Rocio Munoz Morales: «Non voglio più nascondere di essere bella»

Perché crucciarsi per la propria avvenenza? Rocio Munoz Morales ha smesso di farlo e, già che c'era, si è regalata un cinepanettone: Natale da Chef, a dicembre 2017 nelle sale

Più Popolare

C'è chi è bella e non sa di esserlo. Chi, dall'alto dei suoi premi conquistati a Miss Italia, Miss Universo o Sventolona dell'anno, giura di non aver mai puntato sulla propria avvenenza (come no...). E chi, come Rocio Munoz Morales, ha invece semplicemente deciso di esserne, serenamente, consapevole. Senza drammi. Per riuscirci c'è voluto un po', come racconta la stessa attrice a margine delle Giornate Cinè di Riccione (4 -7 luglio 2017): l'immagine della bellona venuta dalla Spagna le è sempre stata stretta. Poi, però, la compagna di Raoul Bova ha capito che non sarebbe stato giusto rinunciare a quella che, a tutti gli effetti, fa parte di lei: la propria fisicità. Così si è regalata un cinepanettone con Massimo Boldi: Natale da chef, a dicembre 2017 nelle sale italiane, distribuito da Medusa.

Advertisement - Continue Reading Below

Perché proprio un cinepanettone?

La mia è stata una scelta di istinto. Ero reduce da un periodo molto impegnativo, al teatro e al cinema, dove avevo interpretato ruoli che mi avevano smosso interiormente. Avevo quindi voglia di leggerezza: di ridere e sorridere ma in un modo pulito. Quando ho letto il copione del film di Neri Parenti, ho capito subito che faceva al caso mio.

Nei cinepanettoni spesso le figure femminili sono donne - oggetto. Non teme che, essendo lei una donna molto avvenente, questo ruolo finisca per mettere l'accento solo sulla sua bellezza, a discapito delle altre qualità?

C'è stato un momento in cui ho lottato per negare la mia fisicità: prediligevo i ruoli dove l'aspetto fisico fosse secondario o, addirittura, mi imbruttivo di proposito. Poi però mi sono chiesta: perché devo rinunciare a qualcosa che comunque mi appartiene, ossia alla mia fisicità? Fa parte di me! Inoltre il ruolo che interpreto in Natale da Chef è interessante: sono una donna molto umile, che lavora per permettere alla propria famiglia di arrivare a fine mese.

Rocio Munoz Morales con Dario Bandiera alla presentazione di Natale da Chef.
Più Popolare

Sfatiamo un mito: la bellezza agevola le attrici o chi ha fascino deve lavorare il doppio per affermare il proprio talento?

Sicuramente bisogna faticare molto. Quando sono arrivata dalla Spagna in Italia ero la bellona, e basta. Ho dovuto combattere molto ma sono riuscita a fare teatro e a dimostrare il mio talento.

Online il web non sembra aspettare altro che le nozze tra lei e Raoul Bova. Come gestisce tutta questa pressione?

All'inizio l'ho sofferta molto ma la vita reale è, per fortuna, un'altra: sono una mamma e una donna normale, che mette il pigiama con le pecorelle e che ama ancora andare a ballare con le amiche. Per me, la sconfitta più grande sarebbe rinunciare a questa mia normalità per colpa del gossip… Mi comporto e ragiono esattamente come la Rocio 18enne che usciva dalla casa dei suoi genitori. E se questo vuol dire farsi fotografare in tuta o struccata mentre sono al supermercato, pazienza! Non è certo un crimine.

Oltre a Natale da chef, quali sono i suoi prossimi impegni?

Ho appena finito di girare il film con Rocco Papaleo Tu mi nascondi qualcosa, opera prima di Giuseppe Loconsole. Uscirà nelle sale nel 2018. Interpreto una mamma tunisina che vive la poligamia con molta serenità. Dopodiché, una volta terminate le riprese di Natale da chef, continuerò con il teatro: è stata un'esperienza bellissima, che mi ha creato dipendenza.

Cosa ha il teatro che invece manca al cinema e alla tv?

Sono mondi diversi ma a teatro puoi sentire il respiro delle persone che ti guardano: è un'emozione impagabile! Il prossimo spettacolo sarà meno impegnativo rispetto al precedente, dove abbiamo affrontato il delicato tema del terremoto. Ora mi cimenterò con la commedia.

Se le dovessero riproporre Sanremo?

Come poteri dire di no? È stata un'esperienza talmente bella e positiva che ci tornerei. Però le confesso che immagino Sanremo con Carlo Conti: su quel palco, era lui la mia certezza...

Rocio Munoz Morales alle Giornate Cinè di Riccione.
More from Gioia!:
Film
CONDIVIDI
Harry Styles: «Speriamo che me la cavo»
Il ciuffo più famoso degli (ex) One Direction debutta con un piccolo ruolo in un film di guerra diretto da Christopher Nolan
Film
CONDIVIDI
Amy Adams: «Il successo non vale nulla se manca la felicità»
L'abbiamo adorata in Arrival, American Hustle e Come d'incanto, ma ci sono delle curiosità che la rendono ancora più speciale
Film
CONDIVIDI
Manolo Blahnik: tutti i segreti del designer di scarpe in un documentario
L'arrivo del documentario/biografia sul geniale stilista è previsto per il 15 settembre 2017
animali-fantastici-e-dove-trovarli-locandina
Film
CONDIVIDI
Animali fantastici, il sequel: novità dal set
Con l'inizio delle riprese, emergono i primi dettagli sul sequel (ancora senza titolo) di Animali fantastici e dove trovarli (Attenzione...
Film
CONDIVIDI
Jasmine Trinca: «Le donne? Meravigliosamente complicate»
La femminilità secondo Jasmine Trinca: l'attrice, premiata al festival di Cannes 2017, sarà Ilaria Cucchi nel film Sulla mia pelle
Film
CONDIVIDI
I 19 film LGBTQ più belli di tutti i tempi
Dal classico Brokeback Mountain al sofisticato Carol, le pellicole da vedere per avere una testa sempre più arcobaleno
10-film-romantici-amici-di-letto
Film
CONDIVIDI
10 film da guardare se hai il cuore infranto
Deluse dagli uomini? Ecco i film romantici da vedere per consolarsi, farsi forza e tornare a credere nel grande amore
Film
CONDIVIDI
Joaquin Phoenix: «Ho fatto bingo!»
L'attore si è fatto notare al Festival di Cannes per un nuovo amore, Rooney Mara, e per la Palma d'oro del migliore interprete
Film
CONDIVIDI
Tom Holland: «Ho salvato l'Uomo Ragno»
A 21 anni è il più giovane SpiderMan di sempre (e il più atletico): la sua promessa? «Sarò il migliore di tutti»
Film
CONDIVIDI
Sienna Miller, quando una it girl scopre i pannolini
Immaginate di essere un'icona fashion, immaginate il rumoroso ingresso di un bebè nella vostra vita da copertina