Daniel Radcliffe: «Ho scoperto che i neonazisti sono soli e infelici»

L'ex maghetto di Harry Potter ha studiato a lungo gli estremisti di destra per prepararsi al suo nuovo film, Imperium, dove interpreta un agente Fbi infiltrato: «A Hollywood nessuno rischia più, ma io ho voglia di personaggi originali»

Più Popolare

«È davvero orribile gridare insulti razzisti in faccia alla gente». Così Daniel Radcliffe, l'ex maghetto di Harry Potter, esprime il malessere provato nel girare Imperium, presentato al Festival di Zurigo e ora disponibile su Netflix. «Per fortuna però il senso di disagio è funzionale al ruolo, quello di Nate Foster, ispirato a un vero agente dell'Fbi, che accetta di infiltrarsi nei gruppi neonazisti per sventare un possibile attentato».

Advertisement - Continue Reading Below

Che tipo di ricerche ha fatto sul tema?

Ho visto documentari, studiato, esplorato la storia del Ku Klux Klan. E mi sono letto sul web le bacheche dei loro forum di discussione dei gruppi per la supremazia bianca.

Più Popolare

Che cosa l'ha colpita?

Che oltre a una comune visione politica condividono la passione per cose semplici, come i film o il cibo. Penso di essermi fatto un'idea su chi aderisce a questi movimenti.

E qual è?

Molte di queste persone sono sole e infelici e quando magari perdono il lavoro, invece che accettare l'idea di essere stati licenziati perché non sono all'altezza, preferiscono ascoltare chi gli racconta che il motivo è un complotto contro la razza bianca. Quando accettano di diventare soldati per la causa, trovano uno scopo nella vita. Molti non hanno bisogno di un'ideologia, quanto di un senso di comunità.

Come mai ultimamente sceglie ruoli, per così dire, estremi?

Perché a Hollywood nessuno rischia più, ma io ho voglia di personaggi e storie originali e nuovi.

More from Gioia!:
Film
CONDIVIDI
Tutti i remake e reboot che vedremo al cinema
Eroine coraggiose, storie d'amore e commedie: il cinema attinge dal passato riproponendoci personaggi immortali
Kyle MacLachlan nella terza stagione di Twin Peaks
Film
CONDIVIDI
Il diario dell'ottava giornata di Cannes
Due film in concorso che non lasciano il segno e l'anteprima di Twin Peaks che hanno già visto tutti: oggi Cannes ci riserva ben poche...
Cannes 70
Film
CONDIVIDI
Il diario della settima giornata di Cannes
Una promozione (L'inganno di Sofia Coppola), una stroncatura (Rodin con Vincent Lindon) e molti appuntamenti per i cinefili
Film
CONDIVIDI
A chi deve dire grazie Javier Bardem?
L'attore racconta che ha imparato dalla madre come ci si guadagna il rispetto del pubblico e che sul set è emozionato come un bambino
Le coppie famose più belle sul red carpet di Cannes
Film
CONDIVIDI
Le coppie più tenere sul red carpet di Cannes
I momenti più romantici dei red carpet del Festival: le coppie più affiatate sulla Croisette
Film
CONDIVIDI
Il diario della sesta giornata di Cannes
Nicole Kidman, ancora tu? L'attrice è protagonista della serie tv diretta da Jane Campion: e non è finita qui
Nicole Kidman
Film
CONDIVIDI
Il diario della quinta giornata di Cannes
Nicole Kidman, oggi in uno delle sue 4 apparizioni sul red carpet, è la più acclamata e finalmente spunta una storia d'amore
Jasmine Trinca in Fortunata
Film
CONDIVIDI
Il diario della quarta giornata di Cannes
Nella quarta giornata di Festival ci si rilassa dopo la tensione per l'allarme bomba (falso), e finalmente si ride
Il cast di The Square
Film
CONDIVIDI
Il diario della terza giornata di Cannes
Day 3: il Festival ricorda i militanti sieropositivi e scandaglia le relazioni umane, tra commedia e satira
Il cast di Okja
Film
CONDIVIDI
Il diario della seconda giornata di Cannes
Le frontiere del cinema, si allargano ma forse il Festival non è ancora pronto e scoppia la polemica sui film Netflix