Cosa ho capito su Lady Gaga guardando Five foot two, il documentario su di lei

Perfezionista, ansiosa e italiana nel sangue: la cantante, svelandosi completamente, mostra un'inedita versione di sé stessa

Lady Gaga come non l'avete mai vista: nel docureality Five foot two, disponibile su Netflix, la cantante apre le porte di casa sua alle telecamere, raccontandosi tra palco e vita privata, mentre registra l'album Joanne (2016). Dopo aver visto il docureality, io ho capito che...

Advertisement - Continue Reading Below

1 Persino lei, non si piace

Ebbene sì: Lady Gaga la star, colei che è osannata urbi et orbi, ci ha impiegato un bel po' per accettarsi. Il che ridimensiona di parecchio le periodiche crisi che attanagliano noi comuni trentenni, riassumibili in «Non mi piaccio» (nei momenti di verità) o «Non ho nulla da mettermi» (alibi 100% femminile per non dire che ci vediamo brutte). «Prima non mi sentivo all'altezza: non mi trovavo sufficientemente bella, né intelligente o abbastanza brava come musicista», ammette Gaga nel corso del documentario. «Ora invece è diverso. So che voglio diventare una donna ed essere brava in questo campo. Me lo merito».

Advertisement - Continue Reading Below

2 Un tantino maniaca del controllo

Lo sospettavamo: nessuna cantante è mai stata l'incarnazione della flessibilità. Con gli anni, però, Lady Gaga è diventata via via sempre più esigente: in Five foot two assistiamo a una sua sfuriata nei confronti del reparto costumi, reo di non averla avvisata di aver aggiunto un passante alla sua gonna e, soprattutto, di aver cambiato la stoffa della fodera. «Devo esserne informata», si infuria, «è importante: il modo con cui il tessuto del vestito reagisce a contatto con la mia pelle influisce sulla velocità con la quale mi infilo la giacca sul palco»

Advertisement - Continue Reading Below

3 Joanne non è il solito album pop

Lady Gaga vuole fare la differenza. Con l'album Joanne  (2016) non solo abbandona il look estremo, presentandosi ai fan in t - shirt e jeans neri, ma si racconta anche nel profondo: il titolo del disco è un omaggio a Joanne, la sorella del padre morta negli anni '70 a soli 19 anni, stroncata dal lupus. Nel tentativo di guarirla, le avevano amputato le mani. «Per scrivere canzoni bisogna accedere alla parte sofferente del proprio cuore», spiega la cantante, «fare musica è come un'operazione a cuore aperto: è un'azione sempre invasiva».

Advertisement - Continue Reading Below

4 Tra gli acciacchi, manca la polmonite

Da quando si è rotta l'anca, Lady Gaga non se la passa affatto bene: ballare le procura dolore e, a complicare le cose, ci pensa la sua fibromialgia, una malattia cronica che, nei casi più gravi, impedisce di svolgere persino le normali attività quotidiane. Se poi si aggiunge, a tutto questo, qualche attacco di ansia pre e post concerto... Quello che non si spiega, però, è come mai non abbiamo ancora visto Lady Gaga bloccata a letto per la polmonite: la nostra gironzola sempre a pancia scoperta, sfoggiando microscopiche t - shirt che le coprono a malapena il seno. 

Advertisement - Continue Reading Below

5 American Horror Story è stato un dramma

Le sarà anche valso un Emmy, ma l'esperienza sul set di American Horror Story non è certo stata una passeggiata per Lady Gaga. Si è infatti indispettita con il regista quando le ha chiesto di parlare con un accento tedesco. «Ho avuto una crisi», ammette in Five foot two, «mi piace sapere le cose prima, in anticipo, e non volevo fare l'accento tedesco». Tuttavia ha prevalso l'amore per il suo personaggio: «Di lei penso che sia una strega scappata dalla Scozia: quando il suo potere aumenta, deve cambiare Paese altrimenti verrebbe bruciata viva. Per molte donne è ancora così: quando diventano potenti, sul lavoro o all'interno di una relazione, si crea sempre un'opposizione. Noi donne veniamo ancora percepite come proprietà di qualcuno».

