Le 18 migliori serie tv da vedere nel 2016

Da Mr. Robot a Stranger things, fra ripartenze e novità (alcune purtroppo ancora inedite in Italia), ecco le serie regine del piccolo schermo

Più Popolare

Nell'era del predominio della tv, non è mai stato così difficile scegliere cosa vedere. Una buona notizia? Siamo qui per aiutarvi! Queste sono le serie tv da vedere assolutamente entro la fine dell'anno.

1) Fleabag

Advertisement - Continue Reading Below

Una delle gemme nascoste di quest'anno è stata questa commedia nera profondamente britannica. Phoebe Waller-Bridge è una rivelazione: una sardonica, impulsiva giovane donna che si barcamena a Londra tra mille storie, anche sessuali, e un profondo dolore che la dilania.

2) You're the Worst

Più Popolare

La terza stagione di questa serie, inedita in Italia, ha avuto un enorme successo. Con Gretchen (Aya Cash) che, a malincuore, è in terapia per la depressione, l'attenzione è tutta sul suo fidanzato Jimmy (Chris Geere), che è in crisi, e su Edgar (Desmin Borges) e il suo disturbo post traumatico da stress. You're the Worst è uno dei migliori programmi tv che nessuno vede, però.

3) Atlanta

Donald Glover è estremamente sicuro di sé e in questa serie, anch'essa inedita nel nostro Paese, ha mantenuto le promesse. Cacciato dal college Earn (Glover, appunto) cerca di redimersi agli occhi della sua famiglia aiutando suo cugino nella carriera rap. Una serie dalle molte sfumature, che segue il duplice cammino del protagonista.

Advertisement - Continue Reading Below

4) The Crown

Sono tante le insidie nel realizzare una serie sulla famiglia reale britannica. L'ambiziosa serie di Netflix che racconta della Regina Elisabetta II sarebbe potuta essere una cosa noiosa, un lavoro di maniera, ma invece The Crown si è rivelata una serie potente, che fa riflettere e gratifica. Ruotando intorno alla salita al trono di Elisabetta, la serie prova a spiegare il motivo per cui la famiglia reale rimane un oggetto di fascino senza tempo.

5) Westworld

Advertisement - Continue Reading Below

Da tempo era in ballo una serie sugli androidi di Michael Crichton e alla fine la serie Westworld è stato uno spettacolare e intricato viaggio nel parco giochi in cui tutto è possibile. E così mentre gli androidi prendono piano piano coscienza di sé e gli uomini si rivelano quasi pedine, si staglia il personaggio di Maeve, interpretato da Thandie Newton, che sa di essere una macchina programmata ma quasi agisce contro il programma. Una sorpresa genuina in un un'epoca in cui Internet sembra aver risposto a tutte le possibili domande.

6) Black Mirror

Più Popolare

Continua la serie incentrata sul progredire delle nuove tecnologie che riescono a raggiungere traguardi sempre più pericolosi e angoscianti. Ogni episodio di Black Mirror è una storia indipendente ma attraversata da un comune senso di terrore che si annida nel nostro rapporto con la tecnologia più estrema e inquietante. Ma proprio quando sembra che tutto sia alla fine, la serie si ammanta di speranza e guarda all'immortalità digitale.

7) Il caso O. J. Simpson

Il processo per omicidio di O. J. Simpson è una delle storie più note e discusse della storia recente. Tuttavia la miniserie in 10 puntate è stata fresca e dinamica. Nell'esplorare il processo che ha trasformato O. J. Simpson da colpevole ad assolto, gli autori Scott Alexander e Larry Karaszewski hanno dato via a una narrazione forte e coinvolgente, con un acuto sguardo sulle dinamiche razziali alla base del caso.

8) London Spy

Se vi siete perse questa serie della Bbc (inedita in Italia) dovete recuperarla: è uno dei thriller più eleganti degli ultimi tempi. Una storia d'amore mozzafiato tra il socievole e romantico Danny (Ben Whishaw) e l'asociale e misterioso Alex (Edward Holcroft), che finiscono nel mondo dello spionaggio quando la storia assume tinte fosche. La performance di Whishaw è piena di sfumature e, anche se a volte un po' lenta, rimane sempre avvincente.

