Miserere, e invece eccolo, il Licitra, alle prese con Sere nere. E con il suo autore Tiziano Ferro, che dentro quel pezzo aveva messo tutto un gorgoglio di disperazione che non è minimamente pervenuto in questa performance tutta lieve, soave, limpida, precisa, e sciapa che più sciapa non si può. Ma lui, ribattezzato e con senso da Fedez, "momento Rai1 di X Factor", piace moltissimo allo stesso pubblico che ha, ça va sans dire, ha mandato a casa Sem&Stenn e vola, con il suo faccino da bravo ragazzo, verso la finale. 

Advertisement - Continue Reading Below

4 Maneskin: esenti da giudizio perché hanno già vinto

Dunque, i Maneskin, che dell'essere coatti stanno facendo il loro baluardo (viva, aggiungiamo, che sta raffinatezza tristanzuola ha stufato) sono la supercazzola perfettamente riuscita di Manuel Agnelli che, con alle spalle un X Factor in cui ha imparato i trucchetti del mestiere, quest'anno tesse la sua trama con abilità e furberia. La materia che ha tra le mani, e cioè i Maneskin, si presta alla perfezione, perché sono fighi (non posso riportare ciò che si dice e si scrive sul frontman Damiano, ma ricordo a tutti e tutte che è un classe 1999), si sentono fighi, fanno venir voglia di vestirsi e truccarsi come loro e stanno già creando dei cosplayers fatti a loro immagine e somiglianza, e sono un perfetto prodotto da talent show. Detto ciò con questo brano dei Killers hanno usato diverse (ma tante, eh) scappatoie dalle difficoltà tecniche di esecuzione, eppure il risultato è sempre lo stesso: il deliro del pubblico, il plauso dei giudici, e una vittoria, salvo super recuperi di altri concorrenti nel rush finale, già annunciata.

Advertisement - Continue Reading Below

5 Michele Bravi: voto 8

Il piccolo Michi, giovane fuori 45enne dentro, deve essere rimasto molto colpito dalla scorsa puntata a tema ecologico, tanto che si è presentato vestito da pinguino, crediamo per lanciare un messaggio contro lo scioglimento dei ghiacciai. Lui ci piace da sempre, perché ha una sua goffa eleganza, perché canta in maniera non urlata e inusuale, perché quando ringrazia sembra voler ringraziare davvero, perché i non-giovani come lui ispirano fiducia, tipo che non gli affiderei uno dei miei figli ma senza dubbio gli lascerei senza problemi casa mia mentre sono in vacanza, sicura che darebbe l'acqua alle piante. 

Advertisement - Continue Reading Below

6 Rita: voto meno peggio di quanto hanno detto

Rita è stata la più massacrata di questo live, anche, crediamo, perché si sta ricreando da parte dei giudici maschi e in particolare di Fedez, un "effetto Arisa-Victoria Cabello" contro la giudice Levante. Il pezzo di LP, è vero, l'ha messa in difficoltà per l'inglese, abbastanza meh, e perché era un brano complesso, però lei era partita bene, con quel timbro caldissimo alleggerito dal fischio perfetto, e poi ha iniziato ad andare palesemente in paranoia, fino al ritornello mal riuscito. Un'operazione non proprio riuscita ma nemmeno una caporetto. 

Advertisement - Continue Reading Below

7 Gabriele: il peggiore

Su Gabriele vogliamo ripetere quanto già detto: aveva ragione Arisa, non è niente di che. Ma stavolta aggiungiamo pure che manca del tutto di autenticità, prova a giocarsi tutte la carte: da quella del ragazzo di buon cuore a quella del ragazzo sfortunato che non ha avuto un padre molto presente, ma sempre con l'aria di quello che si vuole acchiappare voti e consensi, quindi no, per noi non ha ragione di continuare a rimanere nello show. 

