Kate Winslet: «A 40 anni e 3 figli mi godo la vita»

L'attrice al cinema, più sexy che mai, in The dressmaker, dove interpeta una sarta che si vendica di un antico torto​ con il potere seduttivo degli abiti che crea

Più Popolare

Kate Winslet ha lanciato la sua ultima sfida. Avete mai pensato di usare la moda come un'arma? Un'arma di seduzione forse. Ma se ci sapete fare, un vestito giusto fa molto di più. Autentici miracoli, come accattivarvi la simpatia di una donna ostile. Se ci sapete davvero fare con ago e filo, saprete iniziarla a una specie di ossessione, perché con l'abito giusto qualunque donna può sentirsi bellissima; ma anche forte, audace, invincibile. 

Advertisement - Continue Reading Below

Ne sa qualcosa Kate Winslet, che non è mai è stata tanto attraente e sexy come in The dressmaker, con Judy Davis e Liam Hemsworth, presentato in anteprima al Toronto Film Festival e ora al cinema. «Dopo il personaggio nevrotico di Joanna Hoffman in Steve Jobs, interpretare questa femme fatale è stato un piacere indicibile, mi sono divertita parecchio»,  ci confida Winslet. 

Kate Winslet in The dressmaker
Più Popolare

Così, radiosa e stretta dentro un abito che glorifica il décolleté generoso, la pelle liscia e chiara, sembra proprio Myrtle, la sarta di The dressmaker, che negli anni '50 ritorna da Parigi per occuparsi della madre anziana, e un po' matta nel paesino di Dungatar, un manipolo di case perse nel deserto dell'Outback australiano. Una maledizione pesa su di lei: la gente la ritiene un'omicida, ma grazie alla sua abilità di sarta, ai suoi vistosi e colorati abiti haute couture  riuscirà a farsi riapprezzare, scoprirà la verità e l'amore.

Che nella fattispecie ha il torace a due piazze e gli occhi celesti di Liam Hemsworth. 25 anni lui, 40 lei, ma la chimica tra loro è tanto intensa che non noterete per un minuto la differenza anagrafica. 

«Non ho mai pensato in termini d'età», ammette Winslet,  «in tutta onestà, non so nemmeno quanti anni abbia esattamente, una ventina? È stata mia figlia a farmi notare che era più vicino alla sua età che alla mia. Mi sono limitata a focalizzarmi sui sentimenti, è l'esordio di una magnifica storia d'amore e come tutti sanno l'amore vero non conosce confini».

Quindi con Hemsworth si è trovata bene?

È un ragazzo straordinario e molto dolce, umile e tranquillo. Talvolta era un po' imbarazzato, specie in certe scene, ma come noterete sono uscite tutte benissimo: è stato sempre superprofessionale. È un tipo serio, molto legato alla famiglia. I suoi genitori sono venuti a trovarlo sul set. Era molto felice di lavorare in Australia, che è il suo Paese. 

La regista ha spiegato che cercava un attore che le ricordasse un giovane Mel Gibson, capace di giocare a calcio, come si vede nel film, e con un corpo favoloso…

Liam è attraente, ma ha anche un gran talento, è arrivato sul set direttamente da Hunger games e si è subito ambientato. Per esperienza, so che non è facile passare da un ruolo all'altro. 

Advertisement - Continue Reading Below

Questo film è il sogno di ogni attrice: tutto di donne, con una protagonista forte, scritto e diretto da Jocelyn Moorhouse e basato sull'omonimo romanzo di Rosalie Ham. 

Ho accettato perché la storia è sorprendente, originale e densa di sensualità. E poi sono una fan di Judy Davis, mia madre nel film: non ho resistito. Mi identifico molto nel mio personaggio, perché è una tipa forte e dura, a prima vista, ma in lei si cela un tormento di sentimenti: passione, vulnerabilità, fragilità. Lo si scopre a poco a poco quando si innamora. 

Crede anche lei profondamente nell'amore?

Credo nelle storie romantiche, quelle con il lieto fine, per questo ogni volta che ho amato mi sono sposata. Ma sono convinta che il destino giochi una parte fondamentale nelle nostre esistenze. 

Kate Winslet col primo marito, Jim Threapleton, da cui ha avuto Mia, 16 anni.

Si riferisce alla vendetta che si consuma alla fine del film?

Non sappiamo cosa c'è dietro l'angolo, per questo consiglio di osare e buttarsi nelle cose, ma bisogna essere anche fortunati. Io lo sono stata: ho incontrato persone straordinarie che hanno creduto in me e mi hanno dato delle opportunità. 

Si sente cambiata da quando era ragazza?

In principio ero di certo più insicura, adesso ho imparato a rilassarmi di più e a godere dei piccoli piaceri quotidiani, a non prendere le cose troppo sul personale. 

