Aprire le porte di casa a un clochard? Succede al cinema (e a Milano)

​​​Una commedia francese immagina i parigini costretti a convivere con i senzatetto: ce ne parla la protagonista Karin Viard, e a Milano l'idea del film diventa realtà

Più Popolare

In un gelido inverno che registra un freddo record, il governo francese obbliga i parigini ad accogliere nelle proprie case i lavoratori senzatetto. È lo spunto di Benvenuti... ma non troppo, commedia francese che il 28 aprile, con Karin Viard (la mamma sordomuta de La famiglia Bélier) che mostra come la via della condivisione e dell'altruismo sia un percorso umano difficile e irto di conflitti. 

Advertisement - Continue Reading Below

Un tema di strettissima attualità, almeno per i milanesi: entro il 30 aprile, ha annunciato Pierfrancesco Majorino, assessore al welfare, partirà il bando per la ricerca di famiglie disposte a ospitare un senzatetto in cambio di un contributo mensile di 350 euro; proposta che, oltre a sollevare polemiche, metterà alla prova le buone intenzioni dei cittadini. «Perché è facile coltivare belle idee, più difficile è metterle in pratica», spiega Karin Viard, che nel film è Kristine, casalinga altoborghese e benpensante costretta a ospitare un certo numero di clochard.

Karin Viard, protagonista di Benevenuti... ma non troppo, al cinema.
Più Popolare

Si è chiesta: che cosa farei io al posto della sua Kristine?

No, mi è bastato provare a entrare nella sua pelle. Il mio personaggio è una sorta di archetipo della società francese: donne votate alla famiglia, al marito, in fondo alla propria funzione. Mi diverte molto interpretarle e mostrare come sotto la superficie della buona educazione covi sempre qualche forma di follia.

Kristine reagisce quasi meglio dei suoi vicini illuminati...

Possiamo firmare petizioni e manifestare a favore dei sans-papiers, ma poi facciamo fatica ad aprire le porte di casa a persone meno fortunate di noi. Un esercizio difficile, ma credo che dal momento in cui apri quella porta in qualche modo cominci a liberare anche dentro di te gioie ed emozioni che tenevi blindate. 

La Francia e Parigi sono luoghi da tempo abituati all'accoglienza; qualcosa è cambiato dopo gli attentati terroristici?

Non sono d'accordo con lei nel dire che Parigi è accogliente, ma nel complesso devo dire che la paura non è riuscita a cambiare le nostre abitudini. È più forte la voglia di vivere, di continuare a ritrovarsi nei caffè e ai concerti. Di stare insieme. Tutti.

 Ed ecco, in esclusiva per Gioia!, una clip del film Benvenuti... ma non troppo.

More from Gioia!:
Film
CONDIVIDI
La storia di Cannes in 48 foto memorabili
I vestiti più belli, le nudità e gli scandali: tutto quello che ha reso il festival indimenticabile, in attesa dell'edizione n. 70
Film
CONDIVIDI
Cara ritoccata in Suicide Squad: era necessario?
Un video mostra gli effetti speciali utilizzati sul corpo dell'attrice: non solo tatuaggi, ma anche un punto vita più sottile
Film
CONDIVIDI
Il trailer del remake di Dirty Dancing è qui
La nuova versione di uno dei musical più amati di sempre verrà trasmessa dalla Abc il 24 maggio 2017
Harry e  William visitano il set di Star Wars Gli ultimi Jedi - aprile 2016
Film
CONDIVIDI
William e Harry saranno nel cast di Star Wars?
I due principi potrebbero avere un cameo nell'ultimo episodio della saga, Gli ultimi Jedi, al cinema a dicembre
Film
CONDIVIDI
Girl power: il cinema sta esagerando?
Nei film troviamo come protagoniste delle eroine molto toste: attenzione però a non diventare troppo uguali agli uomini
Toni Servillo e Silvio Berlusconi
Film
CONDIVIDI
Ce lo vedi Servillo nel ruolo di Berlusconi?
L'attore napoletano interpreterà l'ex presidente del Consiglio in Loro, il prossimo film di Paolo Sorrentino
Film
CONDIVIDI
22 attori under 30 che sono belli & bravi
Bravi e di carisma, dimostreranno il loro talento in film drammatici, horror o di supereroi: siete pronte a conoscerli?
Film
CONDIVIDI
Chris Pratt, un cameriere a Hollywood
Protagonista del film Guardiani della galassia Vol 2. al cinema dal 25 aprile 2017, l'attore americano ci racconta la sua storia
Film
CONDIVIDI
Louis Garrel: «Il cuore non basta»
Non una parola sulle sue storie sentimentali, ma una certezza maturata nella vita e sul set: «Per amarsi bisogna lavorare sodo»
Film
CONDIVIDI
Kristen Stewart: «E ora me la godo»
«Seguo il mio istinto come un animale, in carriera e in amore»