Aprire le porte di casa a un clochard? Succede al cinema (e a Milano)

​​​Una commedia francese immagina i parigini costretti a convivere con i senzatetto: ce ne parla la protagonista Karin Viard, e a Milano l'idea del film diventa realtà

Più Popolare

In un gelido inverno che registra un freddo record, il governo francese obbliga i parigini ad accogliere nelle proprie case i lavoratori senzatetto. È lo spunto di Benvenuti... ma non troppo, commedia francese che il 28 aprile, con Karin Viard (la mamma sordomuta de La famiglia Bélier) che mostra come la via della condivisione e dell'altruismo sia un percorso umano difficile e irto di conflitti. 

Advertisement - Continue Reading Below

Un tema di strettissima attualità, almeno per i milanesi: entro il 30 aprile, ha annunciato Pierfrancesco Majorino, assessore al welfare, partirà il bando per la ricerca di famiglie disposte a ospitare un senzatetto in cambio di un contributo mensile di 350 euro; proposta che, oltre a sollevare polemiche, metterà alla prova le buone intenzioni dei cittadini. «Perché è facile coltivare belle idee, più difficile è metterle in pratica», spiega Karin Viard, che nel film è Kristine, casalinga altoborghese e benpensante costretta a ospitare un certo numero di clochard.

Karin Viard, protagonista di Benevenuti... ma non troppo, al cinema.
Più Popolare

Si è chiesta: che cosa farei io al posto della sua Kristine?

No, mi è bastato provare a entrare nella sua pelle. Il mio personaggio è una sorta di archetipo della società francese: donne votate alla famiglia, al marito, in fondo alla propria funzione. Mi diverte molto interpretarle e mostrare come sotto la superficie della buona educazione covi sempre qualche forma di follia.

Kristine reagisce quasi meglio dei suoi vicini illuminati...

Possiamo firmare petizioni e manifestare a favore dei sans-papiers, ma poi facciamo fatica ad aprire le porte di casa a persone meno fortunate di noi. Un esercizio difficile, ma credo che dal momento in cui apri quella porta in qualche modo cominci a liberare anche dentro di te gioie ed emozioni che tenevi blindate. 

La Francia e Parigi sono luoghi da tempo abituati all'accoglienza; qualcosa è cambiato dopo gli attentati terroristici?

Non sono d'accordo con lei nel dire che Parigi è accogliente, ma nel complesso devo dire che la paura non è riuscita a cambiare le nostre abitudini. È più forte la voglia di vivere, di continuare a ritrovarsi nei caffè e ai concerti. Di stare insieme. Tutti.

 Ed ecco, in esclusiva per Gioia!, una clip del film Benvenuti... ma non troppo.

More from Gioia!:
Film
CONDIVIDI
L'amore sul grande schermo: le coppie da cinema che non dimenticheremo mai
Jack! Jack!
richard-gere-incredibile-vita-di-norman-posato
Film
CONDIVIDI
Caro Richard Gere, restituiscici il nostro gentiluomo
Intendiamoci: ne L'incredibile vita di Norman la sua interpretazione è da manuale. Anzi, da Oscar. Ma noi rivogliamo il nostro Gere...
Cara Delevingne in una scena del film «Valerian e la città dei mille pianeti»
Film
CONDIVIDI
6 film tratti da libri da vedere in autunno
Dal futuro con Cara Delevingne al passato con Judi Dench di nuovo nel ruolo della regina Vittoria, alcuni film tratti da libri che...
Film
CONDIVIDI
5 film imperdibili se anche tu sei una gattara doc
Dal più classico Colazione da Tiffany al più recente A spasso con Bob, tutti i film da guardare accoccolata al tuo micio
Venezia 74, tutti i vincitori
Film
CONDIVIDI
Tutti i vincitori di Venezia 74
Chi ha vinto il Festival di Venezia 2017? Il Leone d'oro è andato a The Shape of Water di Guillermo del Toro ma scopriamo tutti i premi
film-autunno-2017-assassinio-sull-oriente-express-Jhonny-Deep
Film
CONDIVIDI
Arriva l'autunno ed è subito voglia di cinema: i film imperdibili della stagione 2017/2018
Dal ritorno di Blade Runner alla scommessa Downsizing, passando per la chicca british Morto tra una settimana o ti ridiamo i soldi, tutti i...
Valeria Golino in Il colore nascosto delle cose
Film
CONDIVIDI
Perché vedere Il colore nascosto delle cose ti aprirà gli occhi sul nostro presente
Il nuovo film di Silvio Soldini non è solo una storia d'amore, ma anche uno sguardo attento alla nostra società
Film
CONDIVIDI
5 film d'amore anticonvenzionali per iniziare l'autunno con romanticismo
Dall'ultimo Appuntamento al parco all'iconico C'è posta per te, ecco le 5 più emozionanti pellicole che narrano di amori fuori dal comune
Amal Alamuddin e George Clooney prima del red carpet per Suburbicon
Film
CONDIVIDI
Il diario del week end al Festival di Venezia
L'America arrabbiata di George Clooney e i coniugi in fuga da medici e figli di Paolo Virzì, che conquista il Lido, ma non la stampa Usa
Jane Fonda e Robert Redford
Film
CONDIVIDI
Il diario della terza giornata del Festival di Venezia
La scena è tutta per i Leoni d'oro Jane Fonda e Robert Redford, che celebrano 50 anni in bilico tra amicizia e amore (impossibile)