Bruce Springsteen: in 60mila a San Siro per il Boss del rock

La rockstar ​ha fatto tappa a Milano, il 3 luglio 2016, con il The River Tour​: 3 ore e 45 minuti di pura energia per il popolo dello stadio Meazza (a scatenarsi giù dal palco c'erano anche Zucchero e Ligabue)

Più Popolare

«Ciao Milano. Fa troppo caldo? Andiamo!!!». I 60mila che affollavano San Siro, insieme a Ligabue e Zucchero, sono stati accolti così dal Boss del rock made in Usa: Bruce Springsteen. Per acclamare la star sul palco, una scritta formata da cartelli bianchi e blu: Dreams are alive tonite. E lui non ha perso tempo, dando il via al concerto con le note di Land of Hope and Dreams, cui è seguita The Ties That Bind.

Bruce Springsteen sul palco di San Siro.
Advertisement - Continue Reading Below

Lo scatto pubblicato da Springsteen sul suo profilo Instagram:

Thank you Milan! Opening with Land of Hope and Dreams.

A photo posted by Bruce Springsteen (@springsteen) on

Più Popolare

Sul palco a Milano, insieme a Springsteen, la E Street Band: quelle di ieri è stata la prima data italiana del The River Tour. Ben tre ore e 45 minuti di rock allo stato puro, un'esplosione di energia che non ha lasciato indifferente il popolo dello stadio San Siro. Bruce Springsteen ha chiuso il concerto con una versione acustica di Thunder Road e ringraziando il pubblico: «Questo è un posto molto speciale per noi, con il pubblico migliore». Il boss del rock tornerà a suonare sul palco milanese il 5 luglio per poi spostarsi a Roma il 16 luglio, nella cornice del Circo Massimo.

La tappa del The River Tour a Oslo:

Just a few folks here in Oslo tonight! #therivertour

A photo posted by Bruce Springsteen (@springsteen) on

La rockstar sul palco a Berlino:

I biglietti, ahinoi, sono già quasi sold out, ma se non avete fatto in tempo ad accaparrarvene uno e anche voi volete celebrare il mito andate ad Alba, in provincia di Cuneo, per un viaggio nel passato della rockstar. Alla Wall of Sound Gallery è in corso la mostra Bruce Springsteen. Jungleland - The photography of Frank Stefanko. Immagini scattate tra il 1978 e il 1982, anche anche in tempi meno lontani (alcune fotografie sono del 2004). Segnate in agenda: avete tempo fino al 4 settembre 2016. 

Read Next:
Musica
CONDIVIDI
Laura Pausini e Bocelli nominati ai Grammy Awards 2017
Ecco tutte le nomination ai Grammy Awards 2017: scopri la lista completa dei candidati
Musica
CONDIVIDI
5 cose da sapere su The Weeknd
Dai problemi con le dipendenze alla storia con Bella Hadid, forse non sapevate chi è il cantante di cui tutti parlano
Musica
CONDIVIDI
Kristen Stewart recita per i Rolling Stones
L'attrice è super cool nel video della canzone del nuovo album della band, Ride 'em on down, girato a Los Angeles
fabio-rovazzi-tutto-molto-interessante
Musica
CONDIVIDI
Fabio Rovazzi: dopo Andiamo a comandare arriva Tutto molto interessante
Dopo il tormentone dell'estate 2016 Rovazzi torna con un nuovo singolo: guarda il video ufficiale di Tutto molto interessante!
Musica
CONDIVIDI
Chi è Lp, l'autrice della hit Lost on you?
Avete capito qual è la canzone dello spot di 3, ma forse non conoscete Laura Pergolizzi, a Milano in concerto stasera 24 novembre
Musica
CONDIVIDI
Robbie Williams chiede scusa a Mel B
Quel burlone di Robbie ha smentito se stesso e ha ammesso di non essere mai stato a letto con la Scary Spice
Le migliori canzoni del 2016
Musica
CONDIVIDI
16 canzoni simbolo di questo 2016
La compilation con i best of musicali: ecco le hit che vale la pena di riascoltare nella playlist di fine anno
Musica
CONDIVIDI
Album di Natale: le 5 novità del 2016
Se amate la colonne sonore natalizie, ecco le nuove uscite che non potete perdervi, a cominciare da Laura Xmas della Pausini
Musica
CONDIVIDI
Shawn Mendes, chi è il cantautore del momento
Le hit più famose e altre curiosità sulla popstar canadese che per molti è già il nuovo Justin Bieber
Look più belli del red carpet American music awards 2016
Musica
CONDIVIDI
Il meglio del red carpet degli Ama 2016
I big della musica si sono ritrovati domenica sera agli American Music Awards e qualcuno era davvero al top