Advertisement - Continue Reading Below

6 Il successo non basta

Puoi essere in cima alle classifiche, esibirti al Super Bowl e firmare autografi, ma non essere felice. Ad ammetterlo è la stessa Lady Gaga parlando del vuoto, soprattutto affettivo, che la inghiotte ogni sera: «Il Super Bowl è stato un giorno triste perché ho realizzato che avevo venduto 10 milioni di dischi, ma perso Matt. Poi ne ho venduti 30 milioni, e ho perso Luc. Ho fatto un film e ho perso Taylor. Questa è la mia terza delusione d'amore», racconta. «Sono sola ogni notte. Passo dall'essere circondata da persone che vogliono parlarmi e toccarmi, al silenzio totale della mia stanza».

Advertisement - Continue Reading Below

7 Orgogliosamente italoamericana

Madonna, guardati le spalle perché Lady Gaga non è solo una ragazza di NY: in lei scorre anche sangue italiano, quello che ti fa affrontare la vita a muso duro. A ricordare con orgoglio il suo status italiano di superiorità è la stessa cantante: «Ho sempre ammirato Madonna come performer, indipendentemente da quello che lei pensa di me. Mi fa però infuriare il fatto che non mi guarda negli occhi quando mi critica. Io sono italiana e di New York, quindi se ce l'ho con una persona glielo dico in faccia»

More from Gioia!:
TV
CONDIVIDI
Giampaolo Morelli: «Perché Coliandro parla dei single di oggi»
Malandrino al cinema in Ammore e Malavita, ispettore pasticcione in tv: dal 13 ottobre 2017 Giampaolo Morelli è tornato nei panni di...
serie tv autunno 2017 the assassination of gianni versace
TV
CONDIVIDI
8 serie tv che miglioreranno la qualità della tua vita in autunno
Sintonizzati sulla novità televisiva che più ti intriga: tra crime, supereroi e saghe di famiglia, c'è solo da scegliere
TV
CONDIVIDI
X Factor 11: i top e flop degli ultimi bootcamp
L'ultimo giro di bootcamp ha visto protagoniste del gioco delle sedie le giudici donne, entrambe in splendida forma, con una Mara più...
sanremo-conduttori-carlo-conti-maria-de-filippi
TV
CONDIVIDI
Sanremo 2018: va bene Baglioni, ma i migliori conduttori sono stati loro
Saremo anche degli inguaribili romantici, ma noi sogniamo ancora il ritorno di questi tre conduttori sul palco dell'Ariston
the-handmaid-s-tale-scena
TV
CONDIVIDI
3 motivi per cui The handmaid's tale vi conquisterà
Vi angoscerà, come poche serie tv riescono a fare, ma ne rimarrete stregati, per (almeno) tre motivi
TV
CONDIVIDI
X Factor 11: i top e i flop dei bootcamp
Scendono in campo Fedez, capitano degli under uomini, e Manuel Agnelli, felicissimo di avere i gruppi, e tutto sommato non abbiamo granché...
serie-tv-novita-ottobre-2017-grey-anatomy
TV
CONDIVIDI
Serie tv: tutte le novità (sono tantissime!) di ottobre 2017
Suburra, la doppietta Marvel Inhumans e The gifted, i ritorni di Grey's anatomy e The walking dead: sono tantissimi i nuovi titoli al via a...
programmi-tv-ottobre-2017-stasera-casa-mika
TV
CONDIVIDI
Programmi TV: tutte le novità di ottobre
Da Stasera a casa di Mika a La vita è una figata, tutti i nuovi show al via a ottobre 2017
TV
CONDIVIDI
X Factor 11: i top e flop della terza puntata
Se un cartonato di Chiara Ferrami si prende più spazio di molti concorrenti, allora vuol dire che sul palco del talent di Sky Uno non s'è...
TV
CONDIVIDI
X Factor 11: i top e flop della seconda puntata
Capelli e cappelli disastrosi tra i concorrenti, qualche voce notevole, e la, vana, speranza che questa potesse essere l'ultima puntata di...