Kate Winslet col secondo, Sam Mendes padre di Joe, 13 anni.

Qual è il suo concetto di piacere?

Amare, mangiare e sorseggiare un buon bicchiere di vino, indossare un bel vestito che sta al tuo corpo come una seconda pelle, godersi ogni attimo che la vita ci concede, trasformandolo in una piccola goccia di felicità. Vedo troppe persone che hanno troppo e che non sanno apprezzare.

Si sarà quindi divertita a indossare i costumi del film.

Ho imparato a rispettare ancora di più l'alta sartoria, un'arte che parte dalla scelta dei tessuti e comprende il complesso lavoro che si cela dietro la rifinitura di un vestito o di un capo. Il mio personaggio è una sarta che ha imparato dai migliori stilisti di Parigi negli anni '50, quando la moda era particolarmente femminile; tanti elementi di quel periodo sono tornati attuali, come i lunghi guanti, i mantelli, i cappelli, le giacche... Assisterete a una "passerella" straordinaria. 

Qual è il segreto di un bel vestito? Sembra piuttosto brava nel prepararsi per il red carpet.

La struttura, fondamentale e personalizzata per ogni corpo.  

Kate Winslet con l'imprenditore Ned Rocknroll, il suo terzo sposo: insieme hanno avuto Bear, nel 2013.

E il suo colore preferito?

Il viola, in diverse sfumature, meglio se scuro. 

Nella vita reale tende a essere più elegante o sportiva?

Di solito sono di corsa, come ogni mamma che lavora, ma mi piacerebbe avere il coraggio di Myrtle, che va a una partita di calcio in mezzo al deserto in haute couture! È di sicuro una che sa essere se stessa. In questo mi sento molto simile a lei. 

Cosa ci tiene a insegnare ai suoi figli?

Ad accettarsi prima di tutto per quello che sono, sia fisicamente che personalmente. E poi, come ogni mamma, mi auguro siano sempre tanto felici.  

More from Gioia!:
richard-gere-incredibile-vita-di-norman-posato
Film
CONDIVIDI
Caro Richard Gere, restituiscici il nostro gentiluomo
Intendiamoci: ne L'incredibile vita di Norman la sua interpretazione è da manuale. Anzi, da Oscar. Ma noi rivogliamo il nostro Gere...
Cara Delevingne in una scena del film «Valerian e la città dei mille pianeti»
Film
CONDIVIDI
6 film tratti da libri da vedere in autunno
Dal futuro con Cara Delevingne al passato con Judi Dench di nuovo nel ruolo della regina Vittoria, alcuni film tratti da libri che...
Film
CONDIVIDI
5 film imperdibili se anche tu sei una gattara doc
Dal più classico Colazione da Tiffany al più recente A spasso con Bob, tutti i film da guardare accoccolata al tuo micio
Venezia 74, tutti i vincitori
Film
CONDIVIDI
Tutti i vincitori di Venezia 74
Chi ha vinto il Festival di Venezia 2017? Il Leone d'oro è andato a The Shape of Water di Guillermo del Toro ma scopriamo tutti i premi
film-autunno-2017-assassinio-sull-oriente-express-Jhonny-Deep
Film
CONDIVIDI
Arriva l'autunno ed è subito voglia di cinema: i film imperdibili della stagione 2017/2018
Dal ritorno di Blade Runner alla scommessa Downsizing, passando per la chicca british Morto tra una settimana o ti ridiamo i soldi, tutti i...
Valeria Golino in Il colore nascosto delle cose
Film
CONDIVIDI
Perché vedere Il colore nascosto delle cose ti aprirà gli occhi sul nostro presente
Il nuovo film di Silvio Soldini non è solo una storia d'amore, ma anche uno sguardo attento alla nostra società
Film
CONDIVIDI
5 film d'amore anticonvenzionali per iniziare l'autunno con romanticismo
Dall'ultimo Appuntamento al parco all'iconico C'è posta per te, ecco le 5 più emozionanti pellicole che narrano di amori fuori dal comune
Amal Alamuddin e George Clooney prima del red carpet per Suburbicon
Film
CONDIVIDI
Il diario del week end al Festival di Venezia
L'America arrabbiata di George Clooney e i coniugi in fuga da medici e figli di Paolo Virzì, che conquista il Lido, ma non la stampa Usa
Jane Fonda e Robert Redford
Film
CONDIVIDI
Il diario della terza giornata del Festival di Venezia
La scena è tutta per i Leoni d'oro Jane Fonda e Robert Redford, che celebrano 50 anni in bilico tra amicizia e amore (impossibile)
Festival di venezia 2017 Ethan Hawke e Amanda Seyfried
Film
CONDIVIDI
Il diario della seconda giornata di Venezia 74
Clima caldissimo in sala, con un Ethan Hawke superlativo: la temperatura al Festival comincia a scaldarsi