Advertisement - Continue Reading Below

8 Harry Styles: voto immenso

Il compagno di una mia cara amica che non segue X Factor vedendo Harry Styles esibirsi se n'è uscito con "questo è davvero un ottimo concorrente, o no"? Eh sì, è davvero un ottimo concorrente. E con pochi, essenziali elementi ha tenuto magicamente il palco.

Advertisement - Continue Reading Below

9 Scontro finale Ros vs Sem&Stenn: il nostro cuore è in frantumi

Tra i Ros e la loro versione irrilevante e senza senso di Nessuno mi può giudicare e Sem&Stenn e la genialità di portare This is not a love song dei Pil, arrangiata in quel modo sublime, non ci sarebbe dovuto essere nemmeno il minimo dubbio. A casa il "power trio" che ha già dato quel che poteva, e avanti l'avanguardia. Peccato che a Manuel Agnelli sia mancato il coraggio finale di tenersi stretti i suoi concorrenti rivoluzionari. Gliela perdoneremo? Non penso proprio. 

More from Gioia!:
TV
CONDIVIDI
Torna Luca Zingaretti, Montalbano dal 1999, "ma ora il commissario parla d'amore"
Torna il poliziotto più celebre della televisione italiana, in una veste tutta nuova: ce ne parla l'attore che da sempre gli presta il volto
Sanremo 2018 conduttori
TV
CONDIVIDI
Ancora chiacchiere da dopo-festival di Sanremo 2018 su vincitori & vinti
Cronaca dal backstage del Sanremo più acclamato di sempre, dove tutti i cantanti sono felici di dire "io c'ero"
Nuove serie tv 911 Foxlife
TV
CONDIVIDI
9-1-1 è la serie TV più bella di Grey's Anatomy e persino di ER
9-1-1 è tra le nuove serie tv più viste in America e Ryan Murphy, sceneggiatore e regista, è una delle tante certezze per cui non dovresti...
Serie tv da vedere 2018
TV
CONDIVIDI
Divano, popcorn e le serie tv imperdibili da vedere durante tutto il 2018
I titoli più nuovi e interessanti che magari vi siete persi fra un binge watching e l'altro, da recuperare asap
TV
CONDIVIDI
Dalla miniserie su Fabrizio De Andrè al ritorno di Montalbano: 16 serie tv da non perdere a febbraio
Febbraio straripa di serie tv, comprese quelle italiane: sul piatto, la tripletta Il cacciatore, Principe Libero e Montalbano. Serve dire...
TV
CONDIVIDI
Da Sanremo a Selvaggia Lucarelli: guida tv ai programmi in onda a febbraio
Non sono tantissime (causa Sanremo), ma comunque ghiotte: da Chef Rubio e Selvaggia Lucarelli fino alle Olimpiadi invernali, ecco cosa ci...
TV
CONDIVIDI
Alessandro Preziosi a Sanremo 2018 sarà il "lui" della coppia più bella del mondo
Il suo però è un bis: Alessandro Preziosi non è nuovo in casa Ariston, e nemmeno un neofita della musica
Perché vuoi sapere come va a finire, perché il protagonista è Valerio Mastandrea, e perché sono soltanto otto episodi: tutti i sabati su Rai3 oppure in streaming su RaiPlay come le televisioni moderne.
TV
CONDIVIDI
La linea verticale, della serie: poteva andare peggio. Molto peggio
Sono soltanto otto episodi: tutti i sabati su Rai3 (oppure in streaming su RaiPlay come le televisioni moderne). E quando arrivano i...
TV
CONDIVIDI
Annunciati i primi ospiti internazionali (pazzeschi!) di Sanremo 2018
La strana coppia Sting-Shaggy (con album a 4 mani in ausicta) e James Taylor sono i primi nomi di ospiti annunciati per questo Sanremo...
TV
CONDIVIDI
Voglia di Dance dance dance? Rimediare subito con i 5 video che hanno fatto la storia delle coreografie
Chi non conosce le mosse di Baby one more time? Chi non ha provato almeno una volta a muoversi come Kylie Minogue in Can't get you out of...