Advertisement - Continue Reading Below

9) Girls

Nella quinta stagione (inedita in Italia), le Girls di Lena Dunham non sono più appena uscite dal college e mostrano una certa consapevolezza di sé che fan di questa stagione una delle migliori della serie. L'episodio «The Panic in Central Park» rimane uno dei migliori della stagione con Marnie che incontra Charlie, il suo ex, e comprende di di aver commesso un errore sposando Desi.

10) Better call Saul

Dopo che la prima stagione si era mossa un po' nell'ombra di Breaking bad, ora si è affermata come una serie acuta e a sé stante. La seconda stagione di Better call Saul si muove tra i suoi personaggi e le loro relazioni con un finale imprevedibile. La lotta di potere tra Bob Odenkirk, suo fratello Chuck (Michael McKean) e la sua sagace fidanzata Kim (Rhea Seehorn) cattura l'attenzione e fa sì che si tratti di una produzione veramente esemplare.

Advertisement - Continue Reading Below

11) Outlander

Se c'è una cosa che tutti sanno di Outlander è che c'è molto sesso. Ma la cosa più ammirevole e insolita della serie, che è diventata più evidente nella seconda stagione, è la sua abilità non solo nel presentare magnificamente il sesso, ma anche di narrare storie attraverso di esso. Claire e Jamie non sono più freschi sposini e ognuno di loro attraversa drammatici cambiamenti nella propria vita: in tal modo anche il sesso è cambiato, con Claire che ha la sua prima gravidanza e Jamie che lentamente si riprende dallo stupro, problema affrontato con sfumature che raramente si vedono in tv. La seconda stagione non è stata esente da problemi: il cast sempre più ampio e l'enfasi su intrighi politici a volte hanno lasciato i personaggi principali spaesati, ma rimane pur sempre una serie ambiziosa ed emotivamente unica che conquista sempre più fan.

12) Il trono di spade

In linea generale, le serie tv non migliorano dopo la quinta stagione. È stato incredibile assistere a una bella sesta stagione de Il Trono di Spade e averne ora una settima ancora migliore sarà difficile. Lavorare per la prima volta senza la base dei romanzi di George R.R. Martin non sarà facile per David Benioff e D.B. Weiss che devono lavorare molto sull'aspetto emotivo.

13) Veep - Vicepresidente incompetente

La satira politica non è mai stata così forte come in vista delle elezioni presidenziali Usa del 2016, e la stagione 5 di Veep – Vicepresidente incompetente è stata veramente notevole. I dialoghi sono sempre geniali e veloci e i personaggi rimangono affascinanti, con Selina (Louis-Dreyfus) che raggiunge nuove vette mentre perde gradualmente il controllo della sua vicepresidenza.

14) Orange is the new black

Oitnb è una di quelle serie che sfugge alla categorizzazione, visto che è polemicamente passata dalla sezione commedia a quella drammatica durante gli Emmy. Ma dopo una notevole e brutale quarta stagione, è chiaro che non siamo più dinanzi a una serie commedia. Alex (Laura Prepon) costretta a uccidere – e fare a pezzi e seppellire – il suo aggressore è stato solo l'inizio di una stagione che ha visto tutte le nostre amate detenute attraversare momenti bui. Il nuovo regime in vigore a Litchfield è culminato in una morte così viscerale che ci resta ancora difficile che sia veramente accaduta.

Più Popolare

15) The girlfriend experience

Adattamento dell'omonimo film di Steven Soderbergh del 2008, la serie narra di Christine Reade (Riley Keough) che entra nel mondo delle escort di alto livello e rimane attratta dal denaro facile. È affascinante guardare come l'ambiziosa studentessa di legge Christine sia sempre più attratta da un certo tipo di mondo e dai giochi mentali che le permettono di dominare gli uomini. Esplicita come Outlander, The girlfriend experience non è affatto sensuale, visto che usa il sesso per presentare la crescente alienazione della protagonista dal suo stesso corpo. Una serie tv inquietante, con una seconda stagione in arrivo. Ragione in più per recuperare anche la prima.

