Gianluca Grignani si ritira per un po' dalle scene

«Mi ritiro per un po'» dice Grignani, che ha da poco avuto un violento attacco di panico, lo stress per la presentazione del nuovo album lo ha davvero provato​: ma ecco cosa ci ha raccontato poco prima dell'uscita del disco

Più Popolare

Di strade in 20 anni di carriera ne ha prese tante, e qualcuna era sbagliata: non è un mistero che proprio il pomeriggio precedente all'uscita del suo nuovo disco, Una strada in mezzo al cielo (Sony), Gianluca Grignani abbia avuto un malore forse legato allo stress o forse, secondo altre fonti, a un'intossicazione etilica. Il successo ha un peso, e Gianluca non ne ha mai fatto mistero, come ci ha spiegato proprio raccontandoci il suo nuovo disco, che con l'aiuto di amici illustri (da Carmen Consoli a Ligabue, da Max Pezzali a Luca Carboni) rilegge le sue vecchie hit. 

Advertisement - Continue Reading Below

Nel frattempo, Gianluca ha deciso di condividere su Facebook il suo stato d'animo e di prendersi un po' di tempo per sé:

«Ciao ragazzi, ho bisogno di staccare un po' con il mondo, l'avrete capito... Ora ho bisogno di tornare più forte di prima. Adesso parlerà solo la mia musica, la mia "strada in mezzo al cielo": ho annullato gli impegni per un determinato periodo, non ci saranno apparizioni, a parte i due eventi rock 2.0 a dicembre di Milano e Roma, e dei live acustici che farò durante l'estate che saranno annunciati qui sul mio profilo... ma io leggo tutto quello che mi scrivete e solo per voi io ci sto. Sempre. Con affetto G.»​

Più Popolare

Ma ecco cosa ci ha raccontato immediatamente prima dell'uscita del suo nuovo disco.

Ha voluto concentrarsi proprio sui tempi del suo debutto e rileggere i brani di quell'epoca.

Le "fonti" sono due album diversi, Destinazione paradiso e La fabbrica di plastica, che all'uscita fecero molto parlare: uno sognante e romantico, l'altro rock e ribelle. Il primo vendette tanto e non solo in Italia; il secondo è stato votato come miglior album di rock italiano in un sondaggio di Rolling Stone. Metterli insieme e rielaborarli per me è stato come riunire gli aspetti più diversi della mia personalità.

Che bilancio traccia dopo 20 anni di carriera?

Tutti fanno errori. I miei penso siano stati di non aver spiegato alla gente chi fossi, ho sempre pensato che un musicista debba essere libero di fare ciò che crede, e fregarsene. Ma non è così facile. E ora mi ritrovo una specie di aura imperscrutabile attorno, anche da maledetto. Poi però se uno ci pensa sono uno dei pochi musicisti ad avere quattro figli con la stessa donna. 

La fabbrica di plastica, il suo secondo album, era ribelle e "aggressivo". Poi però è tornato alle canzoni cantautorali di Destinazione paradiso.

La fabbrica di plastica fece scalpore. Io avevo bisogno di fare qual disco perché era un lato di me che mi chiedevano di cancellare, ma non potevo. Io non ho la visione del successo, non l'ho mai avuta. Sono un artista e ho imparato a dirlo solo dopo tanti anni, prima la parola mi faceva paura.

Cos'è un artista?

Uno che ha sempre cose nuove da dire. Nel mio caso, credo sia proprio così: le canzoni di questo disco sono qualcosa che prima in Italia non c'era. 

More from Gioia!:
Musica
CONDIVIDI
Bruce Springsteen a Broadway: cronaca sentimentale di due ore indimenticabili
A Broadway con Mister Born to Run: più che un concerto, un ritorno a casa
Musica
CONDIVIDI
Eva Pevarello porta a Sanremo 2018 testa rasata, tatuaggi (molti) e Manuel Agnelli?
La pupilla di Manuel Agnelli è tra le Nuove Proposte della 68esima edizione del Festival e c'è chi giura che questa volta potrebbe andare...
Musica
CONDIVIDI
Elton John, cuore di papà, hai fatto l'annuncio più triste del mondo
Il più amato Rocket Man del pianeta ha deciso di dire basta ai concerti e da New York ha annunciato ai fan che il prossimo sarà il suo...
Musica
CONDIVIDI
Jim Morrison è (perché è) una specie di esagerato superman culturale in via di estinzione: le sue migliori citazioni
"Saggio i limiti del reale. Sono curioso di vedere cosa succede. Tutto qui: pura curiosità. Mi piace portare all'estremo le situazioni"
Musica
CONDIVIDI
La divina Maria Callas immortale nei nostri cuori per almeno 4 validissimi motivi
A 40 anni dalla sua scomparsa, la città di Roma dedica alla Divina la mostra Callas e Roma. E noi riscopriamo una donna fantastica
Musica
CONDIVIDI
Addio Dolores O' Riordan dei Cranberries, morta improvvisamente a 46 anni
Scompare a Londra l'icona del brit pop, degli anfibi troppo grand e degli anni Novanta
Musica
CONDIVIDI
Tirando le somme, quali sono state le canzoni che abbiamo amato di più in questo 2017? Top ten in arrivo
Un anno ricco di musica questo 2017 e le canzoni più amate lo dimostrano: ecco la nostra top ten
Musica
CONDIVIDI
Jovanotti ci racconta perché Oh, vita! ci farà sbam addosso
Ma come fa Lorenzo a 50 anni a essere sempre così meravigliosamente cool? La risposta è più sbam! di quanto penseresti
Musica
CONDIVIDI
Marianne Mirage: "La chitarra è il mio vestito"
Chioma afro e animo da giramondo, adora sperimentare, con la musica e con il look (non a caso è ambassador di Desigual)
Musica
CONDIVIDI
Cesare Cremonini inedito torna in grande stile e svela tutti i suoi Possibili Scenari
La parola empatia è la chiave del nuovo album del cantautore bolognese, Possibili Scenari