Jasmine Trinca: «Le donne? Meravigliosamente complicate»

Complessità, più che imperfezione e poi la speranza e un certo Davide che sfida Golia: è il modello femminile che Jasmine Trinca aspira a portare, con i suoi personaggi, sul grande schermo

Più Popolare

Il clamore di Cannes, i luccichii del festival, l'orgoglio di quel tanto conteso Un Certain Regard. Eppure la guardi e hai l'impressione che Jasmine Trinca si sia già lasciata tutto alle spalle: naturalmente, del riconoscimento assegnatole dalla giuria francese per la sua interpretazione in Fortunata, l'attrice è ancora molto orgogliosa ma adesso, a occuparle cuore e mente, c'è solo il suo prossimo ruolo. Il regista Alessio Cremonini l'ha scelta infatti per interpretare Ilaria Cucchi nel film Sulla mia pelle, distribuito da Lucky Red: un ruolo di spessore e di grande impegno sociale che, a mesi di distanza dalle riprese (inizieranno ad autunno 2017), sembra già averla risucchiata completamente. La ragione? Quella sete di giustizia che ha caratterizzato la battaglia della sorella di Cucchi ma, soprattutto, un valore perduto che si chiama speranza.

Advertisement - Continue Reading Below

Quale aspetto di Ilaria Cucchi desidera maggiormente far emergere?

Ilaria è, prima di tutto, un limpido esempio di umanità: intraprende una battaglia non solo per se stessa, ma anche per tutti noi. Di lei vorrei restituire soprattutto la forza e l'integrità: non è una super eroina dai poteri speciali, ma una donna la cui capacità di reagire e combattere nasce, anziché dalla disperazione, dalla speranza di un mondo diverso.

Più Popolare

Condivide questo suo senso di speranza?

Nella sua storia rivedo un po' la battaglia tra Davide e Golia. Tutto parte, di fatto, da una donna sola grazie alla determinazione della quale siamo arrivati a conoscere, sempre di più, la verità. Ci mostra come una goccia può cambiare il mondo.

Anche lei, con il suo lavoro d'attrice, ambisce a fare la differenza?

Non credo che il mio lavoro possa avere lo stesso peso. Tuttavia penso che, per quanto si possa, si debba scegliere: nelle storie e nei ruoli che interpreto, c'è sempre qualcosa che mi corrisponde, come persona e come donna. Mi piace parlare del femminile. Certo, nel caso di Sulla mia pelle, raccontiamo una storia reale quindi si tratta di cinema impegnato. Tuttavia trovo che anche in film dai toni più fiabeschi, come Fortunata, si possano veicolare importanti messaggi, anche se impliciti e meno sottolineati, sul femminile.

Jasmine Trinca in Fortunata.

Sbaglio o a lei piace particolarmente portare in scena l'imperfezione femminile?

Assolutamente! Anche se, più che di imperfezione, preferisco parlare di complessità del femminile.

C'è un tipo di femminilità nel quale si riconosce?

Non riesco a definire né me stessa né, in generale, la categoria femminile: la bellezza delle donne è proprio la loro complessità, che non può essere prevista o incasellata. Vale in realtà per ogni essere umano ma, in particolare, per le donne.

In America, Emma Thompson ha tuonato contro Hollywood, sostenendo che i produttori impongono alle attrici un modello estetico all'insegna della magrezza e della perfezione. Com'è la situazione in Italia?

Da noi è diverso ed è giusto così: nel cinema devi per forza restituire la famosa complessità di cui parlavamo, che si traduce anche in una complessità fisica, di immagine. Inoltre non si può mai prescindere dall'identità dell'attrice che non entra certo in scena per vincere la finale di Miss Italia. Sono due lavori molto diversi…

Jasmine Trinca nel film Fortunata, insieme a Stefano Accorsi.
More from Gioia!:
Film
CONDIVIDI
Chi c'era alla première dell'ultimo film di Daniel Day-Lewis Il filo nascosto
Nella gallery tutti gli ospiti che hanno partecipato all'anteprima del film
Film
CONDIVIDI
Kasia Smutniak ha un cuore italiano e lo si vede in Made in Italy di Ligabue
L'attrice polacca che vive in Italia da 25 anni è la protagonista di Made in Italy, una storia d'amore e resilienza
Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Film
CONDIVIDI
Tutte le nomination agli Oscar 2018 tra sorprese inaspettate e conferme scontatissime
Tutto come previsto, o quasi: incetta di candidature per La forma dell'acqua, l'italiano Chiamami col tuo nome in corsa in 4 categorie
Saoirse Ronan Lady Bird
Film
CONDIVIDI
Saoirse Ronan e il coraggio di osare tutto
Un Golden globe come miglior interprete brillante in Lady Bird e la terza nomination agli Oscar in vista: lei sì che sogna in grande
Film Il filo nascosto
Film
CONDIVIDI
Al cinema con Gioia! Ti aspettiamo all'anteprima dell'ultimo film di Daniel Day-Lewis
Universal Pictures ti invita alla proiezione del film Il filo nascosto, biopic del regista Paul Thomas Anderson sul mondo dell'alta sartoria
Meryl Streep donne di potere The Post
Film
CONDIVIDI
Meryl Streep straordinaria nel film The Post, ovvero: quando a comandare è una donna con le p***e
Nel suo nuovo film è l'editrice del Washington Post che fece scoppiare il caso Watergate: "Lei cambiò il mondo", dice l'attrice
Film
CONDIVIDI
I 10 film in uscita al cinema più attesi del 2018
Perché anche se siamo noi gli attori e i registi del nostro destino possiamo prendere ispirazione dalle storie degli altri
Galatea Bellugi e Ludovico Girardello
Film
CONDIVIDI
Perché non puoi non vedere il nuovo film di Gabriele Salvatores
La saga adolescenziale del regista di Nirvana diventa una favola dark: manda una mail per partecipare alla première
Film
CONDIVIDI
Intervista a Hugh Jackman che non smette di parlare di sua moglie: "Non so come farei senza di lei!"
Pronti a farvi (di nuovo) conquistare da Hugh Jackman? A Natale esce al cinema il musical The greatest showman
Film
CONDIVIDI
Il cinema italiano deve molto, moltissimo, a queste 7 donne straordinarie
Da Sophia Loren a Tina Pica, passando per Anna Magnani e Gina Lollobrigida: le grandi attrici del cinema italiano