I 19 film gay più belli di tutti i tempi

Dal classico Brokeback Mountain al sofisticato Carol, le pellicole da vedere per avere una testa sempre più arcobaleno

I film gay (anche se è più corretto parlare di film a tematica lgbt, cioè lesbica, gay, bisessuale e transessuale) rappresentano una fetta importante del mondo del cinema. E sono importanti perché aiutano a riflettere e contestualizzare quanto lungo sia il cammino per la piena parità.

Abbiamo già avuto modo di soffermarci sui film d'amore lesbico da non perdere e sulle pellicole che affrontano più in particolare l'amore tra due uomini. Ora vi proponiamo, in ordine cronologico, i 19 film gay più belli di tutti i tempi e che ogni persona, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale, dovrebbe vedere.

Advertisement - Continue Reading Below

My Beautiful Laundrette (1985)

L'omosessualità è solo uno degli elementi di questa potente commedia sociale firmata Stephen Frear. Il film, che ruota attorno alla figura di Omar, imprenditore pakistano, affronta anche il tema del razzismo e della disparità socio-economica nella Londra della Thatcher. Tutto comincia quando Omar inizia una storia con Johnny (un giovane Daniel Day-Lewis, che ancora era lontano dal vincere il primo dei suoi tre Oscar). Il film segue la loro storia con delicatezza, ma anche in maniera del tutto naturale. In My Beautiful Laundrette si è di fronte alla scelta di vivere dentro i confini propri di ogni cultura o aprirsi a nuove possibilità.

Advertisement - Continue Reading Below

Belli e dannati (1991)

Belli e dannati è uno dei film più concettuali di Gus Van Sant: ha una struttura narrativa del tutto particolare, per non parlare del personaggio principale che è narcolettico, il che conferisce ulteriore surrealismo a tutta l'architettura del film. Protagonisti sono River Phoenix e Keanu Reeves, alias Mike e Scott, due escort per uomini legati da una profonda amicizia. Per un film che ha al centro il sesso, Belli e dannati ha poco a che fare con la sessualità, quanto piuttosto con l'amore e lo stare bene. È un film interpretato magistralmente.

Advertisement - Continue Reading Below

Priscilla, la regina del deserto (1994)

Oggi, dopo il reality America's Next Drag Queen di RuPaul, è facile dimenticare quanto sia stato sovversivo il film di Stephan Elliot. Quando uscì Priscilla, la regina del deserto fu qualcosa di completamente nuovo e rappresentò uno spartiacque nel mondo della cinematografia. Il film, come è noto, parla di due drag queen e di una donna transessuale che compiono un lungo viaggio in Australia. Non solo è considerato un film  cult, ma ha aperto le porte del cinema a una visione più positiva di tutto il mondo lgbt.

Advertisement - Continue Reading Below

Beautiful Thing (1996)

Adattamento cinematografico di una commedia teatrale di Jonathan Harvey, Beautiful Thing racconta di due ragazzi adolescenti che, in un'estate londinese, scoprono il proprio orientamento sessuale e di essere attratti reciprocamente. La loro storia d'amore è complicata, anche per via del contesto familiare in cui vivono. Ma il film mostra anche come innamorarsi, alla fine, sia davvero una cosa semplice.

Advertisement - Continue Reading Below

Happy Together (1997)

Wong Kar-wai racconta di una coppia gay che da Hong  Kong va in Argentina, alla ricerca di un futuro. Happy Together, una storia di codipendenza e dell'identità senza radici, fu una novità per la cinematografia cinese che nel 1997 ancora non parlava di omosessualità. Il film si concentra sulla perdita e sul rammarico di una relazione che non può essere salvata. È una sorta di istantanea di un momento, con l'inquietudine e la malinconia che, sotto ogni cielo, affligge la gioventù.

Advertisement - Continue Reading Below

Tutto su mia madre (1999)

Pedro Almodóvar, tra i registi più amati dalla comunità lgbt, usa il dolore di una madre come punto di partenza di questo film molto colorato. La trama è surreale e potenzialmente melodrammatica: dopo un incidente d'auto, Manuela si muove nel mondo queer di Barcellona alla ricerca dell'uomo con cui ha generato il figlio. Tutto su mia madre è un film particolarmente sensibile, che, tramite un umorismo che sa di assurdo, celebra la sessualità e l'altruismo.

Advertisement - Continue Reading Below

Boys don't Cry (1999)

Si è detto molto sulla partecipazione di Hilary Swank, eterosessuale, nel ruolo di Brandon Tea, un uomo transessuale ucciso in Nebraska perché voleva essere se stesso. Ma il film Boys don't Cry ha contribuito a portare all'attenzione di molti la questione della transessualità, proponendo una rappresentazione onesta dell'identità transessuale. 

