Milena Busquets: contro la morte, ci vuole il sesso

​Passerà anche questa: è il titolo del primo libro della scrittrice catalana che racconta il lutto per la perdita della madre

Più Popolare

Un debutto fulminante, dolente ma spiritoso, quello della catalana Milena Busquets, che con Passerà anche questa(Rizzoli), ha strappato in patria un contratto leggendario e ha poi venduto i diritti di traduzione in 26 Paesi. Figlia dell'altissima borghesia spagnola, 42 anni, racconta nel suo esordio la morte della madre Esther, intellettuale, anticonformista e illuminata, fondatrice tra l'altro di Lumen, una delle case editrici indipendenti più rispettate del Paese.Passerà anche questa è un libro «largamente autobiografico: Blanca, la protagonista, per molti versi sono io», dice la Busquets, che vanta una straordinaria somiglianza con Uma Thurman, la padronanza di cinque lingue e un senso dell'umorismo acuto.

Advertisement - Continue Reading Below

Nel suo romanzo la protagonista, reduce dal funerale della madre, riflette: «Il contrario della morte non è la vita, è il sesso». 

È il suo contrario e anche il suo antidoto, è un anestetico, è un antidolorifico, perché ci dà la consapevolezza di essere ancora vivi, di poter giocare la partita dei vivi. Quando sono rimasta senza madre mi sono sentita come se mi avessero tolto il sole. E la storia di Blanca, cioè la mia, è quella di una donna che non sopporta di diventare orfana, anche se ha compiuto 40 anni. Per un anno, dopo la morte di mia madre, sono uscita compulsivamente, poi ho cominciato il romanzo. A tratti dovevo smettere perché le mie parole mi suonavano tanto intense da ferirmi, a tratti quel che scrivevo mi faceva orrore e pensavo che non valesse la pena pubblicarlo. Poi,  per fortuna, l'ho fatto.

Più Popolare

Blanca ha svariati amanti, due ex mariti, molti amici. È indomabile, refrattaria al bon ton, a tratti malinconica, a tratti piena di energie. Un po' la si ammira, un po' fa specie…

Blanca la si può anche trovare eccessiva, ma ha di buono questo: si ricorda sempre che ci sono cose per cui vale la pena di continuare a vivere, per esempio l'amicizia, l'estate, il vino bianco freddo. Anche in mezzo al dolore sa bene che la gioia ha i suoi spazi, e che l'amore è dove trovi la gioia.

More from Gioia!:
Libri preferiti dai vip
Libri
CONDIVIDI
Cosa leggono i personaggi famosi sotto l'ombrellone?
Scopri quali sono i gusti in fatto di libri di Andrea Dovizioso, Tiziano Ferro, Benedetta Parodi e Paola Turci
Libri gialli migliori 2017 novità da leggere
Libri
CONDIVIDI
I libri gialli migliori del momento
Omicidi, sparizioni, serial killer e traffici sporchi: ecco la selezione dei titoli più belli con le storie più nere
Libri da leggere estate 2017
Libri
CONDIVIDI
25 consigli di lettura per l'estate
Bestseller, romanzi e letture immortali: rassegna dei libri indispensabili per partire in buona compagnia
Libri
CONDIVIDI
6 libri young adults imperdibili per l'estate
Amore, sogni e tante avventure: tutti i titoli più intriganti freschi di libreria, da leggere quest'estate
Libri
CONDIVIDI
Le mamme ribelli non hanno paura: le gioie (e i dolori) della maternità nel libro di Giada Sundas
Chi sono le mamme ribelli di cui scrive la giovanissima Giada Sundas? Sono le mamme normali ma, soprattutto, quelle che non hanno paura di...
Libri
CONDIVIDI
4 libri che ti danno una mano a educare tuo figlio
Le dritte in 4 libretti super pratici, scritti per aiutare i genitori alle prese con i primi problemi dei bambini dell'asilo
Libri
CONDIVIDI
I VERI libri rivelazione del momento, tutti scritti da donne
Sono romanzi, thriller, noir e storie d'amore, libri scritti da 8 donne che sono diventati veri bestseller in libreria
Libri
CONDIVIDI
10 libri da regalare alle mamme
Dal self help alle biografie , ce n'è per tutte: una piccola guida per fare il regalo giusto (anche a te stessa, se nessuno ci ha pensato!)
Libri
CONDIVIDI
Adolescenza e regole: i consigli in un libro
Lo psicologo Matteo Lancini ha scritto un libro per aiutare i genitori a sopravvivere agli adolescenti (ed educarli)
Libri
CONDIVIDI
Terrorismo: «Mio figlio è un jihadista»
In libreria un reportage con le storie dei ragazzi tunisini scappati in Siria per combattere la guerra santa