Il piccolo principe, libro di Antoine de Saint-Exupéry pubblicato nel 1943, arriva al cinema dal 1° gennaio 2016 grazie al film realizzato da Mark Osborne con la tecnica dello stop-motion. Poetico e leggendario, romanzo di formazione su amicizia, amore e senso della vita che ha incantato e fatto riflettere generazioni di bambini e adulti, Il piccolo principe non è una storia facile da portare sul grande schermo.

Osborne ha scelto di usare la tecnica del racconto nel racconto, dando vita a un film sognante e commovente (presentato in anteprima mondiale all'ultimo Festival di Cannes), perfetto per iniziare l'anno riflettendo su quel che conta davvero nella vita: un vecchio e bizzarro aviatore incontra una bambina a cui la madre ha programmato la vita minuto per minuto per farne, da grande, una donna in carriera, e le racconta la storia del Piccolo Principe, che lui ha incontrato tanto tempo prima nel deserto.


È così che entrano in scena i personaggi creati da Saint-Exupéry, che trasmettono alla bambina i valori fondamentali del libro: l'importanza delle piccole cose, la purezza e la bellezza dello sguardo dei bambini, la capacità di andare oltre l'apparenza, la necessità di prendersi cura delle persone che si amano e di conservare dentro noi almeno un briciolo del bambino che siamo stati, il ruolo fondamentale dell'amicizia nella vita, il ruolo prezioso dell'immaginazione.

I personaggi del film nell'edizione italiana sono doppiati da famosi attori del nostro cinema: Toni Servillo, Paola Cortellesi, Stefano Accorsi, Micaela Ramazzotti, Alessandro Gassmann, Giuseppe Battiston, Pif, Angelo Pintus e Alessandro Siani.

Advertisement - Continue Reading Below

1 L'essenziale è invisibile agli occhi

Addio – disse la volpe. – Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi.

2 Tutte le stelle sono fiorite

Se tu vuoi bene ad un fiore che sta in una stella, è dolce, la notte, guardare il cielo. Tutte le stelle sono fiorite.

Advertisement - Continue Reading Below

3 Le farfalle

Si devono pur sopportare dei bruchi se si vogliono vedere le farfalle… Dicono siano così belle!

4 Bisogna cercare col cuore!

Gli uomini coltivano 5000 rose nello stesso giardino… e non trovano quello che cercano… e tuttavia quello che cercano potrebbe essere trovato in una sola rosa o in un po' d'acqua. Ma gli occhi sono ciechi. Bisogna cercare col cuore!

Advertisement - Continue Reading Below

5 L'amicizia

Gli uomini non hanno più tempo per conoscere nulla. Comprano dai mercati le cose già fatte. Ma siccome non esistono mercati di amici, gli uomini non hanno più amici.

Se tu vuoi un amico addomesticami.

6 Per ogni fine c'è un nuovo inizio

È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito. È una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttate via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto. Ci sarà sempre un'altra opportunità, un'altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c'è un nuovo inizio.

Advertisement - Continue Reading Below

7 Cosa significa amare

Amare non è guardarsi a vicenda, ma guardare nella stessa direzione!

8 Comprendere gli altri

«Perché bevi?», chiese il Piccolo Principe all'ubriacone.
«Per dimenticare che ho vergogna», rispose quest'ultimo.
«Vergogna di che?», insistette il Piccolo Principe.
«Vergogna di bere..».

Advertisement - Continue Reading Below

9 Gli adulti

I grandi amano le cifre.






Quando voi gli parlate di un nuovo amico, mai si interessano alle cose






essenziali. Non si domandano mai: «Qual è il tono della sua voce? Quali






sono i suoi giochi preferiti? Fa collezione di farfalle?». Ma vi






domandano: «Che età ha? Quanti fratelli? Quanto pesa? Quanto guadagna






suo padre?». Allora soltanto credono di conoscerlo.

10 I fiori e le stelle

«A che ti serve possedere le stelle?», chiese il Piccolo Principe all'uomo
«Mi serve ad essere ricco».
«E a che serve essere ricco?».
«A comperare delle altre stelle se qualcuno ne trova».
«Io» disse il Piccolo Principe «possiedo un fiore che innaffio tutti i giorni e possiedo tre vulcani dei quali spazzo il camino tutte le settimane. È utile ai miei vulcani e al mio fiore che li possegga. Ma tu non sei utile alle stelle..».

More from Gioia!:
Cannes 70
Film
CONDIVIDI
Il diario della settima giornata di Cannes
Una promozione (L'inganno di Sofia Coppola), una stroncatura (Rodin con Vincent Lindon) e molti appuntamenti per i cinefili
Film
CONDIVIDI
A chi deve dire grazie Javier Bardem?
L'attore racconta che ha imparato dalla madre come ci si guadagna il rispetto del pubblico e che sul set è emozionato come un bambino
Le coppie famose più belle sul red carpet di Cannes
Film
CONDIVIDI
Le coppie più tenere sul red carpet di Cannes
I momenti più romantici dei red carpet del Festival: le coppie più affiatate sulla Croisette
Film
CONDIVIDI
Il diario della sesta giornata di Cannes
Nicole Kidman, ancora tu? L'attrice è protagonista della serie tv diretta da Jane Campion: e non è finita qui
Nicole Kidman
Film
CONDIVIDI
Il diario della quinta giornata di Cannes
Nicole Kidman, oggi in uno delle sue 4 apparizioni sul red carpet, è la più acclamata e finalmente spunta una storia d'amore
Jasmine Trinca in Fortunata
Film
CONDIVIDI
Il diario della quarta giornata di Cannes
Nella quarta giornata di Festival ci si rilassa dopo la tensione per l'allarme bomba (falso), e finalmente si ride
Il cast di The Square
Film
CONDIVIDI
Il diario della terza giornata di Cannes
Day 3: il Festival ricorda i militanti sieropositivi e scandaglia le relazioni umane, tra commedia e satira
Il cast di Okja
Film
CONDIVIDI
Il diario della seconda giornata di Cannes
Le frontiere del cinema, si allargano ma forse il Festival non è ancora pronto e scoppia la polemica sui film Netflix
Film
CONDIVIDI
Jasmine Trinca e la teoria della principessa
Mamma single nella vita, e nel suo nuovo film Fortunata, ha una cosa da insegnare a tutte le bambine
Monica Bellucci
Film
CONDIVIDI
Il diario della prima giornata di Cannes 2017
La rassegna cinematografica compie settant'anni e la madrina, Monica Bellucci, reclama: «Il Festival è donna»