Daniel Radcliffe: «Ho scoperto che i neonazisti sono soli e infelici»

L'ex maghetto di Harry Potter ha studiato a lungo gli estremisti di destra per prepararsi al suo nuovo film, Imperium, dove interpreta un agente Fbi infiltrato: «A Hollywood nessuno rischia più, ma io ho voglia di personaggi originali»

Più Popolare

«È davvero orribile gridare insulti razzisti in faccia alla gente». Così Daniel Radcliffe, l'ex maghetto di Harry Potter, esprime il malessere provato nel girare Imperium, presentato al Festival di Zurigo e ora disponibile su Netflix. «Per fortuna però il senso di disagio è funzionale al ruolo, quello di Nate Foster, ispirato a un vero agente dell'Fbi, che accetta di infiltrarsi nei gruppi neonazisti per sventare un possibile attentato».

Advertisement - Continue Reading Below

Che tipo di ricerche ha fatto sul tema?

Ho visto documentari, studiato, esplorato la storia del Ku Klux Klan. E mi sono letto sul web le bacheche dei loro forum di discussione dei gruppi per la supremazia bianca.

Più Popolare

Che cosa l'ha colpita?

Che oltre a una comune visione politica condividono la passione per cose semplici, come i film o il cibo. Penso di essermi fatto un'idea su chi aderisce a questi movimenti.

E qual è?

Molte di queste persone sono sole e infelici e quando magari perdono il lavoro, invece che accettare l'idea di essere stati licenziati perché non sono all'altezza, preferiscono ascoltare chi gli racconta che il motivo è un complotto contro la razza bianca. Quando accettano di diventare soldati per la causa, trovano uno scopo nella vita. Molti non hanno bisogno di un'ideologia, quanto di un senso di comunità.

Come mai ultimamente sceglie ruoli, per così dire, estremi?

Perché a Hollywood nessuno rischia più, ma io ho voglia di personaggi e storie originali e nuovi.

More from Gioia!:
richard-gere-incredibile-vita-di-norman-posato
Film
CONDIVIDI
Caro Richard Gere, restituiscici il nostro gentiluomo
Intendiamoci: ne L'incredibile vita di Norman la sua interpretazione è da manuale. Anzi, da Oscar. Ma noi rivogliamo il nostro Gere...
Cara Delevingne in una scena del film «Valerian e la città dei mille pianeti»
Film
CONDIVIDI
6 film tratti da libri da vedere in autunno
Dal futuro con Cara Delevingne al passato con Judi Dench di nuovo nel ruolo della regina Vittoria, alcuni film tratti da libri che...
Film
CONDIVIDI
5 film imperdibili se anche tu sei una gattara doc
Dal più classico Colazione da Tiffany al più recente A spasso con Bob, tutti i film da guardare accoccolata al tuo micio
Venezia 74, tutti i vincitori
Film
CONDIVIDI
Tutti i vincitori di Venezia 74
Chi ha vinto il Festival di Venezia 2017? Il Leone d'oro è andato a The Shape of Water di Guillermo del Toro ma scopriamo tutti i premi
film-autunno-2017-assassinio-sull-oriente-express-Jhonny-Deep
Film
CONDIVIDI
Arriva l'autunno ed è subito voglia di cinema: i film imperdibili della stagione 2017/2018
Dal ritorno di Blade Runner alla scommessa Downsizing, passando per la chicca british Morto tra una settimana o ti ridiamo i soldi, tutti i...
Valeria Golino in Il colore nascosto delle cose
Film
CONDIVIDI
Perché vedere Il colore nascosto delle cose ti aprirà gli occhi sul nostro presente
Il nuovo film di Silvio Soldini non è solo una storia d'amore, ma anche uno sguardo attento alla nostra società
Film
CONDIVIDI
5 film d'amore anticonvenzionali per iniziare l'autunno con romanticismo
Dall'ultimo Appuntamento al parco all'iconico C'è posta per te, ecco le 5 più emozionanti pellicole che narrano di amori fuori dal comune
Amal Alamuddin e George Clooney prima del red carpet per Suburbicon
Film
CONDIVIDI
Il diario del week end al Festival di Venezia
L'America arrabbiata di George Clooney e i coniugi in fuga da medici e figli di Paolo Virzì, che conquista il Lido, ma non la stampa Usa
Jane Fonda e Robert Redford
Film
CONDIVIDI
Il diario della terza giornata del Festival di Venezia
La scena è tutta per i Leoni d'oro Jane Fonda e Robert Redford, che celebrano 50 anni in bilico tra amicizia e amore (impossibile)
Festival di venezia 2017 Ethan Hawke e Amanda Seyfried
Film
CONDIVIDI
Il diario della seconda giornata di Venezia 74
Clima caldissimo in sala, con un Ethan Hawke superlativo: la temperatura al Festival comincia a scaldarsi