Advertisement - Continue Reading Below

Hedwig. La diva con qualcosa in più (2001)

Non sorprende che da un musical popolare sia tratto un film. Sorprende, invece, che quello tratto dal musical sia veramente un bel film. È quello che è successo all'adattamento di Hedwig. La diva con qualcosa in più realizzato da John Cameron Mitchell, che, oltre a scriverne la sceneggiatura e a dirigerlo, è stato anche il protagonista del film. La storia narra di Hedwig, una rockstar transessuale che nasconde la propria solitudine con il trucco. Ma il film non è solo un insieme di incredibili parrucche e costumi molto glamour: è una profonda disamina dell'individualismo e dell'arte come mezzo per superare le difficoltà.

Advertisement - Continue Reading Below

The Hours (2002)

I temi della depressione e della caducità entrano prepotentemente nelle tre parti del dramma esistenziale di Stephen Daldry, che intreccia in maniera perfetta la vita di Virginia Woolf (Nicole Kidman, che per questo ruolo vinse l'Oscar come miglior attrice protagonista), una casalinga degli anni '50 (Julianne Moore) e una moderna signora Dalloway (Meryl Streep) in un unico racconto. Il tutto attraversato da una sottile linea che lega ogni singola donna e la interroga sul proprio orientamento sessuale in contrasto con quanto si aspetta una società eteronormata. 

Advertisement - Continue Reading Below

Brokeback Mountain (2005)

A pensarci ora, è proprio un miracolo che l'adattamento cinematografico fatto da Ang Lee di una storia di Annie Proulx abbia avuto 8 nomination agli Oscar nel 2005, cioè 10 anni prima che il matrimonio egualitario fosse legalizzato negli USA. Oggi Brokeback Mountain potrebbe essere uno dei tanti film sul tema, ma la storia d'amore e la delicata interpretazione di Jake Gyllenhaal e del compianto Heath Ledger lo rendono uno dei film migliori di tutti i tempi.

More from Gioia!:
Film
CONDIVIDI
Chi c'era alla première dell'ultimo film di Daniel Day-Lewis Il filo nascosto
Nella gallery tutti gli ospiti che hanno partecipato all'anteprima del film
Film
CONDIVIDI
Kasia Smutniak ha un cuore italiano e lo si vede in Made in Italy di Ligabue
L'attrice polacca che vive in Italia da 25 anni è la protagonista di Made in Italy, una storia d'amore e resilienza
Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Film
CONDIVIDI
Tutte le nomination agli Oscar 2018 tra sorprese inaspettate e conferme scontatissime
Tutto come previsto, o quasi: incetta di candidature per La forma dell'acqua, l'italiano Chiamami col tuo nome in corsa in 4 categorie
Saoirse Ronan Lady Bird
Film
CONDIVIDI
Saoirse Ronan e il coraggio di osare tutto
Un Golden globe come miglior interprete brillante in Lady Bird e la terza nomination agli Oscar in vista: lei sì che sogna in grande
Film Il filo nascosto
Film
CONDIVIDI
Al cinema con Gioia! Ti aspettiamo all'anteprima dell'ultimo film di Daniel Day-Lewis
Universal Pictures ti invita alla proiezione del film Il filo nascosto, biopic del regista Paul Thomas Anderson sul mondo dell'alta sartoria
Meryl Streep donne di potere The Post
Film
CONDIVIDI
Meryl Streep straordinaria nel film The Post, ovvero: quando a comandare è una donna con le p***e
Nel suo nuovo film è l'editrice del Washington Post che fece scoppiare il caso Watergate: "Lei cambiò il mondo", dice l'attrice
Galatea Bellugi e Ludovico Girardello
Film
CONDIVIDI
Perché non puoi non vedere il nuovo film di Gabriele Salvatores
La saga adolescenziale del regista di Nirvana diventa una favola dark: manda una mail per partecipare alla première
Film
CONDIVIDI
Intervista a Hugh Jackman che non smette di parlare di sua moglie: "Non so come farei senza di lei!"
Pronti a farvi (di nuovo) conquistare da Hugh Jackman? A Natale esce al cinema il musical The greatest showman
Film
CONDIVIDI
Il cinema italiano deve molto, moltissimo, a queste 7 donne straordinarie
Da Sophia Loren a Tina Pica, passando per Anna Magnani e Gina Lollobrigida: le grandi attrici del cinema italiano
Brigitte Bardot
Film
CONDIVIDI
I film francesi sono un patrimonio pazzesco: 6 pellicole da vedere almeno una volta nella vita
Ti piacciono i film francesi? Questi li hai visti? Sono ormai un must