16) The night of

Nel boom delle serie tv con argomento criminale, The night of è una miniserie piacevole perché ci ricorda il semplice piacere di seguire un mistero per confezionato. Si tratta di un crime drama sulle complessità di un caso di omicidio a New York. Sullo sfondo, ovviamente, macchinazioni politiche e tumulti culturali. Non è stata solo una bella serie da vedere, ma anche da rifletterci sopra pur dopo la sua conclusione.

17) Mr. Robot

Dopo l'enorme successo della prima stagione, nel 2015, una seconda stagione (inedita in Italia) di Mr. Robot era inevitabile. Il creatore della serie Sam Esmail ha ampliato lo sguardo, esplorando le conseguenze dell'hackeraggio finanziario di Elliot, che comprende un'indagine dell'Fbi, diversi personaggi secondari e una vasta cospirazione che ha legami con il governo cinese. Un progetto molto ambizioso, che comunque verso metà stagione è risultato essere molto efficace. Inoltre, il modo in cui Mr. Robot gioca con la prospettiva, rendendo lo spettatore partecipe della fiction, è veramente qualcosa di diverso da tutto quello che passa in tv.

18) Stranger things

La più grande storia televisiva dell'estate 2016 è nata più o meno dal nulla, dando vita a un vero e proprio fenomeno in solo 8 episodi. La scomparsa di un ragazzo getta nel caos una piccola città , con sua madre (Winona Ryder) e i suoi amici che piano piano scoprono una verità ultraterrena, in cui sono coinvolti mostri, una dimensione parallela e una cospirazione governativa soprannaturale. Un impeccabile esercizio di stile con nostalgiche atmosfere anni 80.

Da: HarpersBAZAAR
More from Gioia!:
TV
CONDIVIDI
Justin Theroux: «Jennifer ti amo»
C'è chi scommette sulla sua separazione da Jennifer Aniston ma lui la porta a Parigi e svela qui il loro segreto di coppia
TV
CONDIVIDI
Gianni Boncompagni, tutto fuorché un complessato
Mandava in frantumi le nostre moraline precotte e c'era più gioco intellettuale nel suo niente che in cento programmi di libri
TV
CONDIVIDI
Ritorna Gossip girl? Blake Lively non nega!
Dopo 6 stagioni la serie tv cult potrebbe tornare per un reboot e la sua protagonista commenta così l'ipotesi
TV
CONDIVIDI
Valeria Bilello: «Mica male fare la sexy»
È l'unica italiana nella seconda stagione della serie più gender fluid della tv, Sense8 di Netflix, che l'ha costretta ad essere sensuale
TV
CONDIVIDI
Alessandro Roja: «Peter Pan a chi?»
Protagonista nelle fiction Di padre in figlia e Tutto può succedere 2, ci racconta come l'amore e la paternità gli hanno cambiato la vita
TV
CONDIVIDI
Torna Modern family e ci stupirà di nuovo
Ecco perché la serie tv, in onda con l'ottava stagione su Fox dal 14 aprile, continua ad appassionare tutto il mondo
TV
CONDIVIDI
Come mai Matrimonio a prima vista ha successo?
Torna su SkyUno il 13 aprile 2017: tra amori riusciti e non, l'attesa per la seconda stagione è alle stelle
TV
CONDIVIDI
Una mamma per amica torna con nuovi episodi?
Siete rimaste soddisfatte del finale di Una mamma per amica? Forse ci sarà un seguito, ed ecco cosa ne pensano le Gilmore girls
Asia Kate Dillon, serie tv Billions, Emmy genderqueer
TV
CONDIVIDI
La star di Billions chiede agli Emmy un terzo genere
L'interprete genderqueer ha chiesto agli organizzatori dei premi di riconsiderare le categorie di miglior attore e miglior attrice
TV
CONDIVIDI
Ecco le foto del remake tv di Dirty dancing
I nuovi protagonisti hanno pubblicato sui social alcune immagini, così possiamo vederle in anteprima