Questi sono i film che tutti stanno aspettando del Festival del cinema di Venezia 2017

Fra i titoli più attesi della 74esima Mostra ci sono diverse pellicole made in Usa, con cast e registi a 5 stelle (ma c'è anche qualche italiano da non perdere): in attesa di vederli sbarcare in Laguna, ecco qualche anteprima

Festival del cinema di Venezia 2017: film più attesi

Riuscirà la 74esima Mostra del cinema di Venezia - in programma dal 30 agosto al 9 settembre 2017 - ad accontentare i palati dei più esigenti cinefili, ma anche a far felice il pubblico in cerca di storie avvincenti? A guardare il programma del Festival del cinema di Venezia 2017, molto hollywoodiano, sembrerebbe di sì. Quest'anno potrebbe avere la meglio sul criticatissimo Cannes: più di 3.000 i titoli selezionati, 21 in concorso, 19 nella sezione Orizzonti più i documentari, quelli fuori concorso, le grandi produzioni, i corti, gli omaggi ai grandi del passato. L'attesa, però, è soprattutto per un poker di film made in Usa, che Venezia è riuscita ad accaparrarsi prima di Toronto.

Advertisement - Continue Reading Below

Il primo dei film made in Usa più atteso è sicuramente Suburbicon, nuova prova di regia di George Clooney (nella foto con la moglie Amal Clooney), su sceneggiatura dei fratelli Coen, con Julianne Moore e Matt Damon. 

Advertisement - Continue Reading Below

Altro grande è Darren Aronofsky con Mother!, horror sofisticato con Jennifer Lawrence  (nella foto con le fan)così star che è su 4 delle cover realizzate per i 125 anni di Vogue: marito e moglie vivono tranquilli fino all'arrivo di una coppia misteriosa. 

Advertisement - Continue Reading Below

https://www.youtube.com/watch?v=XFYWazblaUA

Ancora brividi con Guillermo del Toro, che in The shape of water racconta il legame tra un'impiegata muta e un uomo-pesce nato da un esperimento segreto. 

Advertisement - Continue Reading Below

Quarto del gruppo, l'artista cinese Ai Weiwei con Human flow, affresco di denuncia sulle grandi migrazioni nel mondo.

Advertisement - Continue Reading Below

Si comincia quindi il 28 agosto con la stra-annunciata anteprima evento: Dunkirk di Christopher Nolan all'Arsenale. Poi, dal 30, gli altri: Downsizing di Alexander Payne, sempre con Matt Damon, che inaugurerà il Festival; il thriller First reformed, di Paul Schrader, con Ethan Hawke e Amanda Seyfried (nella foto, una scena); Victoria e Abdul, di Stephen Frears, nella sezione Fuori concorso; Loving Pablo, con la coppia Javier Bardem-Penélope Cruz.

Advertisement - Continue Reading Below

Supremazia di celeb e film made in Usa, ma anche gli italiani non scherzano: ben quattro film in concorso dai quali, secondo il presidente Barbera, «viene fuori un'Italia nei suoi aspetti più autentici e anche meno conosciuti, una panoramica del cinema italiano diversa per qualità e varietà». Si comincia con Ammore e malavita dei Manetti Bros. (nella foto), musical napoletano a base di passione, pallottole e melodie; si passa per Hannah, del giovane regista trentino Andrea Pallaoro, che racconta il disfacimento emotivo di una moglie (Charlotte Rampling), improvvisamente sola dopo l'arresto del marito.

Advertisement - Continue Reading Below

Poi si arriva a due film che indagano i rapporti tra genitori e figli: il primo è Una famiglia del giovane Sebastiano Riso, con Micaela Ramazzotti (nella foto), sul problema dell'utero in affitto. 

Advertisement - Continue Reading Below

Il secondo è Ella & John - The leisure seeker, primo film americano di Paolo Virzì, con Donald Sutherland e Helen Mirren (nella foto), anziani marito e moglie che, contro il volere dei figli, se la squagliano attraverso l'America su un camper.

Advertisement - Continue Reading Below

Fuori concorso, Silvio Soldini che in Il colore nascosto delle cose racconta l'amore tra un dongiovanni e una non vedente (Adriano Giannini e Valeria Golino), e Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli, che inaugura la sezione Orizzonti, sulla vita di Nico (nella foto), cantante che collaborò con i Velvet Underground.

Advertisement - Continue Reading Below

Tra le celeb più attese, Jane Fonda, Judi Dench, Robert Redford e Sienna Miller (nella foto), protagonista, con Alec Baldwin, di The private life of a modern woman, dove interpreta una diva del cinema che rifiuta la parte di un'assassina. 

More from Gioia!:
Jennifer Lawrence innamorata del regista Darren Aronofsky
Personaggi
CONDIVIDI
Jennifer Lawrence: e poi ti innamori del regista
L'ultima sfida dell'attrice è un horror psicologico di Darren Aronofsky, che è anche il suo fidanzato (oh, finalmente si può dire)
Valeria Golino film Silvio Soldini
Personaggi
CONDIVIDI
Valeria Golino, quando l'amore è cieco per davvero
I suoi occhi sono i più belli del cinema italiano, ma nel suo nuovo film l'attrice ha accettato il ruolo di una non vedente
Venezia 74, tutti i vincitori
Film
CONDIVIDI
Tutti i vincitori di Venezia 74
Chi ha vinto il Festival di Venezia 2017? Il Leone d'oro è andato a The Shape of Water di Guillermo del Toro ma scopriamo tutti i premi
Abbigliamento
CONDIVIDI
Valeria Golino, stilosa in pigiama
L'attrice e regista italiana, sul red carpet di Venezia 74, ha indossato un pigiama elegante firmato Tommy Hilfiger
Abbigliamento
CONDIVIDI
Marica Pellegrinelli, bellissima in turchese
Sul tappeto rosso di Venezia 74, la moglie di Eros Ramazzotti si è distinta dalle altre con un abito semplicissimo, ma di un colore non...
Abbigliamento
CONDIVIDI
Jennifer Lawrence è la più bella di Venezia 74
L'attrice ha stupito tutti con un abito vedo non vedo da gran sera: un look davvero vincente, che la incorona (per ora) come meglio vestita...
Abbigliamento
CONDIVIDI
Cristiana Capotondi: come un cielo stellato
L'attrice italiana, sul red carpet del Festival di Venezia 2017, ha incantato tutti con un abito di Miu Miu
Abbigliamento
CONDIVIDI
Kirsten Dunst, castigata (e bellissima)
L'attrice, alla prima del film Woodshock di cui è la protagonista, ha dimostrato che per essere elegante non servono sovrastrutture
Helen Mirren film Paolo Virzì
Firme
CONDIVIDI
Niente «cose da vecchia» per Helen Mirren se il regista è Virzì
L'attrice 71enne recita in Elle & John, film «di malati terminali», e Paolo Virzì le ha spiegato un'ovvietà: si ammalano anche i giovani
Jane Fonda e Robert Redford
Film
CONDIVIDI
Il diario della terza giornata del Festival di Venezia
La scena è tutta per i Leoni d'oro Jane Fonda e Robert Redford, che celebrano 50 anni in bilico tra amicizia e amore (impossibile)